Forum Sardegna - Grammatica lingua Sarda, variante Logudorese
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: A Orani (Nuoro) si tesseva una singolare stoffa con ordito di lino e canapa e trama di lana nera di pecora, mediante una tecnica ,diversa da quella dell'orbace, che dava una superficie lucida e quasi iridescente. Il tessuto era utilizzato per la gonna nuziale e festiva ed era detto ISCARRAMAGNU , con termine che deriva dal bizantino " scaramanion" riferito a preziosi abiti di corte. La medesima stoffa si ritrova in costumi popolari spagnoli.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Lingua Sarda
 Grammatica lingua Sarda, variante Logudorese
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 11

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 16/06/2015 : 16:01:08  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
salute a tutti, vorrei inaugurare una nuova sezione sulla grammatica Sarda, in questo caso del Logudorese, visto che questo conosco, non mi ricordo se ce ne fosse gi un'altra di discussione o se andata persa nei meandri del forum col passare degli anni, comunque si potrebbe cominciare dalle coniugazioni dei verbi Essere e Avere (Essere e Here), poi pi in la potrei aggiungere le altre quattro tipologie di coniugazioni

ESSERE

INDICATIVO

Presente
io sono - deo/eo so
tu sei - tue ses
egli - issu/issa/isse est (maschile, femminile, neutro)
noi siamo - nois semus
voi siete - bois sezis
essi sono - issos/issas sun

Imperfetto
io ero - deo/eo fia/fio
tu eri - tue fisti
egli era - issu/issa/isse fit
noi eravamo - nois fmis
voi eravate - bois fzis
essi erano - issos/issas fin

Passato Remoto
io fui - deo/eo fia/fio
tu fosti - tue fisti
egli fu - issu fit
noi fummo - nois fmis
voi foste - bois fzis
essi furono - issos/issas fin

Passato Prossimo
io sono stato - deo/eo so istadu
tu sei stato - tue ses istadu
egli stato - issu est istadu
noi siamo stati - nois semus istados
voi siete stati - bois sezis istados
essi sono stati - issos/issas sun istados/istadas

Trapassato Prossimo
io ero stato - deo/eo fia/fio istadu
tu eri stato - tue fisti istadu
egli era stato - issu fit istadu
noi eravamo stati - nois fmis istados
voi eravate stati - bois fzis istados
essi erano stati - issos/issas fin istados/istadas

Trapassato Remoto
io fui stato - deo/eo fia/fio istadu
tu fosti stato - tue fisti istadu
egli fu stato - issu fit istadu
noi fummo stati - nois fmis istados
voi foste stati - bois fzis istados
essi furono stati - issos/issas fin istados/istadas

Futuro semplice
(il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo)

io sar - deo/eo happo a essere
tu sarai - tue has a essere
egli sar - issu/issa/isse hat a essere
noi saremo - nois hamus a essere
voi sarete - bois hazis a essere
essi saranno - issos/issas han a essere

Futuro Anteriore
io sar stato - deo/eo happo a essere istadu
tu sarai stato - tue has a essere istadu
egli sar stato - issu hat a essere istadu
noi saremo stati - nois hamus a essere istados
voi sarete stati - bois hazis a essere istados
essi saranno stati - issos/issas han a essere istados

CONGIUNTIVO

Presente
che io sia - chi deo/eo sie/sia
che tu sia - chi tue ses/sas
che egli sia - chi issu/issa/isse set/sat
che noi siamo - chi nois simus
che voi siate - chi bois sidas
che essi siano - chi issos/issas sen/san

Imperfetto
che io fossi - chi deo/eo essre
che tu fossi - chi tue essres
che egli fosse - chi issu essret
che noi fossimo - chi nois essermus
che voi foste - chi bois esserdes/esserdas
che essi fossero - chi issos/issas essren

Passato
che io sia stato - chi deo/eo se istadu
che tu sia stato - chi tue ses istadu
che egli sia stato - chi issu set istadu
che noi siamo stati - chi nois semus istados
che voi siate stati - chi bois sedas istados
che essi siano stati - chi issos sen istados

Trapassato
che io fossi stato - chi deo/eo essre istadu
che tu fossi stato - chi tue essres istadu
che egli fosse stato - chi issu essret istadu
che noi fossimo stati - chi nois essermus istados
che voi foste stati - chi bois esserdas istados
che essi fossero stati - chi issos essren istados

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)
io sarei - deo/eo dia essere
tu saresti - tue dias essere
egli sarebbe - issu/issa/isse diat essere
noi saremmo - nois dimus essere
voi sareste - bois didas essere
essi sarebbero - issos/issas dan essere

Passato
io sarei stato - deo/eo dia essere istadu
tu saresti stato - tue dias essere istadu
egli sarebbe stato - issu/issa/isse diat essere istadu/istada
noi saremmo stati - nois diemus essere istados
voi sareste stati - bois diedas essere istados
essi sarebbero stati - issos/issas dian essere istados/istadas

IMPERATIVO

Presente

sii - ses/sas
sia - set, sat
siamo - simus
siate - sidas
siano - sen/san

INFINITO

Presente
essere - essere

Passato
essere stato - essere istadu

PARTICIPIO

Presente
ente - sende, essende

Passato
stato - istadu

GERUNDIO

Presente
essendo - essende

Passato
essendo stato - essende istadu


Il verbo Avere - Here

Premessa sulle H, io preferisco scriverlo con l'H alla maniera Latina, cosi come veniva scritto anche nel Sardo medioevale, e non alla maniera moderna senza H influenzata dalla grammatica Italiana, in effetti l'Italiano e il Francese sono le uniche due lingue neolatine che hanno eliminato l'H dal verbo Avere, mentre rimane l'H in Spagnolo, e Catalano, persino in Inglese e Tedesco che non sono lingue neolatine il verbo avere conserva l'H, quindi non vedo perch noi dovremmo uniformarci alla grafa Italiana, inoltre il Sardo ha conservato persino la stessa pronuncia del verbo in Latino, con l'accento che cade sulla A, e non sulla E come in Italiano, in Latino era "hbere" in Sardo "here", mentre in Italiano l'accento cade sulla prima E, Avre

INDICATIVO

Presente
io ho - deo/eo happo
tu hai - tue has
egli ha - issu/issa/isse hat
noi abbiamo - nois hamus
voi avete - bois hazis
essi hanno - issos/issas han

Imperfetto
io avevo - deo/eo haa/hao
tu avevi - tue hasti
egli aveva - issu/issa/isse haat
noi avevamo - nois hamis
voi avevate - bois hazis
essi avevano - issos/issas haan

Passato Remoto
io ebbi - deo/eo haa/hao
tu avesti - tue hasti
egli ebbe - issu/issa/isse haat
noi avemmo - nois hamis
voi aveste - bois hazis
essi ebbero - issos/issas haan

Passato Prossimo
io ho avuto - deo/eo happo hppidu
tu hai avuto - tue has hppidu
egli ha avuto - issu/issa/isse hat hppidu
noi abbiamo avuto - nois hamus hppidu
voi avete avuto - bois hazis hppidu
essi hanno avuto - issos/issas han hppidu

Trapassato Prossimo
io avevo avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avevi avuto - tue hasti hppidu
egli aveva avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avevamo avuto - nois hamis hppidu
voi avevate avuto - bois hazis hppidu
essi avevano avuto - issos/issas haan hppidu

Trapassato Remoto
io ebbi avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avesti avuto - tue hasti hppidu
egli ebbe avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avemmo avuto - nois hamis hppidu
voi aveste avuto - bois hazis hppidu
essi ebbero avuto - issos/issas haan hppidu

Futuro semplice (il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo, col verbo Avere invece sparisce A/AD)
io avr avuto - deo/eo happo her hppidu
tu avrai avuto - tue has her hppidu
egli avr avuto - issu/issa/isse hat her hppidu
noi avremo avuto - nois hamus her hppidu
voi avrete avuto - bois hazis her hppidu
essi avranno avuto - issos/issas han her hppidu

CONGIUNTIVO

Presente

che io abbia - che deo/eo heppa
che tu abbia - chi tue heppas
che egli abbia - chi issu/issa/isse heppat
che noi abbiamo - chi nois heppmus
che voi abbiate - chi bois heppdas
che essi abbiano - chi issos hppen

Imperfetto
che io avessi - chi deo/eo hare
che tu avessi - chi tue hares
che egli avesse - chi issu/issa/isse haret
che noi avessimo - chi nois haermus
che voi aveste - chi bois haerdes
che essi avessero - chi issos/issas haren

Passato
che io abbia avuto -chi deo/eo heppa hppidu
che tu abbia avuto - chi tue heppas hppidu
che egli abbia avuto - chi issu/issa/isse heppat hppidu
che noi abbiamo avuto - chi nois heppmus hppidu
che voi abbiate avuto - chi bois heppdas hppidu
che essi abbiano avuto - chi issos hppen hppidu

Trapassato
che io avessi avuto - chi deo/eo hare hppidu
che tu avessi avuto - chi tue hares hppidu
che egli avesse avuto - chi issu/issa/isse haret hppidu
che noi avessimo avuto - chi nois haermus hppidu
che voi aveste avuto - chi bois haerdes hppidu
che essi avessero avuto - chi issos/issas haren hppidu

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)

io avrei - deo/eo dia here
tu avresti - tue dias here
egli avrebbe - issu/issa/isse diat here
noi avremmo - nois dimus here
voi avreste - bois didas here
essi avrebbero - issos/issas dan here

Passato
io avrei avuto - deo/eo dia here hppidu
tu avresti avuto - tue dias here hppidu
egli avrebbe avuto - issu/issa/isse diat here hppidu
noi avremmo avuto - nois diemus here hppidu
voi avreste avuto - bois diedas here hppidu
essi avrebbero avuto - issos/issas dian here hppidu

IMPERATIVO

Presente


abbi - hppas
abbia - hppat
abbiamo - heppmus
abbiate - heppdas
abbiano - hppen

INFINITO

Presente

avere - here

Passato
avere avuto - her hppidu

PARTICIPIO

Presente

avente - happende

Passato
avuto - hppidu

GERUNDIO

Presente

avendo - happende

Passato
avendo avuto - happende hppidu

saludos

prossimamente aggiungo anche le 4 coniugazioni dei verbi regolari






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015

Google Sardegna


Pubblicit

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 16/06/2015 : 18:41:08  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie su grodde,

In ogni modo, hai fatto bene.

