Forum Sardegna - Scrittura delle doppie in Sardo.
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Baradili - (in sardo Baradìle) è un comune con meno di 100 abitanti nella provincia di Oristano. È noto per essere il più piccolo comune della Sardegna.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Lingua Sarda
 Scrittura delle doppie in Sardo.
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 8

Rita Niffoi

Utente Medio


Inserito il - 01/07/2012 : 11:51:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rita Niffoi Invia a Rita Niffoi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Caro Aquila, scrivo in italiano perchè questa è la lingua usata in questo forum, ma mi piace anche scrivere in sardo. Capisco il tuo discorso sulle scelte ortografiche e ti assicuro di averci riflettuto molto prima di scrivere il mio vocabolario oranese, sono andata a vedere e ho visto le scelte più disparate, poi ho preso le mie decisioni (certo non è detto che siano le migliori!) e le ho anche spiegate nell'introduzione per i miei quattro lettori. Io però non sono una letterata mancu dae inneddha, no est arte mea, ho scritto per l'amore che ho per la mia lingua e senza pretese! Grazie comunque del tuo parere, è assai interessante! Robur se ti capita di leggere il mio vocabolario dimmi cosa ne pensi, mi interessano pareri e critiche (non troppo feroci, grazie!). Ciao, a menzus viere.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: ...  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 27/06/2012  ~  Ultima visita: 16/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 01/07/2012 : 16:44:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ispondo a robur.q e a Rita Niffoi. A robur.q vorrei dire che per quello che dice sulla Carta de Logu e sull'esistenza della limba de mesania sono completamente d'accordo con lui, forse le altre volte non ho chiarito bene il mio pensiero. Chiaramente la lingua della Carta de Logu come lingua sarda ufficiale va benissimo, a voglia! Io ho fatto il liceo classico poi mi sono laureato in fisica, per questo motivo nel mio ultimo post ho citato la Divina Commedia di Dante e la traduzione della Bibbia in tedesco di Lutero in quanto sono gli esempi che io conosco di passaggio di una lingua dall'oralita' alla dignita' di lingua letteraria; devo dire che non ho pensato proprio alla Carta de Logu, ma essendo tu un laureato in scienze politiche hai anche una prospettiva che io non ho nella mia formazione (c'e' sempre da imparare!). Su quello che dici a Rita posso dire che sto facendo una traduzione in campidanese dell'Inno Akathistos e sto cercando di scriverlo in un campidanese un po' piu' regolare di quello che conosco io, il campidanese di Sanluri, che e' ricco di metatesi, nasalizzazioni e altri fenomeni consonantici (una volta eseguita la traduzione, vorrei darla agli amici della chiesa ortodossa di Quartu Sant'Elena, per questo un po' di tempo fa ti ho chiesto cosa ne pensavi del vocabolario del Casciu). A Rita vorrei dire che la parte dedicata alle preghiere e' molto interessante, penso che l'utilizzero' sicuramente e ti spiego perche'. Io sono per meta' di Orotelli per parte di padre e vi abito per 11 mesi all'anno in quanto insegno a Nuoro. Qualche anno fa il parroco di Orotelli, che avrebbe intenzione di fare un'oratorio in paese, mi ha chiesto di far pregare i bambini dell'oratorio e io stavo pensando di farlo fare in sardo (l'idea e' quindi di adattare le preghiere che tu hai scritto in oranese in orotellese). Volevo anche dirti che essendo Orani vicino ad Orotelli, ho deciso di comprare il tuo vocabolario anche per questo (io ho vissuto buona parte della mia vita a Cagliari, percio' la mia conoscenza del sardo di Orotelli non e' profonda, anche se riesco a parlarlo, ho ancora molto da imparare e penso che a tal fine il tuo vocabolario mi sara' utile). Piuttosto volevo chiederti, perche' non traduci qualcosa, tipo la messa o i Vangeli, nel sardo di Orani ? Sarebbe molto interessante.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 01/07/2012 : 17:03:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Volevo dire ad Aquila che anche io preferirei scrivere in sardo su questo forum, ma da quello che mi e' stato detto pare che chi dirige il forum non sia d'accordo (correggetemi se sbaglio). Riguardo poi se scrivere sedda o sedha (o seddha), sono due modi, entrambi validi, di rendere il suono cacuminale. Che io sappia "dd" e' piu' tradizionale (e io lo preferisco in quanto il suono cacuminale fino a pochi mesi fa non sapevo che cosa fosse e me l'ha fatto capire un mio collega insegnante di Orune, personalmente io ho sempre sentito dd come in italiano), "dh" lo usa Mario Puddu nel suo monumentale dizionario sulla lingua sarda e nella sua grammatica sulla lingua di mesania, poi Rita Niffoi dice che si usava nell'ottocento (non lo sapevo). A questo punto e' solo questione di scelte e di quanto queste scelte siano accettate dalla gente.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

