Forum Sardegna - Commemorazione defunti in Logudoro
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Seulo - Su disterru de Addolì. E' impostato su un incrocio di strette diaclasi verticali che, con due salti, raggiungono la profondità di 43 metri. Camminando sul fondo, verso Nord si sbuca all'aperto a metà di una parete verticale. Verso Sud diventa impercorribile per la ristrettezza dopo 128 metri. Data la genesi della cavità sono del tutto assenti concrezioni.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Tradizioni popolari
 Commemorazione defunti in Logudoro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione  

pilicanu

Utente Medio


Inserito il - 29/10/2014 : 09:51:02  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di pilicanu Invia a pilicanu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Toc, toc,
- Chi è,
- A fagher bene.
Questo era lo scenario che poteva presentarsi a chi, come me, negli anni 60 - 70 del secolo scorso, era poco più che un bimbetto. Il giorno della commemorazione dei defunti, il 2 novembre, da bambini sia andava di casa in casa, per i vicoli stretti dei paesi del Logudoro formulando semplicemente la frase "A FAGHER BENE". Era un augurio di pace un ricordo piacevole e sentito per commemorare chi ormai non c'era più. Tutti indistintamente ricevevano i bimbetti innocenti che con la vocina limpida si presentavano alle padrone di casa. Erano piccole abitazioni, il più delle volte fredde e con il pavimento in terra battuta, ma molto CALOROSE, con la fiamma del camino sempre accesa e un cuore grandissimo. Il profumo della mela cotogna riposta sulle credenze non aveva nulla a che vedere con gli odierni deodoranti.
Ognuno dava quel poco che produceva, mandorle, noci e noccioline, oltre all'agognato melograno e cotogno.
Altri tempi si, ma si insegnava il rispetto dei vivi e dei morti.
Poi i tempi passano e passano le mode, ci si dimentica dei trapassati e quel che è peggio dei vicini di casa; non si parla più in sardo e non si va più a far del bene (nel vero senso del termine).
Di sicuro avevamo meno di adesso...purtroppo o per fortuna a seconda dei punti di vista, nel mezzo - tra gli anni 70 e quelli attuali - abbiamo visto di tutto e di più, il consumismo e ilo materialismo che ha portato all'attuale Halloowin...ebbeh ...ci volevano gli anglosassoni e americani a farci dimenticare la nostra lingua e le nostre radici.
Grazie per avermi letto ed avermi dato l'opportunità di scrivere il mio pensiero e ricordo indelebile del tempo andato
Un abbraccio a tutti da Pilicanu






 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Modena  ~  Messaggi: 111  ~  Membro dal: 01/11/2008  ~  Ultima visita: 22/02/2019

Google Sardegna


Pubblicità

  Discussione  
Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000