Unu saludu mannu.






 Regione Estero  ~ Citt: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 12/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 16/06/2015 : 20:43:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Messaggio di Grodde

salute a tutti, vorrei inaugurare una nuova sezione sulla grammatica Sarda, in questo caso del Logudorese, visto che questo conosco, non mi ricordo se ce ne fosse gi un'altra di discussione o se andata persa nei meandri del forum col passare degli anni, comunque si potrebbe cominciare dalle coniugazioni dei verbi Essere e Avere (Essere e Here), poi pi in la potrei aggiungere le altre quattro tipologie di coniugazioni

ESSERE

INDICATIVO

Presente
io sono - deo/eo so
tu sei - tue ses
egli - issu/issa/isse est (maschile, femminile, neutro)
noi siamo - nois semus
voi siete - bois sezis
essi sono - issos/issas sun

Imperfetto
io ero - deo/eo fia/fio
tu eri - tue fisti
egli era - issu/issa/isse fit
noi eravamo - nois fmis
voi eravate - bois fzis
essi erano - issos/issas fin

Passato Remoto
io fui - deo/eo fia/fio
tu fosti - tue fisti
egli fu - issu fit
noi fummo - nois fmis
voi foste - bois fzis
essi furono - issos/issas fin

Passato Prossimo
io sono stato - deo/eo so istadu
tu sei stato - tue ses istadu
egli stato - issu est istadu
noi siamo stati - nois semus istados
voi siete stati - bois sezis istados
essi sono stati - issos/issas sun istados/istadas

Trapassato Prossimo
io ero stato - deo/eo fia/fio istadu
tu eri stato - tue fisti istadu
egli era stato - issu fit istadu
noi eravamo stati - nois fmis istados
voi eravate stati - bois fzis istados
essi erano stati - issos/issas fin istados/istadas

Trapassato Remoto
io fui stato - deo/eo fia/fio istadu
tu fosti stato - tue fisti istadu
egli fu stato - issu fit istadu
noi fummo stati - nois fmis istados
voi foste stati - bois fzis istados
essi furono stati - issos/issas fin istados/istadas

Futuro semplice
(il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo)

io sar - deo/eo happo a essere
tu sarai - tue has a essere
egli sar - issu/issa/isse hat a essere
noi saremo - nois hamus a essere
voi sarete - bois hazis a essere
essi saranno - issos/issas han a essere

Futuro Anteriore
io sar stato - deo/eo happo a essere istadu
tu sarai stato - tue has a essere istadu
egli sar stato - issu hat a essere istadu
noi saremo stati - nois hamus a essere istados
voi sarete stati - bois hazis a essere istados
essi saranno stati - issos/issas han a essere istados

CONGIUNTIVO

Presente
che io sia - chi deo/eo sie/sia
che tu sia - chi tue ses/sas
che egli sia - chi issu/issa/isse set/sat
che noi siamo - chi nois simus
che voi siate - chi bois sidas
che essi siano - chi issos/issas sen/san

Imperfetto
che io fossi - chi deo/eo essre
che tu fossi - chi tue essres
che egli fosse - chi issu essret
che noi fossimo - chi nois essermus
che voi foste - chi bois esserdes/esserdas
che essi fossero - chi issos/issas essren

Passato
che io sia stato - chi deo/eo se istadu
che tu sia stato - chi tue ses istadu
che egli sia stato - chi issu set istadu
che noi siamo stati - chi nois semus istados
che voi siate stati - chi bois sedas istados
che essi siano stati - chi issos sen istados

Trapassato
che io fossi stato - chi deo/eo essre istadu
che tu fossi stato - chi tue essres istadu
che egli fosse stato - chi issu essret istadu
che noi fossimo stati - chi nois essermus istados
che voi foste stati - chi bois esserdas istados
che essi fossero stati - chi issos essren istados

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)
io sarei - deo/eo dia essere
tu saresti - tue dias essere
egli sarebbe - issu/issa/isse diat essere
noi saremmo - nois dimus essere
voi sareste - bois didas essere
essi sarebbero - issos/issas dan essere

Passato
io sarei stato - deo/eo dia essere istadu
tu saresti stato - tue dias essere istadu
egli sarebbe stato - issu/issa/isse diat essere istadu/istada
noi saremmo stati - nois diemus essere istados
voi sareste stati - bois diedas essere istados
essi sarebbero stati - issos/issas dian essere istados/istadas

IMPERATIVO

Presente

sii - ses/sas
sia - set, sat
siamo - simus
siate - sidas
siano - sen/san

INFINITO

Presente
essere - essere

Passato
essere stato - essere istadu

PARTICIPIO

Presente
ente - sende, essende

Passato
stato - istadu

GERUNDIO

Presente
essendo - essende

Passato
essendo stato - essende istadu


Il verbo Avere - Here

Premessa sulle H, io preferisco scriverlo con l'H alla maniera Latina, cosi come veniva scritto anche nel Sardo medioevale, e non alla maniera moderna senza H influenzata dalla grammatica Italiana, in effetti l'Italiano e il Francese sono le uniche due lingue neolatine che hanno eliminato l'H dal verbo Avere, mentre rimane l'H in Spagnolo, e Catalano, persino in Inglese e Tedesco che non sono lingue neolatine il verbo avere conserva l'H, quindi non vedo perch noi dovremmo uniformarci alla grafa Italiana, inoltre il Sardo ha conservato persino la stessa pronuncia del verbo in Latino, con l'accento che cade sulla A, e non sulla E come in Italiano, in Latino era "hbere" in Sardo "here", mentre in Italiano l'accento cade sulla prima E, Avre

INDICATIVO

Presente
io ho - deo/eo happo
tu hai - tue has
egli ha - issu/issa/isse hat
noi abbiamo - nois hamus
voi avete - bois hazis
essi hanno - issos/issas han

Imperfetto
io avevo - deo/eo haa/hao
tu avevi - tue hasti
egli aveva - issu/issa/isse haat
noi avevamo - nois hamis
voi avevate - bois hazis
essi avevano - issos/issas haan

Passato Remoto
io ebbi - deo/eo haa/hao
tu avesti - tue hasti
egli ebbe - issu/issa/isse haat
noi avemmo - nois hamis
voi aveste - bois hazis
essi ebbero - issos/issas haan

Passato Prossimo
io ho avuto - deo/eo happo hppidu
tu hai avuto - tue has hppidu
egli ha avuto - issu/issa/isse hat hppidu
noi abbiamo avuto - nois hamus hppidu
voi avete avuto - bois hazis hppidu
essi hanno avuto - issos/issas han hppidu

Trapassato Prossimo
io avevo avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avevi avuto - tue hasti hppidu
egli aveva avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avevamo avuto - nois hamis hppidu
voi avevate avuto - bois hazis hppidu
essi avevano avuto - issos/issas haan hppidu

Trapassato Remoto
io ebbi avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avesti avuto - tue hasti hppidu
egli ebbe avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avemmo avuto - nois hamis hppidu
voi aveste avuto - bois hazis hppidu
essi ebbero avuto - issos/issas haan hppidu

Futuro semplice (il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo, col verbo Avere invece sparisce A/AD)
io avr avuto - deo/eo happo her hppidu
tu avrai avuto - tue has her hppidu
egli avr avuto - issu/issa/isse hat her hppidu
noi avremo avuto - nois hamus her hppidu
voi avrete avuto - bois hazis her hppidu
essi avranno avuto - issos/issas han her hppidu

CONGIUNTIVO

Presente

che io abbia - che deo/eo heppa
che tu abbia - chi tue heppas
che egli abbia - chi issu/issa/isse heppat
che noi abbiamo - chi nois heppmus
che voi abbiate - chi bois heppdas
che essi abbiano - chi issos hppen

Imperfetto
che io avessi - chi deo/eo hare
che tu avessi - chi tue hares
che egli avesse - chi issu/issa/isse haret
che noi avessimo - chi nois haermus
che voi aveste - chi bois haerdes
che essi avessero - chi issos/issas haren