Rita Niffoi

Utente Medio


Inserito il - 01/07/2012 : 18:58:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rita Niffoi Invia a Rita Niffoi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anche Don Pietro Casu usa dh per la d cacuminale nel suo vocabolario della prima metà del secolo scorso. Per me dd va bene per i vocaboli con la lettera d non cacuminale, per esempio adderethare, comunque sono scelte libere nelle varianti locali. Per quanto riguarda le preghiere, ti chiedevo un parere perchè io le trovo proprio forti, in realtà quel piccolo gruppo che ho inserito nel vocabolario fa parte di una raccolta che costituirebbe un lavoro a sè: uso il condizionale perchè non sono ancora sicura di voler procedere (problemi di tempo e di spesa). Bella l'idea delle traduzioni, non ci avevo pensato, ma non credo di avere le capacità!





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: ...  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 27/06/2012  ~  Ultima visita: 16/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

lorson
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 01/07/2012 : 19:26:56  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lorson Invia a lorson un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Volevo dire ad Aquila che anche io preferirei scrivere in sardo su questo forum, ma da quello che mi e' stato detto pare che chi dirige il forum non sia d'accordo (correggetemi se sbaglio)
....non per correggere.....
....si è data la possibilità, anche a chi non parla il sardo, di capire, partecipare ed, eventualmente, contribuire allo scopo del forum: Conoscenza, condivisione e promozione della Sardegna, come è scritto il cima alla pagina.

Comunque ci sono apposite sezioni dove è " obbligatorio " scrivere in sardo.
l. (non sardo)







  Firma di lorson 
Voglio essere, non apparire (L.T.).

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Mortara  ~  Messaggi: 1705  ~  Membro dal: 07/07/2009  ~  Ultima visita: 08/06/2016 Torna all'inizio della Pagina

robur.q

Utente Senior



Inserito il - 01/07/2012 : 21:50:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di robur.q Invia a robur.q un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gonariu ha scritto:

Volevo dire ad Aquila che anche io preferirei scrivere in sardo su questo forum, ma da quello che mi e' stato detto pare che chi dirige il forum non sia d'accordo (correggetemi se sbaglio). Riguardo poi se scrivere sedda o sedha (o seddha), sono due modi, entrambi validi, di rendere il suono cacuminale. Che io sappia "dd" e' piu' tradizionale (e io lo preferisco in quanto il suono cacuminale fino a pochi mesi fa non sapevo che cosa fosse e me l'ha fatto capire un mio collega insegnante di Orune, personalmente io ho sempre sentito dd come in italiano), "dh" lo usa Mario Puddu nel suo monumentale dizionario sulla lingua sarda e nella sua grammatica sulla lingua di mesania, poi Rita Niffoi dice che si usava nell'ottocento (non lo sapevo). A questo punto e' solo questione di scelte e di quanto queste scelte siano accettate dalla gente.

il famoso suono cacuminale!!
Figurati che a Cagliari non esiste e anzi è stigma di "biddunculosità"!!
Al liceo c'eravamo Podda, Zedda e Cabiddu: avevamo un'insegnante di Isili che ci chiamava all'interrogazione con la cacuminale. Sembrava quasi una "gi" . La imitavamo e ci sbellicavamo dalle risate!!!
Mah, sorvoliamo su alcune caratteristiche poco gradevoli dell'accento di Cagliari
Però io non mi ci vedo a cambiarmi su sangunau in Podha, Zedha e Cabidhu.....
Il punto è che in teoria i due suoni hanno origini etimologiche differenti ma quelli provenienti da -LL- , che sono quelli cacuminali, sono assolutamente prevalenti. Gli altri sono totalmente marginali. Inoltre il suono cacuminale è, secondo me, recessivo, e non solo per influenza dell'italiano. Reintrodurlo dove è scomparso la vedo difficile.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: assemini  ~  Messaggi: 1124  ~  Membro dal: 06/06/2009  ~  Ultima visita: 04/05/2013 Torna all'inizio della Pagina

robur.q

Utente Senior



Inserito il - 01/07/2012 : 22:19:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di robur.q Invia a robur.q un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Rita Niffoi ha scritto:

