Forum Sardegna - Grammatica lingua Sarda, variante Logudorese
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: La festa di Nostra Signora delle Grazie si celebra a Nuoro il 21 novembre. Preceduta da una novena molto partecipata dai fedeli di Nuoro e dei paesi vicini, il giorno della festa i rappresentanti della Municipalità si recano alla messa solenne con un corteo in costume, recando in dono 12 ceri (secondo il numero degli antici rioni della città) per sciogliere il voto perpetuo fatto nel 1812 dal Consiglio Comunale come ringraziamento alla Madonna per aver scampato la città da un'epidemia di peste.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Lingua Sarda
 Grammatica lingua Sarda, variante Logudorese
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 11

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 29/06/2015 : 09:07:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gonariu ha scritto:

Il fenomeno della lisca ci doveva essere anticamente anche nel sardo di Orotelli, in una de "Sas doichi paràulas" si dice: "sas undimillichentas vìlzines", al giorno d'oggi "vìlzine" si dice vìrzine" e ho sentito un altro esempio da un mio parente che però non cito perché è un po' volgare.
Forse non dovrei intervenire perché non sono di madrelingua gallurese, ma ho l'impressione che in Gallura non ci sia quel tipo di pronuncia che si ritrova nel sassarese; tutt'al più è mosto presente la "lisca" =es. "molti", "solti", "poltu" e altri termini che non mi vengono in mente. Magari avrei bisogno di conferma da parte di qualche utente madrelingua... nei canti galluresi che ho imparato non ho trovato traccia di "asprata laterale" sassaese, ma posso sbagliarmi.
Unu saludu dae sa "folkettara"






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 29/06/2015 : 09:22:13  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Iscusade si calchi borta deo iscrio male, ma sa tastiera mia ogni tantu no iscriet sas literas chi deo cherzo de iscriere.
Saludos






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 29/06/2015 : 10:36:08  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Gonariu ha scritto:

Il fenomeno della lisca ci doveva essere anticamente anche nel sardo di Orotelli, in una de "Sas doichi paràulas" si dice: "sas undimillichentas vìlzines", al giorno d'oggi "vìlzine" si dice vìrzine" e ho sentito un altro esempio da un mio parente che però non cito perché è un po' volgare.
Forse non dovrei intervenire perché non sono di madrelingua gallurese, ma ho l'impressione che in Gallura non ci sia quel tipo di pronuncia che si ritrova nel sassarese; tutt'al più è mosto presente la "lisca" =es. "molti", "solti", "poltu" e altri termini che non mi vengono in mente. Magari avrei bisogno di conferma da parte di qualche utente madrelingua... nei canti galluresi che ho imparato non ho trovato traccia di "asprata laterale" sassaese, ma posso sbagliarmi.
Unu saludu dae sa "folkettara"


Mi sembrava avere spiegato bene le cose ma boh !

Paola, l'espirata laterale non esiste nel dialetto gallurese...!!!!!!!!!!

In ora bona !






 Regione Estero  ~ Città: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 12/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 29/06/2015 : 11:14:24  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Gonariu ha scritto:

Il fenomeno della lisca ci doveva essere anticamente anche nel sardo di Orotelli, in una de "Sas doichi paràulas" si dice: "sas undimillichentas vìlzines", al giorno d'oggi "vìlzine" si dice vìrzine" e ho sentito un altro esempio da un mio parente che però non cito perché è un po' volgare.
Forse non dovrei intervenire perché non sono di madrelingua gallurese, ma ho l'impressione che in Gallura non ci sia quel tipo di pronuncia che si ritrova nel sassarese; tutt'al più è mosto presente la "lisca" =es. "molti", "solti", "poltu" e altri termini che non mi vengono in mente. Magari avrei bisogno di conferma da parte di qualche utente madrelingua... nei canti galluresi che ho imparato non ho trovato traccia di "asprata laterale" sassaese, ma posso sbagliarmi.
Unu saludu dae sa "folkettara"