Passato
che io abbia avuto -chi deo/eo heppa hppidu
che tu abbia avuto - chi tue heppas hppidu
che egli abbia avuto - chi issu/issa/isse heppat hppidu
che noi abbiamo avuto - chi nois heppmus hppidu
che voi abbiate avuto - chi bois heppdas hppidu
che essi abbiano avuto - chi issos hppen hppidu

Trapassato
che io avessi avuto - chi deo/eo hare hppidu
che tu avessi avuto - chi tue hares hppidu
che egli avesse avuto - chi issu/issa/isse haret hppidu
che noi avessimo avuto - chi nois haermus hppidu
che voi aveste avuto - chi bois haerdes hppidu
che essi avessero avuto - chi issos/issas haren hppidu

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)

io avrei - deo/eo dia here
tu avresti - tue dias here
egli avrebbe - issu/issa/isse diat here
noi avremmo - nois dimus here
voi avreste - bois didas here
essi avrebbero - issos/issas dan here

Passato
io avrei avuto - deo/eo dia here hppidu
tu avresti avuto - tue dias here hppidu
egli avrebbe avuto - issu/issa/isse diat here hppidu
noi avremmo avuto - nois diemus here hppidu
voi avreste avuto - bois diedas here hppidu
essi avrebbero avuto - issos/issas dian here hppidu

IMPERATIVO

Presente


abbi - hppas
abbia - hppat
abbiamo - heppmus
abbiate - heppdas
abbiano - hppen

INFINITO

Presente

avere - here

Passato
avere avuto - her hppidu

PARTICIPIO

Presente

avente - happende

Passato
avuto - hppidu

GERUNDIO

Presente

avendo - happende

Passato
avendo avuto - happende hppidu

saludos

prossimamente aggiungo anche le 4 coniugazioni dei verbi regolari
per me che ho cominciato a conoscere il sardo attraverso la variante campidanese (grazie alla grammatica inviatami da Gonariu) un'occasione anche per confrontarle tutt'e due, anche se, comunque, il libro dal quale sto studiando in ogni capitolo fa i relativi paragoni tra campidanese e logudorese negli argomenti che vengono via via trattati.
Dovrei ad esempio rivedere quali sono i tempi che mancano nel campidanese, a parte il part. presente almeno non mi confondo passando da una variante all'altra.
Le varie discussioni che ho visitato (quelle in cui si scrive in Sardo), non hanno ancora sviluppato questo argomento
Grazie Grodde per aver creato questo spazio.
Unu saludu a tie.






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Citt: milano  ~  Messaggi: 441  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: 13/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 17/06/2015 : 10:34:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Paola, penso di poterti dare qualche regoletta pratica per aiutarti col sistema verbale sardo per quanto riguarda i tempi semplici; se hai fatto latino alle superiori (non so che studi tu abbia fatto), vedrai che quello che vale in sardo tante volte vale anche in latino. Parto dal nuorese che pi facile da questo punto di vista per poi estendere il ragionamento al campidanese che rispetto al nuorese meno conservativo rispetto al latino. Prendiamo un verbo in -are della prima coniugazione come "amare", ricordati queste definizioni: la desinenza dell'infinito a rigore non -are (questo va bene dirlo in un disorso semplificato) ma -re. Ama- il tema (cio la parte invariabile del verbo) dove in esso distinguiamo am- che la radice (che quella che contiene l'idea della parola in generale e dalla quale coll'aggiunta di suffissi ricavi altri termini, come "amore" dove alla radice am- aggiungi il suffisso -ore) e -a- che si dice vocale tematica. Come ricavi allora i diversi tempi semplici ? Le desinenze nel verbo indicano la persona e nel nuorese di Orotelli sono: -o (o nessuna desinenza come nell'imperfetto e nel congiuntivo), -s, -t, -mus, -des, -n; tenuto conto di questo coniugare il presente indicativo di amare semplicissimo: aggiungi al tema ama- le desinenze che ti ho scritto sopra e hai: amo, amas amat, amamus, amades, aman. "Amo" in apparenza non segue questa regola in quanto nel latino pi antico era "amao" per poi passare ad "amo" per maggiore facilit di pronuncia dei parlanti. Per fare l'imperfetto indicativo, stesso ragionamento, ma devi aggiungere al tema ama- prima delle desinenze di sopra il suffisso temporale dell'imperfetto che -ia-, quindi hai amaia-, quindi hai amaia (o amaio), amaias, amaiat, amaiamus, amaiades, amaian. Per il gerundio presente la desinenza -nde, aggiunto al tema ama- hai amande, facile no ? Per il campidanese hai che sostanzialmente vale lo stesso discorso con qualche complicazione in pi in quanto esso si allontanato dal latino pi del nuorese, se prendi il verbo "amai" la desinenza dell'infinito -i (ti tralascio come da amare latino si sia arrivati ad amai), il tema sempre ama-, la desinenza del gerundio -ndi (ricorda che ad -e finale del nuorese e del logudorese hai -i in campidanese) ma la vocale tematica si addolcita in -e- e quindi hai amendi (e non amandi). Tenendo presente queste cose non avrai pi problemi colla coniugazione dei verbi in sardo ma te ne renderai conto studiando la grammatica del Lepori. A proposito, ti sono arrivate le regole di ortografia del Lepori che ti ho inviato tramite un mio amico in un altro formato che tutti possono aprire ? Quest'amico mi ha detto che il formato pdf non tutti riescono ad aprirlo, fammi sapere !





  Firma di Gonariu 
Agostino Zoroddu

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Citt: Orotelli  ~  Messaggi: 262  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 04/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 17/06/2015 : 11:41:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gonariu ha scritto:

Ciao Paola, penso di poterti dare qualche regoletta pratica per aiutarti col sistema verbale sardo per quanto riguarda i tempi semplici; se hai fatto latino alle superiori (non so che studi tu abbia fatto), vedrai che quello che vale in sardo tante volte vale anche in latino. Parto dal nuorese che pi facile da questo punto di vista per poi estendere il ragionamento al campidanese che rispetto al nuorese meno conservativo rispetto al latino. Prendiamo un verbo in -are della prima coniugazione come "amare", ricordati queste definizioni: la desinenza dell'infinito a rigore non -are (questo va bene dirlo in un disorso semplificato) ma -re. Ama- il tema (cio la parte invariabile del verbo) dove in esso distinguiamo am- che la radice (che quella che contiene l'idea della parola in generale e dalla quale coll'aggiunta di suffissi ricavi altri termini, come "amore" dove alla radice am- aggiungi il suffisso -ore) e -a- che si dice vocale tematica. Come ricavi allora i diversi tempi semplici ? Le desinenze nel verbo indicano la persona e nel nuorese di Orotelli sono: -o (o nessuna desinenza come nell'imperfetto e nel congiuntivo), -s, -t, -mus, -des, -n; tenuto conto di questo coniugare il presente indicativo di amare semplicissimo: aggiungi al tema ama- le desinenze che ti ho scritto sopra e hai: amo, amas amat, amamus, amades, aman. "Amo" in apparenza non segue questa regola in quanto nel latino pi antico era "amao" per poi passare ad "amo" per maggiore facilit di pronuncia dei parlanti. Per fare l'imperfetto indicativo, stesso ragionamento, ma devi aggiungere al tema ama- prima delle desinenze di sopra il suffisso temporale dell'imperfetto che -ia-, quindi hai amaia-, quindi hai amaia (o amaio), amaias, amaiat, amaiamus, amaiades, amaian. Per il gerundio presente la desinenza -nde, aggiunto al tema ama- hai amande, facile no ? Per il campidanese hai che sostanzialmente vale lo stesso discorso con qualche complicazione in pi in quanto esso si allontanato dal latino pi del nuorese, se prendi il verbo "amai" la desinenza dell'infinito -i (ti tralascio come da amare latino si sia arrivati ad amai), il tema sempre ama-, la desinenza del gerundio -ndi (ricorda che ad -e finale del nuorese e del logudorese hai -i in campidanese) ma la vocale tematica si addolcita in -e- e quindi hai amendi (e non amandi). Tenendo presente queste cose non avrai pi problemi colla coniugazione dei verbi in sardo ma te ne renderai conto studiando la grammatica del Lepori. A proposito, ti sono arrivate le regole di ortografia del Lepori che ti ho inviato tramite un mio amico in un altro formato che tutti possono aprire ? Quest'amico mi ha detto che il formato pdf non tutti riescono ad aprirlo, fammi sapere !
ciao Gonariu! Ti ringrazio per i consigli che mi hai dato finora. Purtroppo da ragazza ho fatto una stupidaggine facendo solo due anni obbligatori di latino (frequentavo il liceo linguistico della mia citt); il risultato che ricordo a malapena le declinazioni.
Comunque nella parte che il Lepori dedica ai verbi, si dice che in Campidanese mancano alcuni tempi che sono, per presenti nel Logudorese (se non sbaglio manca il part. presente e il passato remoto, ma non vorrei avere frainteso).
Quando torno a casa dal lavoro controllo se ho ricevuto il formato nuovo dell'ortografia campidanese.
Ci sentiamo!