Caro Aquila, scrivo in italiano perchè questa è la lingua usata in questo forum, ma mi piace anche scrivere in sardo. Capisco il tuo discorso sulle scelte ortografiche e ti assicuro di averci riflettuto molto prima di scrivere il mio vocabolario oranese, sono andata a vedere e ho visto le scelte più disparate, poi ho preso le mie decisioni (certo non è detto che siano le migliori!) e le ho anche spiegate nell'introduzione per i miei quattro lettori. Io però non sono una letterata mancu dae inneddha, no est arte mea, ho scritto per l'amore che ho per la mia lingua e senza pretese! Grazie comunque del tuo parere, è assai interessante! Robur se ti capita di leggere il mio vocabolario dimmi cosa ne pensi, mi interessano pareri e critiche (non troppo feroci, grazie!). Ciao, a menzus viere.

Perchè mai dovrei essere feroce? Già ne ho scritto io di caz.... ehm cavolate!!! Ho continuato a studiare e continuo tutt'ora quando posso: nisciunu est nasciu imparau, tantomeno il sottoscritto, e neppure i professoroni di linguistica che si ostinano a fare i sociolinguisti e proposte di politica linguistica non avendone le basi minime. E ciò è una delle cause del fallimento delle proposte fatte.
Chi fa il feroce in discussione come queste, che hanno un'importanza civile molto grande, generalmente è persona poco equilibrata (e fin qui sono affari suoi), ma soprattutto allontana la gente dalla questione linguistica in Sardegna: di tutto si ha bisogno fuorchè di inutili baruffe, polveroni e ripicche personali. Cercherò volentieri in libreria il tuo vocabolario! Ma non scartare la mia proposta: dovresti semplicemente "tradurre" una grammatica logudorese esistente nella varietà del tuo paese. Faresti un gran dono alla tua comunità e, se ci sono da fare delle scelte, le farai (o, se vuoi, le faremo) come le hai fatte col vocabolario. Ajò, mica hai i carabinieri dietro, ma i bambini aspettano strumenti per imparare a scrivere il sardo che parlano.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: assemini  ~  Messaggi: 1124  ~  Membro dal: 06/06/2009  ~  Ultima visita: 04/05/2013 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 02/07/2012 : 10:06:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Volevo dire a Rita Niffoi: se conosci un po' di latino, potresti tentare la traduzione nel sardo di Orani della Messa e della liturgia delle ore (credo che il testo ufficiale della Chiesa su queste cose sia in latino, e non credo che sia il latino di Cicerone). E' vero che ci vuole molto tempo, ma penso che tu abbia le capacita', almeno perche' parli in sardo da quando eri bambina (e poi dopo aver scritto il vocabolario che hai scritto), io invece mi sono deciso a parlare il sardo di Orotelli intorno ai 30 anni (adesso ne ho quasi 45) e anche se lo parlo tranquillamente, non credo che la conoscenza che ne ho sia molto profonda (una volta quest'anno un mio parente di Orotelli mi ha fatto "a sale" con tutta una serie di domande sul sardo di Orotelli) e devo continuare a studiare se voglio migliorarmi. L'idea che ti ha suggerito robur.q sulla grammatica del sardo di Orani e' buona, penso che se tu la scrivessi la comprerei sicuramente.
Vorrei dire a robur.q: penso che tu abbia ragione nel dire che il suono cacuminale sia recessivo, io personalmente quando sento parlare in sardo non lo sento e come ho detto in qualche post fa, mi ha fatto capire come si pronuncia da un collega di Orune. Aggiungo inoltre che a Orotelli non l'ho mai sentito, ho chiesto a mia madre che e' di Sanluri e neanche lei l'ha mai sentito; percio' credo che sia proprio un suono che stia sparendo da tutto il sardo ( piu' o meno come il suono th che a Orotelli sentivo pronunciare da mia nonna paterna, quando ero piccolo mio padre mi ha insegnato a pronunciarlo, ma ormai a Orotelli la gente per dire carne dice petta e non petha come era anticamente).