bisognerebbe chiedere a qualche Gallurese, io non sono sicuro dato che abito lontano dalla Gallura e non conosco Galluresi; per esempio, a Sassari usano questa espirata laterale per pronunciare "chistu", in Gallura lo scrivono allo stesso modo, ma non sono sicuro della pronuncia, in Corsica scrivono "quistu" e pronunciano "chistu", senza espirata laterale, mentre il fenomeno della lisca è ampiamente diffuso in tutto il nord, da Olbia e a sud fino alla zona di Siniscola mi pare, a ovest fino alla costa di Bosa e paesi vicini, se ne trova qualche traccia anche nel Sardo parlato a Santu Lussurgiu, Abbasanta, Ghilarza, che è un Logudorese con molti prestiti di vocabolario dal Campidanese






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 29/06/2015 : 13:14:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Su foristeri ha scritto:

Folkettara Dilettante ha scritto:

Gonariu ha scritto:

Il fenomeno della lisca ci doveva essere anticamente anche nel sardo di Orotelli, in una de "Sas doichi paràulas" si dice: "sas undimillichentas vìlzines", al giorno d'oggi "vìlzine" si dice vìrzine" e ho sentito un altro esempio da un mio parente che però non cito perché è un po' volgare.
Forse non dovrei intervenire perché non sono di madrelingua gallurese, ma ho l'impressione che in Gallura non ci sia quel tipo di pronuncia che si ritrova nel sassarese; tutt'al più è mosto presente la "lisca" =es. "molti", "solti", "poltu" e altri termini che non mi vengono in mente. Magari avrei bisogno di conferma da parte di qualche utente madrelingua... nei canti galluresi che ho imparato non ho trovato traccia di "asprata laterale" sassaese, ma posso sbagliarmi.
Unu saludu dae sa "folkettara"


Mi sembrava avere spiegato bene le cose ma boh !

Paola, l'espirata laterale non esiste nel dialetto gallurese...!!!!!!!!!!

In ora bona !
Scusa, devo avere saltato qualche punto, infatti... In effetti anche da quello che ho letto su Wikipedia ho la conferma che non esiste la "lsht" in gallurese... Susami di nuovo se non ho letto bene il tuo post.
Saluti






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 30/06/2015 : 10:50:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Su foristeri ha scritto:

Folkettara Dilettante ha scritto:

Gonariu ha scritto:

Il fenomeno della lisca ci doveva essere anticamente anche nel sardo di Orotelli, in una de "Sas doichi paràulas" si dice: "sas undimillichentas vìlzines", al giorno d'oggi "vìlzine" si dice vìrzine" e ho sentito un altro esempio da un mio parente che però non cito perché è un po' volgare.
Forse non dovrei intervenire perché non sono di madrelingua gallurese, ma ho l'impressione che in Gallura non ci sia quel tipo di pronuncia che si ritrova nel sassarese; tutt'al più è mosto presente la "lisca" =es. "molti", "solti", "poltu" e altri termini che non mi vengono in mente. Magari avrei bisogno di conferma da parte di qualche utente madrelingua... nei canti galluresi che ho imparato non ho trovato traccia di "asprata laterale" sassaese, ma posso sbagliarmi.
Unu saludu dae sa "folkettara"


Mi sembrava avere spiegato bene le cose ma boh !

Paola, l'espirata laterale non esiste nel dialetto gallurese...!!!!!!!!!!

In ora bona !
Scusa, devo avere saltato qualche punto, infatti... In effetti anche da quello che ho letto su Wikipedia ho la conferma che non esiste la "lsht" in gallurese... Susami di nuovo se non ho letto bene il tuo post.
Saluti


Quest'ultimo sbaglio avrà forse... permesso di fare la risposta a Su Grodde... Boh !