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Citt: milano  ~  Messaggi: 441  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: 13/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 17/06/2015 : 15:24:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
LE QUATTRO CONIUGAZIONI

I verbi in Sardo ricalcano quasi fedelmente lo schema delle quattro coniugazioni Latine, persino il modo di coniugarli rimasto praticamente uguale, 1a coniugazione, verbi in ARE, 2a ERE, 3a ERE, 4a IRE. Con levoluzione della lingua molti verbi che in origine appartenevano alla terza coniugazione sono passati alla seconda, perci la terza non ne ha moltissimi. Discorso a parte invece i verbi in Campidanese che hanno seguito una linea evolutiva diversa, vengono dai verbi Latini cosidetti deponenti che avevano gli infiniti in ARI,ERI,I,IRI. Col passare del tempo per gli infiniti in Campidanese hanno perso la R, e oggi sono AI,EI,I,IRI (alcuni conservano ancora la R mi sembra)

VERBO ANDARE, 1a CONIUGAZIONE

INDICATIVO

PRESENTE

io vado deo/eo ando
tu vai tue ndas
egli va issu ndat
noi andiamo nois andmus
voi andate bois anddes
essi vanno issos ndan

IMPERFETTO
io andavo deo/eo andaa/andao
tu andavi tue andasti
egli andava issu andaat
noi andavamo nois andamis
voi andavate bois andazis
essi andavano - issos andaan

PASSATO REMOTO
io andai deo/eo andaa/andao
tu andasti tue andasti
egli and issu andaat
noi andammo nois andamis
voi andaste bois andazis
essi andarono - issos andaan

PASSATO PROSSIMO
io sono andato deo/eo so andadu
tu sei andato tue ses andadu
egli andato issu est andadu
noi siamo andati nois semus andados
voi siete andati bois sezis andados
essi sono andati issos sun andados

TRAPASSATO PROSSIMO
io ero andato - deo/eo fia andadu
tu eri andato tue fisti andadu
egli era andato issu fit andadu
noi eravamo andati nois fimis andados
voi eravate andati bois fizis andados
essi erano andati issos fin andados

TRAPASSATO REMOTO
io fui andato - deo/eo fia andadu
tu fosti andato tue fisti andadu
egli fu andato issu fit andadu
noi fummo andati nois fimis andados
voi foste andati bois fizis andados
essi furono andati issos fin andados

FUTURO SEMPLICE
io andr deo/eo happo ad andare
tu andrai tue has ad andare
egli andr issu hat ad andare
noi andremo nois hamus ad andare
voi andrete bois hazis ad andare
essi andranno - issos han ad andare

FUTURO ANTERIORE
io sar andato deo/eo happo a essere andadu
tu sarai andato tue has a essere andadu
egli sar andato issu hat a essere andadu
noi saremo andati nois hamus a essere andados
voi sarete andati bois hazis a essere andados
essi saranno andati issos han a essere andados

CONGIUNTIVO

PRESENTE

che io vada chi deo/eo ande
che tu vada chi tue ndes
che egli vada chi issu ndet
che noi andiamo chi nois andmus
che voi andiate chi bois anddas
che essi vadano chi issos nden

IMPERFETTO
che io andassi chi deo/eo andre
che tu andassi chi tue andres
che egli andasse chi issu andret
che noi andassimo chi nois andermus
che voi andaste chi bois anderdes
che essi andassero chi issos andren

PASSATO
che io sia andato chi deo/eo sie andadu
che tu sia andato chi tue sies andadu
che egli sia andato chi issu siet andadu
che noi siamo andati chi nois simus andados
che voi siate andati chi bois sidas andados
che essi siano andati chi issos sen andados

CONDIZIONALE

PRESENTE

io andrei deo/eo dia andare
tu andresti tue das andare
egli andrebbe issu dat andare
noi andremmo nois dimus andare
voi andreste bois didas andare
essi andrebbero issos dan andare

PASSATO
io sarei andato deo/eo essre andadu forma alternativa deo/eo fia istadu andadu
tu saresti andato tue essres andadu forma alternativa tue fisti istadu andadu
egli sarebbe andato issu essret andadu forma alternativa issu fit istadu andadu
noi saremmo andati nois essermus andados forma alternativa nois fimis istados andados
voi sareste andati bois esserdes andados forma alternativa bois fizis istados andados
essi sarebbero andati issos essren andados forma alternativa issos fin istados andados

IMPERATIVO

PRESENTE


va, vai, va' - bae
vada - ndet
andiamo aj, aje, ajzi
andate - bazi
vadano nden

INFINITO

PRESENTE

andare andare

PASSATO
essere andato essere andadu

PARTICIPIO

PRESENTE

andante - andende

PASSATO
andato andadu

GERUNDIO

PRESENTE

andando - andende

PASSATO
essendo andato essende andadu

Questa era la prima coniugazione, due parole sul gerundio e sullimperfetto, questi due tempi hanno alcune variazioni allinterno dellarea Logudorese-Nuorese, il gerundio nel Logudorese settentrionale finisce sempre in ENDE, mentre nel Logudorese centro-meridionale finisce in ENDE,INDE, ANDE, in Nuorese finisce in ENDE,ANDE, in Campidanese invece finisce in ENDI,ENDU.
Anche limperfetto ha alcune variazioni allinterno dellarea Logudorese-Nuorese, per esempio, il verbo Amare citato da Gonariu,

Imperfetto

amaa/amao
amaas
amaat
amaimus
amaades
amaan

mentre io allimperfetto lo coniugo cosi :

amaa/amao
amasti
amaat
amamis
amazis
amaan

Queste discrepanze sono dovute al fatto che limperfetto in Sardo la fusione di due diversi tempi verbali Latini, limperfetto e il perfetto, e in vari luoghi ha prevalso pi la somiglianza con uno o con laltro tempo verbale, per il resto la coniugazione dei verbi tra Logudorese e Nuorese pressoch identica.

ecco il verbo all Imperfetto in Latino per fare il paragone

amabam
amabas
amabat
amabamus
amabatis
amabant

e cosi in Perfetto

amavi
amavisti
amavit
amavimus
amavistis
amaverunt

sembra che i nostri antenati avessero fatto un p di confusione tra i due tempi verbali fondendoli in un unico tempo, paragonandolo col Logudorese di oggi e ipotizzando come dovesse suonare fondendo i due tempi verbali del Latino popolare post-impero Romano, doveva essere qualcosa del genere

amaa/amao -> amavibam
amasti o amaas -> amavisti, amavibas
amaat -> amavibat
amamis o amaimus -> amavibimus o amavibamus
amazis o amaades - > amavistis, amavibates
amaan -> amavibant




prossimamente aggiungo le altre coniugazioni, ciao alla prossima!

saludos






Modificato da - Grodde in data 17/06/2015 15:32:29

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 17/06/2015 : 16:45:56  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Paola,

per quanto riguarda il tuo studio del sardo due anni di latino durante i primi due anni del liceo linguistico vanno benissimo, io ho fatto tutta la grammatica latina al ginnasio (i primi due anni del liceo classico), poi al triennio del liceo (corrispondenti a terza, quarta e quinta superiore) non ho pi fatto grammatica ma traduzione degli autori latini e studio della letteratura latina. Col tempo le cose lentamente ma inesorabilmente si dimenticano, ma se hai bisogno di riprenderti in mano certe cose non come se le facessi per la prima volta !
Per quanto riguarda certi tempi e modi verbali in sardo, bisogna dire che:
a) il participio presente sparito completamente dal sardo attuale, tranne qualche fossile linguistico rimasto come sostantivo (ad esempio i logudorese "molente" che il participio presente del verbo "mlere" = "macinare" che vuol dire "asino" in quanto l'asino faceva girare la mola per macinare il grano; in campidanese "molenti" dal verbo "molli") o addirittura come cognome (ad Orotelli c' il cognome "Cherente" che il participio presente del verbo "chrrere" = "volere").
b) il passato remoto completamente sparito dal sardo parlato, sia logudorese che campidanese. In logudorese di uso poetico, (se leggi le poesie di Murenu lo trovi oppure nei gosos), in campidanese ho letto che sopravvive in qualche dialetto del Sulcis, ma mentre per il logudorese ho trovato la sua coniugazione completa sia nella grammatica del Lepori che nella grammatica logudorese del Pittau, per il campidanese solo nel libro che la provincia di Cagliari ha fatto per dare regole per tutti per scrivere il campidanese sono riuscito a trovarlo e neanche la coniugazione completa, ma solamente la prima persona singolare e la terza persona singolare e plurale, quindi la sua sparizione nel campidanese pressoch totale. D'altronde parlando in italiano non so che farmene del passato remoto, non l'uso mai e lo sostituisco senza tanti problemi o col passato prossimo o col trapassato prossimo e cos facciamo tutti in Sardegna.
c) per il congiuntivo imperfetto, mentre in campidanese c' e si usa (ma lo puoi sostuire benissimo o coll'imperfetto indicativo o col condizionale), in logudorese c' e deriva direttamente dall'imperfetto congiuntivo latino ma ....... non ha pi lo stesso uso ed diventato un infinito che usa le desinenze verbali indicanti le persone che ti ho scritto prima, ti faccio un esempio per essere pi chiaro: per dire "a restituirvelo con salute" nel sardo parlato a Noro citt puoi dire 1) " a bollu torrare chin salude" (col normale infinito) 2) a bollu "torraremus chin salude". Dalla terminazione -aremus riconosci che un congiuntivo imperfetto ma se lo traduci col congiuntivo imperfetto italiano il senso non torna affatto ! Al posto del congiuntivo imperfetto italiano anche in logudorese/nuorese si usa o l'imperfetto indicativo o il condizionale. L'osservazione che ti stata fatta che il sardo ha un uso diverso dei tempi verbali e dei modi rispetto all'italiano vera e la condivido.