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 02/07/2012 : 10:17:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Volevo dire a Iorson sulla possibilita' di scrivere in sardo su questo forum: ho scritto "correggetemi se sbaglio" non in senso polemico, ma mi era stato detto da un utente del forum che non si poteva scrivere in sardo ma non con una certezza assoluta; trovo giusto dare la possibilita' di partecipare a questo forum anche a chi non e' sardo. Volevo inoltre chiederti se puoi dirmi quali sono le sezioni del forum in cui e' obbligatorio scrivere in sardo. Grazie e alla prossima.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

Rita Niffoi

Utente Medio


Inserito il - 02/07/2012 : 12:20:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rita Niffoi Invia a Rita Niffoi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A Orani la d cacuminale è assolutamente prevalente, a Orotelli secondo me non esiste, almeno così mi è stato detto anche da anziani del posto, così come il suono th di theraccu, che è invece per loro tzeraccu, come a Ottana (per noi Othana, per loro Otzana). Paese che vai... Dirò una banalità: a me i dialetti piacciono tutti! Soprattutto all'Università ho avuto modo di conoscerne diversi e lo scambio culturale era molto interessante, anche se allora parlare in limba era considerato roba da trogloditi, anche se qualcuno si esprimeva in quello che noi chiamiamo italianu porcheddhinu...





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: ...  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 27/06/2012  ~  Ultima visita: 16/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 02/07/2012 : 22:49:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per quanto riguarda la d cacuminale che a Orotelli non e' presente sono d'accordo con te, ho chiesto questo pomeriggio a mio padre che e' di Orotelli se nel sardo di Orotelli e' presente tale suono e mi ha dato una risposta negativa. Per quanto riguarda il suono th devo contraddirti; esisteva nell' orotellese parlato da mia nonna, ma poi si e' trasformato in t, quindi theraccu é diventato teraccu. Tzeraccu si dice a Sanluri, il paese di mia madre.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

lorson
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 02/07/2012 : 23:54:29  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lorson Invia a lorson un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@:Gonariu, guarda la sezione Limba sarda.
l.







  Firma di lorson 
Voglio essere, non apparire (L.T.).

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Mortara  ~  Messaggi: 1705  ~  Membro dal: 07/07/2009  ~  Ultima visita: 08/06/2016 Torna all'inizio della Pagina

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 03/07/2012 : 13:09:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gonariu ha scritto:

Per quanto riguarda la d cacuminale che a Orotelli non e' presente sono d'accordo con te, ho chiesto questo pomeriggio a mio padre che e' di Orotelli se nel sardo di Orotelli e' presente tale suono e mi ha dato una risposta negativa. Per quanto riguarda il suono th devo contraddirti; esisteva nell' orotellese parlato da mia nonna, ma poi si e' trasformato in t, quindi theraccu é diventato teraccu. Tzeraccu si dice a Sanluri, il paese di mia madre.


Per farla semplice, Orotelli in Sardo si dice "Oroteddi".

Io concludo che la d cacuminale esiste a Orotelli.

Altrimenti, sarebbe l'unico paese della Sardegna (dove si parla sia sardo, sia gallurese, sia sassarese) dove non esiste !






 Regione Estero  ~ Città: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 12/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

Gonariu

Utente Medio


Inserito il - 03/07/2012 : 14:38:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Gonariu Invia a Gonariu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ti ribadisco quanto ho detto, Su foristeri. Aggiungo che mio padre é del 1933 e penso che il sardo di Orotelli lo conosca abbastanza bene; inoltre io vado ad Orotelli da quando ero bambino ed é un suono che non ho mai sentito. Penso che probabilmente esisteva in un orotellese abbastanza antico, ma poi col tempo é sparito definitivamente.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Orotelli  ~  Messaggi: 258  ~  Membro dal: 22/05/2012  ~  Ultima visita: 18/04/2020 Torna all'inizio della Pagina

Rita Niffoi

Utente Medio


Inserito il - 03/07/2012 : 18:28:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rita Niffoi Invia a Rita Niffoi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Hai ragionissima, Gonariu, ero stata informata male, a Orotelli th esisteva in passato, ora è sparito come a Nuoro città, e si è trasformato, proprio come dici tu, nella t doppia. Da noi invece è vitale, in alcune parole compare due volte, per esempio irthorthulare, che significa sdraiarsi scompostamente per terra. La d cacuminale invece, mi confermavano proprio oggi dei miei conoscenti, da voi non esiste proprio, e non se ne conserva memoria: Oroteddi lo pronunciano proprio come è scritto! Come sopra, per noi è suono abituale, e tornando a un discorso di qualche giorno fa ho usato dh proprio per differenziare: poi, se noti bene, dh o ddh a seconda dei casi, es mundhu, arrodare, arrodandhelu, seddha...





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: ...  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 27/06/2012  ~  Ultima visita: 16/01/2015 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 8 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000