Modificato da - Su foristeri in data 30/06/2015 10:51:04

 Regione Estero  ~ Città: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 12/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 30/06/2015 : 14:36:06  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tornando al discorso dei "falsi amici" nell'elenco di Grodde c'è anche il verbo "arribare"; a questo proposito vorrei citare dei versi cantati da un cantadore di cui non rcordo il nome: "dae su continente/hat depidu arribare/unu aviatore....". Qui io avevo interpretato il verbo proprio on ilsignificato italiano di "arrivare", ma anche in questo caso non sono molto sicura.
Saluti






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 30/06/2015 : 19:12:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
è altamente possibile che il poeta intendesse dire proprio arrivare, se non sbaglio in alcune zone del Nuorese dicono arribare

il fenomeno della trasformazione da B a V (Betacismo) o viceversa è ampiamente diffuso in tutta l'isola, si riscontrava già nel Latino parlato in Sardegna nel V° secolo, quasi tutte le parole che in Latino iniziavano per V in Sardo iniziano per B o viceversa

ad esempio :

Videre = Bidere (vedere)
Vitrum = Bidru (vetro)
Vocem = Boghe (voce)
Vena = Bena (sorgente)
Vacca = Bacca (mucca)

Tornando al discorso di falsi amici e sinonimi, ci sono una miriade di verbi con più di un significato

qualche esempio :

Torrare : come abbiamo già visto significa, tornare, ritornare, restituire, ma viene anche usato come sinonimo di vomitare
Buttare : idem come sopra, non significa buttare ma vomitare, un ulteriore sinonimo è "bumbitare"
Faghere : il significato principale è "fare", ma viene anche usato come sinonimo di "bastare, essere sufficiente"
Transìdu : non significa transito ma : perplesso
Cumpidare : non significa sillabare, ma "perquisire, frugare", dal Latino "Compitare" : fare i conti; a volte come sinonimo viene usato "Buluzare" (frugare, rivoltare) che a sua volta è anche sinonimo di "mareare" (nauseare)

da non confondere "Cumpidare" con "Cumbidare" (invitare da bere/mangiare)


esempi :

- stavo male e ho vomitato = fio male sentidu e nd'happo torradu totu; fio male sentidu e happo buttadu/bumbitadu
- ti basta la benzina fino a domani? = a ti fàghet sa benzina finza a cras?
- mi hanno raccontato un pettegolezzo e sono rimasto perplesso = m'han nadu unu trobeddu e nde so restadu transìdu
- stanotte sono venuti i ladri e mi hanno frugato la casa = ista notte sun bènnidos sos ladros e m'han buluzadu/cumpidadu sa domo
- i carabinieri hanno perquisito loro la casa = sos carabineris lis han cumpidadu sa domo

saludos!










Modificato da - Grodde in data 30/06/2015 19:14:07

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 02/07/2015 : 08:55:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Iscusade ma calchi borta sa memoria mia est unu pacu macca; no m'ammento piùs n cale variante si podet impittare s'aggettivu dimostrativu "cuddu". Mi paret chi si deo cherzo tradùere s'italianu "quello" deo depo narrere "cussu" in Campidanesu e "cuddu" in Logudoresu, ma deo no 'nde so segura meda.
Saludos






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 02/07/2015 : 11:39:32  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Iscusade ma calchi borta sa memoria mia est unu pacu macca; no m'ammento piùs n cale variante si podet impittare s'aggettivu dimostrativu "cuddu". Mi paret chi si deo cherzo tradùere s'italianu "quello" deo depo narrere "cussu" in Campidanesu e "cuddu" in Logudoresu, ma deo no 'nde so segura meda.
Saludos


in Logudoresu esìstin totos duos : cuddu o cussu

ma a boltas bènin impittados in diversa manera a segunda de sa frase, comunque totos duos in genere chèren nàrrere "quello, quello la"

esempio :

- passami il mestolo; non quello, quello la! = appòrrimi sa trudda; no cussa, cudda!
- scusatemi, è quello l'ufficio del sindaco? no, è quello la = iscusademi, cussu est s'offisciu de su sìndigu? no, est cuddu / cudd'àteru
- perciò = pro cussu (si naro "pro cuddu" no sònat bene)


si naro "cuddu" de solitu est una cosa piùs a tesu (lontano)

saludos!