  Firma di Gonariu 
Agostino Zoroddu

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Citt: Orotelli  ~  Messaggi: 262  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 04/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 17/06/2015 : 18:15:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ci sono tanti esempi da fare sulla differenza nell'uso dei tempi verbali tra Sardo e Italiano

quelli gi citati, con infinito + ci, che invece in Sardo usano il congiuntivo presente

* non andarci = no bi andes, non farlo = no lu fettas, non preoccuparti = no ti preccupes, non preoccupatevi = no bos preoccupdas

un altro esempio, dove in Italiano si usa il condizionale passato, in Sardo invece si usa il congiuntivo imperfetto

* non ci saresti dovuto andare = no b'essres andadu, non avresti dovuto farlo = no l'hares fattu

altri tipi di frasi come le interrogative o le affermative in Sardo hanno una costruzione diversa dall'Italiano

*siete fratelli? = frades szis? si siamo fratelli = emmo, frades semus (fratelli siete?, si, fratelli siamo)
*ci sei andato dal dottore? = andadu bi ses dae su duttore? (andato ci sei dal dottore?), si ci sono andato = emmo, andadu bi so (si, andato ci sono)

altri esempi di costruzione delle frasi diversa dall'Italiano

va bene? = bene ndat?

come stai? = si pu tradurre in due modi : coment'stas? oppure comente ses? (come sei)

mentre nella forma di cortesia si usa il Voi, in Sardo non esiste dare del Lei come in Italiano

come state? = coment'istdes? oppure comente szis? (come siete?)

come ti chiami? = anche qui si traduce in due modi : comente ti jamas? oppure "itte ti naras?"(che cosa ti dici)

chi sono i tuoi genitori? = fizu de chie ses? (figlio di chi sei?)


saludos!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 17/06/2015 : 18:46:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Messaggio di Grodde

salute a tutti, vorrei inaugurare una nuova sezione sulla grammatica Sarda, in questo caso del Logudorese, visto che questo conosco, non mi ricordo se ce ne fosse gi un'altra di discussione o se andata persa nei meandri del forum col passare degli anni, comunque si potrebbe cominciare dalle coniugazioni dei verbi Essere e Avere (Essere e Here), poi pi in la potrei aggiungere le altre quattro tipologie di coniugazioni

ESSERE

INDICATIVO

Presente
io sono - deo/eo so
tu sei - tue ses
egli - issu/issa/isse est (maschile, femminile, neutro)
noi siamo - nois semus
voi siete - bois sezis
essi sono - issos/issas sun

Imperfetto
io ero - deo/eo fia/fio
tu eri - tue fisti
egli era - issu/issa/isse fit
noi eravamo - nois fmis
voi eravate - bois fzis
essi erano - issos/issas fin

Passato Remoto
io fui - deo/eo fia/fio
tu fosti - tue fisti
egli fu - issu fit
noi fummo - nois fmis
voi foste - bois fzis
essi furono - issos/issas fin

Passato Prossimo
io sono stato - deo/eo so istadu
tu sei stato - tue ses istadu
egli stato - issu est istadu
noi siamo stati - nois semus istados
voi siete stati - bois sezis istados
essi sono stati - issos/issas sun istados/istadas

Trapassato Prossimo
io ero stato - deo/eo fia/fio istadu
tu eri stato - tue fisti istadu
egli era stato - issu fit istadu
noi eravamo stati - nois fmis istados
voi eravate stati - bois fzis istados
essi erano stati - issos/issas fin istados/istadas

Trapassato Remoto
io fui stato - deo/eo fia/fio istadu
tu fosti stato - tue fisti istadu
egli fu stato - issu fit istadu
noi fummo stati - nois fmis istados
voi foste stati - bois fzis istados
essi furono stati - issos/issas fin istados/istadas

Futuro semplice
(il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo)

io sar - deo/eo happo a essere
tu sarai - tue has a essere
egli sar - issu/issa/isse hat a essere
noi saremo - nois hamus a essere
voi sarete - bois hazis a essere
essi saranno - issos/issas han a essere

Futuro Anteriore
io sar stato - deo/eo happo a essere istadu
tu sarai stato - tue has a essere istadu
egli sar stato - issu hat a essere istadu
noi saremo stati - nois hamus a essere istados
voi sarete stati - bois hazis a essere istados
essi saranno stati - issos/issas han a essere istados

CONGIUNTIVO

Presente
che io sia - chi deo/eo sie/sia
che tu sia - chi tue ses/sas
che egli sia - chi issu/issa/isse set/sat
che noi siamo - chi nois simus
che voi siate - chi bois sidas
che essi siano - chi issos/issas sen/san

Imperfetto
che io fossi - chi deo/eo essre
che tu fossi - chi tue essres
che egli fosse - chi issu essret
che noi fossimo - chi nois essermus
che voi foste - chi bois esserdes/esserdas
che essi fossero - chi issos/issas essren

Passato
che io sia stato - chi deo/eo se istadu
che tu sia stato - chi tue ses istadu
che egli sia stato - chi issu set istadu
che noi siamo stati - chi nois semus istados
che voi siate stati - chi bois sedas istados
che essi siano stati - chi issos sen istados

Trapassato
che io fossi stato - chi deo/eo essre istadu
che tu fossi stato - chi tue essres istadu
che egli fosse stato - chi issu essret istadu
che noi fossimo stati - chi nois essermus istados
che voi foste stati - chi bois esserdas istados
che essi fossero stati - chi issos essren istados

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)
io sarei - deo/eo dia essere
tu saresti - tue dias essere
egli sarebbe - issu/issa/isse diat essere
noi saremmo - nois dimus essere
voi sareste - bois didas essere
essi sarebbero - issos/issas dan essere

Passato
io sarei stato - deo/eo dia essere istadu
tu saresti stato - tue dias essere istadu
egli sarebbe stato - issu/issa/isse diat essere istadu/istada
noi saremmo stati - nois diemus essere istados
voi sareste stati - bois diedas essere istados
essi sarebbero stati - issos/issas dian essere istados/istadas

IMPERATIVO

Presente

sii - ses/sas
sia - set, sat
siamo - simus
siate - sidas
siano - sen/san

INFINITO

Presente
essere - essere

Passato
essere stato - essere istadu

PARTICIPIO

Presente
ente - sende, essende

Passato
stato - istadu

GERUNDIO

Presente
essendo - essende

Passato
essendo stato - essende istadu


Il verbo Avere - Here

Premessa sulle H, io preferisco scriverlo con l'H alla maniera Latina, cosi come veniva scritto anche nel Sardo medioevale, e non alla maniera moderna senza H influenzata dalla grammatica Italiana, in effetti l'Italiano e il Francese sono le uniche due lingue neolatine che hanno eliminato l'H dal verbo Avere, mentre rimane l'H in Spagnolo, e Catalano, persino in Inglese e Tedesco che non sono lingue neolatine il verbo avere conserva l'H, quindi non vedo perch noi dovremmo uniformarci alla grafa Italiana, inoltre il Sardo ha conservato persino la stessa pronuncia del verbo in Latino, con l'accento che cade sulla A, e non sulla E come in Italiano, in Latino era "hbere" in Sardo "here", mentre in Italiano l'accento cade sulla prima E, Avre

INDICATIVO

Presente
io ho - deo/eo happo
tu hai - tue has
egli ha - issu/issa/isse hat
noi abbiamo - nois hamus
voi avete - bois hazis
essi hanno - issos/issas han

Imperfetto
io avevo - deo/eo haa/hao
tu avevi - tue hasti
egli aveva - issu/issa/isse haat
noi avevamo - nois hamis
voi avevate - bois hazis
essi avevano - issos/issas haan

Passato Remoto
io ebbi - deo/eo haa/hao
tu avesti - tue hasti
egli ebbe - issu/issa/isse haat
noi avemmo - nois hamis
voi aveste - bois hazis
essi ebbero - issos/issas haan

Passato Prossimo
io ho avuto - deo/eo happo hppidu
tu hai avuto - tue has hppidu
egli ha avuto - issu/issa/isse hat hppidu
noi abbiamo avuto - nois hamus hppidu
voi avete avuto - bois hazis hppidu
essi hanno avuto - issos/issas han hppidu

Trapassato Prossimo
io avevo avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avevi avuto - tue hasti hppidu
egli aveva avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avevamo avuto - nois hamis hppidu
voi avevate avuto - bois hazis hppidu
essi avevano avuto - issos/issas haan hppidu

Trapassato Remoto
io ebbi avuto - deo/eo haa/hao hppidu
tu avesti avuto - tue hasti hppidu
egli ebbe avuto - issu/issa/isse haat hppidu
noi avemmo avuto - nois hamis hppidu
voi aveste avuto - bois hazis hppidu
essi ebbero avuto - issos/issas haan hppidu

Futuro semplice (il futuro in Sardo composto dal presente indicativo del verbo Avere (Here) + A / AD + infinito dell'altro verbo, col verbo Avere invece sparisce A/AD)
io avr avuto - deo/eo happo her hppidu
tu avrai avuto - tue has her hppidu
egli avr avuto - issu/issa/isse hat her hppidu
noi avremo avuto - nois hamus her hppidu
voi avrete avuto - bois hazis her hppidu
essi avranno avuto - issos/issas han her hppidu

CONGIUNTIVO

Presente

che io abbia - che deo/eo heppa
che tu abbia - chi tue heppas
che egli abbia - chi issu/issa/isse heppat
che noi abbiamo - chi nois heppmus
che voi abbiate - chi bois heppdas
che essi abbiano - chi issos hppen

Imperfetto
che io avessi - chi deo/eo hare
che tu avessi - chi tue hares
che egli avesse - chi issu/issa/isse haret
che noi avessimo - chi nois haermus
che voi aveste - chi bois haerdes
che essi avessero - chi issos/issas haren

Passato
che io abbia avuto -chi deo/eo heppa hppidu
che tu abbia avuto - chi tue heppas hppidu
che egli abbia avuto - chi issu/issa/isse heppat hppidu
che noi abbiamo avuto - chi nois heppmus hppidu
che voi abbiate avuto - chi bois heppdas hppidu
che essi abbiano avuto - chi issos hppen hppidu

Trapassato
che io avessi avuto - chi deo/eo hare hppidu
che tu avessi avuto - chi tue hares hppidu
che egli avesse avuto - chi issu/issa/isse haret hppidu
che noi avessimo avuto - chi nois haermus hppidu
che voi aveste avuto - chi bois haerdes hppidu
che essi avessero avuto - chi issos/issas haren hppidu

CONDIZIONALE

Presente (il condizionale in Sardo composto dal presente congiuntivo del verbo Dare + infinito dell'altro verbo)

io avrei - deo/eo dia here
tu avresti - tue dias here
egli avrebbe - issu/issa/isse diat here
noi avremmo - nois dimus here
voi avreste - bois didas here
essi avrebbero - issos/issas dan here

Passato
io avrei avuto - deo/eo dia here hppidu
tu avresti avuto - tue dias here hppidu
egli avrebbe avuto - issu/issa/isse diat here hppidu
noi avremmo avuto - nois diemus here hppidu
voi avreste avuto - bois diedas here hppidu
essi avrebbero avuto - issos/issas dian here hppidu

IMPERATIVO

Presente


abbi - hppas
abbia - hppat
abbiamo - heppmus
abbiate - heppdas
abbiano - hppen

INFINITO

Presente

avere - here

Passato
avere avuto - her hppidu

PARTICIPIO

Presente

avente - happende

Passato
avuto - hppidu

GERUNDIO

Presente

avendo - happende

Passato
avendo avuto - happende hppidu

saludos

prossimamente aggiungo anche le 4 coniugazioni dei verbi regolari


Buongiorno su Grodde,

Fimis si trasforma in fimus in una zona che va dall'Anglona al Nuorese, passando per il Monte Acuto e il Goceano. Nel comune di Bulzi, dicono fiamus.

Per fidi, in certi comuni dicono fudi come a Nulvi, Osilo, Ossi, Villanova Monteleone, Ittiri e poi anche nella Planargia e mi sembra sia anche vero per certe zone del Marghine e del Barigadu come a Sedilo (mi ricordo averlo sentito nella bocca di un sedilese). Per fia, fio, dicono "fui"...

E una domanda che mi facevo da tempo, il passato remoto che corrisponde a "fidi" non esiste o piuttosto capisco che si dice la stessa cosa.

A proare a l'iscortigare custu sardu, a bortas est diffitzile...

Unu saludu mannu.






Modificato da - Su foristeri in data 17/06/2015 18:50:49

 Regione Estero  ~ Citt: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 12/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 18/06/2015 : 14:54:53  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Riguardo il discorso del verbo essere allimperfetto, non vale il discorso di cui parlavo sopra, non viene dalla fusione di Imperfetto e Perfetto Latini, ma sembra venire direttamente dal Perfetto, poi ogni zona della Sardegna sembra che labbia distorto a modo suo

cosi suonava il Perfetto in Latino

fui (io fui, sono (o fui) stato)
fuisti
fuit
fuimus
fuistis
fuerunt

e cosi suona in nel mio Logudorese

fa, fio
fisti
ft
fmis
fzis
fn

ho notato comunque che allinterno dellarea Logudorese limperfetto ha tante variabili, ogni zona lha modificato a modo suo

fa, fo, fuo, fui
fisti, fisi, fusti, fusi
ft, fut, fudi, fidi
fmis, fmus, fmis
fzis, fzis
fn, fun, fni, fini

queste sono le forme che mi vengono in mente, probabilmente ce ne sono anche altre

saludu!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 18/06/2015 : 15:48:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
LA 2 CONIUGAZIONE, I VERBI IN ERE

qualche esempio : pdere (potere) pnere, pnnere (mettere) tnere, tnnere (tenere) tendere (distendere, stendere), rere (cadere), crrere (correre), crere (credere)

nella seconda coniugazione sono confluiti moltissimi verbi che in origine in Latino appartenevano alla terza, e che avevano la coniugazione del presente come i verbi in IRE della quarta coniugazione, entrando nella seconda coniugazione ne hanno acquisito tutte le caratteristiche, compresa la coniugazione del presente

2 Coniugazione : verbo tnere

INDICATIVO

PRESENTE

io tengo deo/eo tenzo
tu tieni tue tnes
egli tiene issu tnet
noi teniamo nois tenmus
voi tenete bois tendes
essi tengono issos tnen

IMPERFETTO
io tenevo deo/et tena/teno
tu tenevi tue tenisti
egli teneva issu tenat
noi tenevamo nois tenmis
voi tenevate bois tenzis
essi tenevano issos tenan

PASSATO REMOTO
io tenni, tenetti deo/eo tena/teno
tu tenesti tue tenisti
egli tenne issu tenat
noi tenemmo nois tenmis
voi teneste bois tenzis
essi tennero issos tenan

PASSATO PROSSIMO
io ho tenuto deo/eo happo tentu
tu hai tenuto tue has tentu
egli ha tenuto issu hat tentu
noi abbiamo tenuto nois hamus tentu
voi avete tenuto bois hazis tentu
essi hanno tenuto issos han tentu

TRAPASSATO PROSSIMO
io avevo tenuto deo/eo haa tentu
tu avevi tenuto tue hasti tentu
egli aveva tenuto issu haat tentu
noi avevamo tenuto nois hamis tentu
voi avevate tenuto bois hazis tentu
essi avevano tenuto issos haan tentu

TRAPASSATO REMOTO
io ebbi tenuto deo/eo haa tentu
tu avesti tenuto tue hasti tentu
egli ebbe tenuto issu haat tentu
noi avemmo tenuto nois hamis tentu
voi aveste tenuto bois hazis tentu
essi ebbero tenuto issos haan tentu

FUTURO SEMPLICE
io terr deo/eo happo a tnere
tu terrai tue has a tnere
egli terr issu hat a tnere
noi terremo nois hamus a tnere
voi terrete bois hazis a tnere
essi terranno issos han a tnere

FUTURO ANTERIORE
io avr tenuto deo/eo happher tentu
tu avrai tenuto tue has her tentu
egli avr tenuto issu hat her tentu
noi avremo tenuto nois hamus her tentu
voi avrete tenuto bois hazis her tentu
essi avranno tenuto issos han her tentu

CONGIUNTIVO

PRESENTE

che io tenga chi deo/eo tenza
che tu tenga chi tue tenzas
che egli tenga chi issu tenzat
che noi teniamo chi nois tenzmus
che voi teniate chi bois tenzdas
che essi tengano chi issos tnzen/tnzan

IMPERFETTO
che io tenessi chi deo/eo tenzre
che tu tenessi chi tue tenzres
che egli tenesse chi issu tenzret
che noi tenessimo chi nois tenzermus
che voi teneste chi bois tenzerdas
che essi tenessero chi issos tenzren

PASSATO
che io abbia tenuto chi deo/eo heppa tentu
che tu abbia tenuto chi tue heppas tentu
che egli abbia tenuto chi issu heppat tentu
che noi abbiamo tenuto chi nois heppmus tentu
che voi abbiate tenuto chi bois heppdas tentu
che essi abbiano tenuto chi issos hppen tentu

TRAPASSATO
che io avessi tenuto chi deo/eo hare tentu
che tu avessi tenuto chi tue hares tentu
che egli avesse tenuto chi issu haret tentu
che noi avessimo tenuto chi nois haermus tentu
che voi aveste tenuto chi bois haerdes tentu
che essi avessero tenuto chi issos haren tentu

CONDIZIONALE

PRESENTE

io terrei deo/eo dia tnere
tu terresti tue das tnere
egli terrebbe issu dat tnere
noi terremmo nois dimus tnere
voi terreste bois didas tnere
essi terrebbero issos dan tnere