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 03/07/2015 : 16:14:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Perchè, Quando e Come


In lingua Sarda il Perchè, il Quando e il Come sono leggermente diversi dall'Italiano, infatti esistono due forme per ognuno, esiste un Perchè e un Quando interrogativo, e un Perchè e un Quando affermativo, ed esiste un Come interrogativo e un Come comparativo


Perchè (interrogativo) -> Pro itte, Po itte (letteralmente "per cosa, per che cosa")
Perchè (affermativo) -> Ca (corrisponde al Latino "Quia", il "Ca" si trova identico in Napoletano e nei dialetti del meridione, e anche in Francese "Car" (perchè, poichè)

esempi :

(interrogativo) : se stai male perchè non vai dal dottore? -> si ses male sentidu pro itte no andas dae su duttore?
(affermativo) : non ci vado perchè non sto male -> no bi ando ca no so male sentidu

Quando (interrogativo) -> Cando
Quando (affermativo) -> Da chi (corrisponde all'Italiano "da che", ma in Italiano è un pò antiquato)

esempi :

(interrogativo) : quando ci vai dal dottore? -> Cando bi andas dae su duttore?
(affermativo) : ci vado quando sto male -> Bi ando da chi so male sentidu

Come (interrogativo) -> Comente
Come (comparativo) -> che (si trova identico in Francese e Spagnolo, con la stessa funzione comparativa)

esempi :

(interrogativo) : come state? come facciamo? -> coment'istàdes? comente sèzis? comente faghimus?
(comparativo) : sono alto come te -> so altu che a tie (anche in Francese e Spagnolo funziona allo stesso identico modo : Je suis haut que toi, Yo soy alto que tu)










 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 03/07/2015 : 16:14:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Articoli Determinativi e Indeterminativi

Italiano, Sardo

Determinativi

In Italiano derivano dal Latino, Ille, Illa, Illud

(Singolare) Il, Lo, La
(Plurale) I, Gli, Le


In Sardo invece derivano dal Latino, Ipse, Ipsa, Ipsum

(Singolare) Su, Sa
(Plurale) Sos, Sas (Is in Campidanese)


Indeterminativi

Un, Uno, Una


Unu, Una

In Sardo come per lo Spagnolo gli articoli indeterminativi esistono anche in forma plurale con significato di "circa"

Unos, Unas

esempio :

Ho mangiato circa dieci noci -> Happo manigadu unas deghe nughes
Ho incontrato circa cinque o sei persone per strada -> Happo intoppadu unas chimbe o ses persones in carrela
Ho visto circa tre o quattro cani sotto casa -> Happo 'idu unos tres o bàtor canes sutta 'e domo






Modificato da - Grodde in data 03/07/2015 16:23:59

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 03/07/2015 : 16:22:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I Plurali

In lingua Sarda Logudorese i plurali finiscono in OS, AS, ES, IS, mentre in Campidanese in US, AS, IS




Logudorese

I sostantivi che finiscono in U hanno sempre plurale in OS, e solitamente sono maschili, anche se esistono delle eccezioni, dei sostantivi femminili che finiscono per U, esattamente come in Latino

su ferru - sos ferros
s'oju, sos ojos (l'occhio, gli occhi)
su pilu, sos pilos (il capello, i capelli)


Eccezioni
sa manu - sas manos
sa figu - sas figos (il fico, i fichi) (in Sardo il fico è femminile, come in Latino)


I sostantivi che terminano in A sono tutti femminili e hanno sempre il plurale in AS

sa janna, sas jannas (la porta, le porte)
sa cadrèa, sas cadrèas (la sedia, le sedie)
sa bòvera, sas bòveras (il soffitto, i soffitti)
sa cobertura, sas coberturas (il tetto, i tetti)