PASSATO
Io avrei tenuto deo/eo da her tentu forma alternativa deo/eo haa hppidu tentu
tu avresti tenuto tue das her tentu forma alternativa tue hasti hppidu tentu
egli avrebbe tenuto issu dat her tentu forma alternativa issu haat hppidu tentu
noi avremmo tenuto nois dimus her tentu forma alternativa nois hamis hppidu tentu
voi avreste tenuto bois didas her tentu forma alternativa bois hazis hppidu tentu
essi avrebbero tenuto issos dan her tentu forma alternativa issos haan hppidu tentu

IMPERATIVO

PRESENTE

tieni - tene
tenga - tnzat
teniamo - tenimus
tenete - tende
tengano tnzan

INFINITO

PRESENTE

tenere tnere, tnnere

PASSATO
avere tenuto her tentu

PARTICIPIO

PRESENTE

tenente - tenzende

PASSATO
tenuto tentu

GERUNDIO

PRESENTE

tenendo - tenzende

PASSATO
avendo tenuto happende tentu

ERRATA CORRIGE
ricontrollando la prima coniugazione mi sono accorto di aver dimenticato il congiuntivo trapassato di andare e di averlo invertito col condizionale passato, sono tempi verbali cosi poco usati che un errore ci pu anche stare!
dovrebbero essere cosi

CONGIUNTIVO TRAPASSATO DI ANDARE
che io fossi andato chi deo/eo essre andadu
che tu fossi andato chi tue essres andadu
che egli fosse andato chi issu essret andadu
che noi fossimo andati chi nois essermus andados
che voi foste andati chi bois esserdes andados
che essi fossero andati chi issos essren andados

CONDIZIONALE PASSATO DI ANDARE
io sarei andato deo/eo dia essere andadu forma alternativa deo/eo fia istadu andadu
tu saresti andato tue das essere andadu forma alternativa tue fisti istadu andadu
egli sarebbe andato issu dat essere andadu forma alternativa issu fit istadu andadu
noi saremmo andati nois dimus essere andados forma alternativa nois fimis istados andados
voi sareste andati bois didas essere andados forma alternativa bois fizis istados andados
essi sarebbero andati issos dan essere andados forma alternativa issos fin istados andados

saludos! prossimamente le altre coniugazioni


p.s.

ricollegandoci al discorso di Gonariu sui participi presenti, vero che in Sardo sono praticamente scomparsi e sostituiti interamente dal gerundio, per esempio le seguenti frasi :

s'abba est buddende
su sole est falende

le possiamo tradurre in due diversi modi : l'acqua bollente oppure l'acqua sta bollendo; il sole calante o il sole sta scendendo, e cosi via per tutte le altre frasi dove ci sarebbe il participio presente, si usa direttamente il gerundio

come diceva Gonariu esistono dei "fossili" linguistici del participio presente, sotto forma di aggettivi, penso che a cercarli si conterebbero sulle dita di una mano, me ne vengono in mente alcuni, :

su molente = l'asino addetto ad azionare "sa mola", normalmente asino "inu" in Logudorese, molente invece era solo l'asino addetto a quell'operazione
s'ischente = l'apprendista
mancante = deficiente, imbecille

saludos!








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 18/06/2015 : 16:36:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per Grodde: iscusa Grodde: su verbu italianu "cadere" si podet tradere puru chin "falare" o puru deo happo impreadu de nobu su gadduresu?
Grazias meda dae sa Folkettara






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Citt: milano  ~  Messaggi: 441  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: 13/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 18/06/2015 : 17:42:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Per Grodde: iscusa Grodde: su verbu italianu "cadere" si podet tradere puru chin "falare" o puru deo happo impreadu de nobu su gadduresu?
Grazias meda dae sa Folkettara


diciamo di si, anche se il suo significato principale "scendere"

vero che a volte "falare" viene usato come sinonimo di "cadere", per il significato esatto scendere, calare, lo stesso verbo esiste identico anche in lingua Corsa "fal" con lo stesso significato del Sardo, potrebbero derivare entrambi dal Catalano "devallar" o da qualche altro verbo Latino

ad esempio :

sono sceso dalle scale = so faladu dae sas iscalas

ma se faccio una modifica alla frase e aggiungo "che o nde" (ci, ne)

che / nde so faladu dae sas iscalas = ci / ne sono sceso dalle scale, sarebbe come dire che ne sono sceso malamente

che so faladu ind'unu fossu = ci sono caduto in un fosso


le stesse frasi le possiamo benissimo tradurre anche usando il verbo rere, che molto pi usato in questo senso rispetto a "falare", rere viene direttamente dal Latino "rere" (crollare, cadere rovinosamente)

che / nde so ruttu dae sas iscalas = ci / ne sono caduto dalle scale

che so ruttu ind'unu fossu = ci sono caduto in un fosso

che so ruttu in terra = ci sono caduto per terra

poi esistono anche tanti altri sinonimi di cadere :

rere = cadere
falare = scendere / cadere
boccinare = inciampare
trunchinare = inciampare, fare una storta
trambuccare = inciampare a causa di un ostacolo non visto, tipo un gradino, una pietra (la radice del verbo la stessa dell'italiano "trabocchetto")
iscradiare = inciampare su qualcosa di sdrucciolevole
illisciare = scivolare a causa di acqua o ghiaccio

p.s.

alcuni suggerimenti sulla tua traduzione


- "impreadu" va bene come verbo, molto Nuorese, credo che esista simile anche in Campidanese, in Logudorese invece usiamo pi dire "impittadu", verbo "impittare", esiste anche qui "impreare" anche se meno usato

- anche "chin" va bene, molto Nuorese come modo di dire, mentre nel resto dell'isola si usa dire "cun"

- "de nobu" non mi suona molto, che io sappia in tutta la Sardegna "di nuovo" si traduce con "torra" (torna), pensa che esiste identico anche in Corsica "torna = di nuovo", inoltre "nobu" non l'ho mai sentito dire, solitamente in Logudorese e persino in Campidanese si dice "nou" mentre in alcune zone del Nuorese ho sentito dire "novu"

ad esempio :

oggi sono andato di nuovo dal dottore = hoe so andadu torra dae su duttore
oggi ho mangiato di nuovo pasta = hoe happo manigadu torra maccarrones

dal verbo "torrare" (tornare, ritornare, restituire)

-anche grazias medas, suona un p strano, io avrei detto "medas grazias / grascias", l'uso di "meda" a volte pu disorientare, in certe situazioni si mette prima in altre dopo

ad esempio :

molta gente : zente meda
molto bene : bene meda
molto grande : mannu meda
da molto tempo : dae tempus meda

a medas annos : letteralmente "a molti anni", viene usato come augurio




saludos!







Modificato da - Grodde in data 18/06/2015 18:03:20

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 18/06/2015 : 21:04:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grodde ha scritto:

Folkettara Dilettante ha scritto:

Per Grodde: iscusa Grodde: su verbu italianu "cadere" si podet tradere puru chin "falare" o puru deo happo impreadu de nobu su gadduresu?
Grazias meda dae sa Folkettara


diciamo di si, anche se il suo significato principale "scendere"

vero che a volte "falare" viene usato come sinonimo di "cadere", per il significato esatto scendere, calare, lo stesso verbo esiste identico anche in lingua Corsa "fal" con lo stesso significato del Sardo, potrebbero derivare entrambi dal Catalano "devallar" o da qualche altro verbo Latino

ad esempio :

sono sceso dalle scale = so faladu dae sas iscalas

ma se faccio una modifica alla frase e aggiungo "che o nde" (ci, ne)

che / nde so faladu dae sas iscalas = ci / ne sono sceso dalle scale, sarebbe come dire che ne sono sceso malamente

che so faladu ind'unu fossu = ci sono caduto in un fosso


le stesse frasi le possiamo benissimo tradurre anche usando il verbo rere, che molto pi usato in questo senso rispetto a "falare", rere viene direttamente dal Latino "rere" (crollare, cadere rovinosamente)

che / nde so ruttu dae sas iscalas = ci / ne sono caduto dalle scale

che so ruttu ind'unu fossu = ci sono caduto in un fosso

che so ruttu in terra = ci sono caduto per terra

poi esistono anche tanti altri sinonimi di cadere :

rere = cadere
falare = scendere / cadere
boccinare = inciampare
trunchinare = inciampare, fare una storta
trambuccare = inciampare a causa di un ostacolo non visto, tipo un gradino, una pietra (la radice del verbo la stessa dell'italiano "trabocchetto")
iscradiare = inciampare su qualcosa di sdrucciolevole
illisciare = scivolare a causa di acqua o ghiaccio

p.s.

alcuni suggerimenti sulla tua traduzione


- "impreadu" va bene come verbo, molto Nuorese, credo che esista simile anche in Campidanese, in Logudorese invece usiamo pi dire "impittadu", verbo "impittare", esiste anche qui "impreare" anche se meno usato

- anche "chin" va bene, molto Nuorese come modo di dire, mentre nel resto dell'isola si usa dire "cun"

- "de nobu" non mi suona molto, che io sappia in tutta la Sardegna "di nuovo" si traduce con "torra" (torna), pensa che esiste identico anche in Corsica "torna = di nuovo", inoltre "nobu" non l'ho mai sentito dire, solitamente in Logudorese e persino in Campidanese si dice "nou" mentre in alcune zone del Nuorese ho sentito dire "novu"

ad esempio :

oggi sono andato di nuovo dal dottore = hoe so andadu torra dae su duttore
oggi ho mangiato di nuovo pasta = hoe happo manigadu torra maccarrones

dal verbo "torrare" (tornare, ritornare, restituire)

-anche grazias medas, suona un p strano, io avrei detto "medas grazias / grascias", l'uso di "meda" a volte pu disorientare, in certe situazioni si mette prima in altre dopo

ad esempio :

molta gente : zente meda
molto bene : bene meda
molto grande : mannu meda
da molto tempo : dae tempus meda

a medas annos : letteralmente "a molti anni", viene usato come augurio




saludos!


beh anche provando a leggere gli interventi delle discussioni in sardo che ho trovato in questo sito, inevitabile che mi confonda: ad esempio credevo che la prep. "cun" fosse usata solo in Campidanese... Inoltre in una di queste discussioni in sardo (non ricordo quale) avevo detto "meda grazias" per un altro utente se ricordo bene mi aveva corretto con "grazias meda", ma magari ho frainteso. dato che come sai il sardo lo sto imparando da poco sono ancora un po' disorientata.
Nos bidimus!






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Citt: milano  ~  Messaggi: 441  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: 13/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 18/06/2015 : 22:57:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per l'imperfetto del verbo ssere nel sardo di Orotelli mi sembra che sia il presente indicativo del verbo fio (essere fatto, divenire, accadere nel latino classico) con qualche lieve variazione, in latino il presente di fio :

fio
fis
fit
fimus
fitis
fiunt

nel sardo di Orotelli l'imperfetto del verbo essere :

fippo
fis
fit
fimus
fides
fin

Nel campidanese e nel logudorese in generale si prende il tema fi- dell'antico fio, a cui si aggiunge il suffisso temporale dell'imperfetto -ia- (colla contrazione della i del tema fi- colla i del suffisso tempoarale -ia- in un'unica i, pi le desinenze indicanti le persone (-o o nessuna desinenza, -s, -t, ,-mus, -zes o -zis, -nt, come risulta dalla grammatica del Pittau per il logudorese; -u o nessuna desinenza, -st, -t, -us, -is, -nt per il campidanese di Sanluri che io parlo). Bisogna dire che tra il significato del latino fio e quello del verbo essere usato come predicato verbale la differenza non grande e questo deve aver fatto soppiantare l'imperfetto del verbo essere del latino classico (eram, eras, erat, eramus, eratis, erant) a favore di nuove forme, in rumeno vi stato qualcosa di simile per altri tempi (l'infinito "a fi" ed il participio passato "fost"). Verrebbe quindi questa coniugazione:

a) logudorese letterario:

fia, fio
fias
fiat
fimus
fizis, fizes
fiant

b) campidanese di Sanluri:

fia, fiu
fiast
fiat
fiaus
fiais
fiant

le altre forme, sia in campidanese che in logudorese, si rifanno anche al tema fu- dell'antico perfetto latino del verbo essere (sum, es, fui, esse, forme fondamentali), ma a questo punto il discorso diventa molto vario, Grodde ha comunque riportato prima tutte le possibili forme che si trovano nell'area logudorese in maniera abbastanza particolareggiata.






  Firma di Gonariu 
Agostino Zoroddu

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Citt: Orotelli  ~  Messaggi: 262  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 04/08/2020 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 19/06/2015 : 14:52:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
LA 3a CONIUGAZIONE


La terza coniugazione composta da verbi con linfinito in ERE, ma si differenziano da quelli della seconda perch hanno la coniugazione del presente indicativo uguale a quella dei verbi della quarta coniugazione. Con levoluzione della lingua, moltissimi verbi che in origine appartenevano a questa coniugazione sono confluiti nella seconda o nella quarta assumendone tutte le caratteristiche, perci i verbi rimasti nella terza non sono moltissimi, me ne vengono in mente alcuni, e tutti molto simili tra loro

ad esempio : permittere (permettere) promittere (promettere) dimittere (dimettere) trasmittere (trasmettere) cummittere (commettere) ripitere (ripetere)


ci sono anche alcuni verbi che in origine appartenevano alla quarta e che sono passati alla terza acquisendo linfinito in ERE

ad esempio :

abrrere (aprire, in origine in Latino era aperre, ed ancora pronunciato cosi in certe zone del Logudoro o del Nuorese)
iscobrrere (scoprire, idem come sopra, in alcune zone pronunciato iscobrire)

CONIUGAZIONE DEL VERBO PERMITTERE

INDICATIVO

PRESENTE

io permetto deo/eo permitto
tu permetti tue permttis
egli permette issu permttit
noi permettiamo nois permittmus
voi permettete bois permittdes
essi permettono issos permttin

IMPERFETTO
io permettevo deo/eo permitta
tu permettevi tue permittisti
egli permetteva issu permittat
noi permettevamo nois permittmis
voi permettevate bois permittzis
essi permettevano issos permittan

PASSATO REMOTO
io permisi deo/eo permitta
tu permettesti tue permittisti
egli permise issu permittat
noi permettemmo nois permittmis
voi permetteste bois permittzis
essi permisero issos permittan

PASSATO PROSSIMO
io ho permesso deo/eo happo permissu / permttidu
tu hai permesso tue has permissu
egli ha permesso issu hat permissu
noi abbiamo permesso nois hamus permissu
voi avete permesso bois hazis permissu
essi hanno permesso issos han permissu

TRAPASSATO PROSSIMO
io avevo permesso deo/eo haa permissu / permttidu
tu avevi permesso tue hasti permissu
egli aveva permesso issu haat permissu
noi avevamo permesso nois hamis permissu
voi avevate permesso bois hazis permissu
essi avevano permesso issos haan permissu

TRAPASSATO REMOTO
io ebbi permesso deo/eo haa permissu / permttidu
tu avesti permesso tue hasti permissu
egli ebbe permesso issu haat permissu
noi avemmo permesso nois hamis permissu
voi aveste permesso bois hazis permissu
essi ebbero permesso issos haan permissu

FUTURO SEMPLICE
io permetter deo/eo happo a permittere
tu permetterai tue has a permittere
egli permetter issu hat a permittere
noi permetteremo nois hamus a permittere
voi permetterete bois hazis a permittere
essi permetteranno issos han a permittere

FUTURO ANTERIORE
io avr permesso deo/eo happhere permissu / permttidu
tu avrai permesso tue has here permissu
egli avr permesso issu hat here permissu
noi avremo permesso nois hamus here permissu
voi avrete permesso bois hzis here permissu
essi avranno permesso issos han here permissu

CONGIUNTIVO

PRESENTE

che io permetta chi deo/eo permitta
che tu permetta chi tue permittas
che egli permetta chi issu permittat
che noi permettiamo chi nois permittmus
che voi permettiate chi bois permittdas
che essi permettano chi issos permtten / permttan

IMPERFETTO
che io permettessi chi deo/eo permittre
che tu permettessi chi tue permittres
che egli permettesse chi issu permittret
che noi permettessimo chi nois permittermus
che voi permetteste chi bois permitterdes
che essi permettessero chi issos permittren

PASSATO
che io abbia permesso chi deo/eo heppa permissu / permttidu
che tu abbia permesso chi tue heppas permissu
che egli abbia permesso chi issu heppat permissu
che noi abbiamo permesso chi nois heppmus permissu
che voi abbiate permesso chi bois heppdas permissu
che essi abbiano permesso chi issos hppen permissu

TRAPASSATO
che io avessi permesso chi deo/eo hare permissu / permttidu
che tu avessi permesso chi tue hares permissu
che egli avesse permesso chi issu haret permissu
che noi avessimo permesso chi nois haermus permissu
che voi aveste permesso chi bois haerdes permissu
che essi avessero permesso chi issos haren permissu

CONDIZIONALE

PRESENTE

io permetterei deo/eo dia permittere
tu permetteresti tue das permittere
egli permetterebbe issu dat permittere
noi permetteremmo nois dimus permittere
voi permettereste bois didas permittere
essi permetterebbero issos dan permittere

PASSATO
io avrei permesso deo/eo dia her permissu forma alternativa deo/eo haa hppidu permissu
tu avresti permesso tue das her permissu forma alternativa tue hasti hppidu permissu
egli avrebbe permesso issu dat her permissu forma alternativa issu haat hppidu permissu
noi avremmo permesso nois dimus her permissu forma alternativa nois hamis hppidu permissu
voi avreste permesso bois didas her permissu forma alternativa bois hazis hppidu permissu
essi avrebbero permesso issos dan her permissu forma alternativa issos haan hppidu permissu

IMPERATIVO

PRESENTE

permetti - permitte
permetta - permittat
permettiamo - permittmus
permettete - permittde
permettano permtten, permttan

INFINITO

PRESENTE

permettere - permittere

PASSATO
avere permsso here permissu / permttidu

PARTICIPIO

PRESENTE

permettente permittende

PASSATO
permesso permissu, permttidu

GERUNDIO

PRESENTE

permettendo - permittende

PASSATO
avendo permesso happende permissu / permttidu


saludos! prossimamente la quarta coniugazione






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Citt: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 11 Discussione  
Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000