I sostantivi che terminano in E hanno plurale in ES e possono essere sia maschili che femminili

su cane, sos canes
su pane, sos panes
s'homine, sos homines (l'uomo, gli uomini)
su grodde, sos groddes (la volpe, le volpi, in Sardo la volpe è maschile)
s'àrvure, sas àrvures (l'albero, gli alberi, in Sardo è femminile)
sa persone, sas persones (la persona, le persone)


I sostantivi singolari che terminano per I hanno sempre plurale in IS, sono sempre maschili, e sono piuttosto rari in Logudorese, solitamente sono riferiti a dei mestieri

su carabineri, sos carabineris
su panatteri, sos panatteris (il panettiere, i panettieri)
su portieri, sos portieris
su cavalieri, sos cavalieris


Campidanese

I plurali in Campidanese hanno alcune differenze rispetto al Logudorese, sono completamente assenti i plurali in OS ed ES, tutti quelli che in Logudorese terminano in OS o ES in Campidanese terminano in US e IS, mentre quelli in AS rimangono uguali, un'altra differenza sta anche nell'articolo plurale, in Campidanese esiste un solo articolo plurale "IS" sia per maschile che femminile (dal Latino "Ipsis"), mentre in Logudorese abbiamo "Sos, Sas" (dal Latino "Ipsos, Ipsas)

su ferru, is ferrus
s'ogu, is ogus (l'occhio, gli occhi)
su pilu, is pilus
sa manu, is manus
sa figu, is figus


sa genna, is gennas (la porta, le porte)
sa cadira, is cadiras (la sedia, le sedie)


su cani, is canis
su pani, is panis
s'homini, is hominis



saludos, nos intendimus!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina

Folkettara Dilettante

Utente Medio


Inserito il - 06/07/2015 : 08:57:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Folkettara Dilettante Invia a Folkettara Dilettante un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Torende a su sostantivu "occhio", deo happo agattadu puru sa traduzione "ogru/ogros"; in cale variante esistit custu sostantivu? Deo creo chi custu siet nugoresu, ma mi poto isbagliare. Saludos P.s.: Deo creia chi "grodde" essèret s.urtimu nomine tou (commente si narat "cognome"?





 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: milano  ~  Messaggi: 432  ~  Membro dal: 07/02/2015  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Grodde

Utente Attivo



Inserito il - 06/07/2015 : 14:09:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Grodde Invia a Grodde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Folkettara Dilettante ha scritto:

Torende a su sostantivu "occhio", deo happo agattadu puru sa traduzione "ogru/ogros"; in cale variante esistit custu sostantivu? Deo creo chi custu siet nugoresu, ma mi poto isbagliare. Saludos P.s.: Deo creia chi "grodde" essèret s.urtimu nomine tou (commente si narat "cognome"?



ogru-ogros o ocru-ocros est in Logudoresu meridionale e in Nugoresu, in Logudoresu centrale e settentrionale naramus "oju", ma sa pronuntzia pòdet mudare dae una zona a s'àtera, ad esempiu, in sa zona mia sa J la pronuntziamus comente una normale I, in àteras zonas est a sa manera de sa J frantzesa, e in àteras ancora la pronuntzian G.

invece "nome e cognome" si narat "nòmene e cognòmene" (Latinu "nomen et cognomen"), mentre curiosamente in Nugoresu naran "lùmene" (chi etimologicamente dìat essere "lume"? o est derivadu dae unu difettu de pronuntzia de "nòmene"), in zona nostra custa paraula esìstit pro su "sopranome" chi si narat "paralùmene" (in Latinu "praenomen")


Su Grodde invece est unu de sos nòmenes de "la volpe", ind'ogni zona de Sardigna hat unu differente nòmene o paralùmene

Grodde, Lodde, su Compare
Mazzone = pro sa coa a forma de mazza?
Mariane = Mariano
Bobore = diminutivu de Servadore (Salvatore)


saludos!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Tana de su Grodde  ~  Messaggi: 930  ~  Membro dal: 05/06/2007  ~  Ultima visita: 12/10/2015 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 11 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000