Forum Sardegna - Tessuti antichi e moderni...
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Un immenso patrimonio culturale e tradizionale Sardo è il canto a poesia o gara poetica. La sua origine (non della gara ma dell'improvvisazione) si perde nella notte dei tempi. La gara vera e propria sul palco, pare sia nata a Ozieri nel settembre 1896 in occasione della festa in onore della Madonna del Rimedio. L'ideatore fu Antonio Cubeddu, famoso poeta locale nato a Ozieri nel 1863 e deceduto a Roma nel 1955 all'età di 92 anni. Fino ad allora la poesia era cantata o recitata nelle feste paesane, senza un palco, una giuria, un compenso economico e senza un invito ufficiale dagli organizzatori. In un ambiente prettamente maschile, cercarono fortuna, esibendosi sul palco anche due donne, Caterina Porcu di Ossi e Maria Farina di Osilo.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Abbigliamento Tradizionale
 Tessuti antichi e moderni...
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 55

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 29/07/2009 : 18:36:39  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come consigliatomi apro una nuova discussione per riuscire a capire in parte il " mondo" dei tessuti il loro nome nella nostra tradizione e il loro corrispettivo in italiano.
Riporto alcuni frasi estrapolate da tre diversi documenti il primo datato 1851 e gli altri due datati il 1854

……….“mastruca nera e sottoposti giponi e corpetto alla foggia di ………. ,solite vesti di lino, camicia cioè, mutande, calzoni di sayale e calze oltre alle scarpe e uno sperone al piede sinistro, tenendo alla cintola la sua cartochiera e coltello con fodera”……….

…….”Berretto nero e sovrapposto fazzoletto rosso sul capo, gianchetta di sayale nero, corpetto in velluto di cotone azzurro, calzoni e calze di sayale, camicia e mutande di tela nostrale e cartocchiera


………”vestito di capotto zipone, corpetto, calzoni e calze di sayale alla foggia di ……..camice e mutande di tela nostrale, scarpe rustiche e cartochiera alla cintola”………

Non sono esperto in tessuti ,perciò chiedo l’aiuto di quanti in materia sanno più di me.
I calzoni e le calze descritte sopra sono di sayale,non riesco a capire come si possano confezionare due indumenti così differenti per fattura e uso con la stessa stoffa,a meno che per calze non si intendano le classiche “pezz’ ‘e pei”?
Non sono riuscito a inquadrare bene cosa si intenda per sayale.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015

Google Sardegna


Pubblicità

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 30/07/2009 : 08:47:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mani: sono una vecchia volpe di archivi.. pensavo a documenti in catalano o spagnolo maccheronico dificilissimi... questi per me sono facili..

calze.. corrispondono a calzas o mesas calzas, ovvero ghette... per calzoni si intende il gonnellino ( nota che sono spesso associati e/o confusi con la biancheria ... mutande o calzoni di tela bianca , che assieme alle ghette formavano un "insieme")
sayale= orbace a volte lo indicano come sayale gentile ed è il panno o sayale nostrale ed è l'orbace.. ma genericamente indica l'orbace.. la classe dei rustici era spesso definita furesados (furesi orbace in sardo settentrionale e quindi vestiti d'orbace) a volte viene tradotto in " i vestiti di sayale o sajale o saiale"... tela nostrale è la tela di lino tessuta in casa... gippone il giubbetto, cartocchiera, la cintura detta garrighera.. perchè aveva scomparti per le cartucce o "dosi"contenute entro tubetti di canna per il fucile ad avancarica...


a che centro si riferiscono?? ciau








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 30/07/2009 : 11:04:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Lo so benissimo che sono difficilissimi,se eventualmente non riuscirò nella traduzione di qualche righa ti farò sapere.
Quindi il sayale nostrale corrisponde all'orbace,più o meno spesso come tessitura.
Altro dubbio: la sayetta era un sayale più leggero? Potrebbe corrispondere al sayale gentile?Con questa stoffa venivano confezionate giacche e gonne.ciau






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 30/07/2009 : 11:53:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
saietta o saililla era una saia ( tessuto di importazione ad armatura diagonale tipo un pannetto raso di cui si vede la struttura ) anch'essa di importazione,ma più leggera
la trovi, credo, citata per giacchette femminili sopratutto e gonne.. a volte nei centri che ho indagato (prevalentemente del sassarese) siene detta saia franzesa, romana, mabruc o mabruk... a volte viene citasto il colore ruia, cfè, nera, groga, virde, colore 'e nuscu ecc comunque in genere quando si cita saiale e basta, anche se non vi è nostrale o de domo o de pobidda, si intende l'orbace.... ti sarai accorto che i dati non sono univoci e uniformi, ma che dipendevano da chi diceva i nomi, probabilmente in sardo e da chi traduceva.. a volte ci sono evidenti confusioni e svarioni,, perchè i notai non erano mercanti di stoffe o sarti ... quando hai dubbi ( che non tutto si può chiarire al mille per mille) usami pure e quel che so ti dico.. ciau..








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 30/07/2009 : 16:56:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho capito fino ad un certo punto…….. la mia confusione continua nel consultare altri documenti. Cosa mi sai dire di questo tipo di saya, ha forse a che fare con quello che abbiamo detto fino adesso? Oppure e un altro tipo di tessuto con struttura e materiale diverso e ….. buio totale…. ciau










 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 30/07/2009 : 17:39:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
credo che bisogni iniziare da qualche nozione di tecnica di tessitura: saia,, ancora in italino indica un tipo di tessuto ed l'armatura della tessitura che la determina... in pratica guardando il tessuto lo si vede composto da tante righette oblique,,, il tessuto dei jeans , tecnicamente è una saia... l'orbace è una saia per cui è detto saiale , molti panni lo sono, anche se la peluria mimetizza le diagonali ... nella merceologia sette ottocentesca saia indica un tessuto sostenuto, morbido più spesso di lana ,, maanche di seta o lino..
quindi negli atti hasi la saia di seta, la saia imperiale ( molto pregiata) e la saia proveniente da nimes , in francia ( saia franzesa ti dicevo) la saia di lana più pregiata è quella deta escarlattina ( rosso scarlatto)
saietta il diminutivo indica maggior leggerezza e , a volte, minor pregio... mi risulta oscuro , invece saya sanflu???rossa







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 30/07/2009 : 22:33:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quindi ricapitolando ….. la saya e il nome del tipo di struttura della stoffa (tante righette oblique) a prescindere dal materiale con cui e confezionata, saia di seta, saia imperiale, saia di lana………
Dico bene o dico fesserie…………. ciau






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 31/07/2009 : 09:08:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
bene meda naras!!! ma la saia più diffusa in sardegna nei secoli passati era di lana..... ( anche l'orbace tecnicamente parlando è una saia, ma così non veniva generalmente chimata. per distinguerla dalla stoffa di importazione)






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 31/07/2009 : 16:20:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per quanto riguarda la saya Sanflu, non potrebbe essere la località dove veniva prodotta???
Penso che sia come la tela:
Tela de Roma, tela dovernia o dorvegno, tela di Chiavari,ecc.ecc..
Ma scusa se il nominativo era in generale tela , e il nome della località ne indicava la provenienza. quale era la differenza sostanziale fra tutte queste tele….?????







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 31/07/2009 : 16:57:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
era la qualità che cambiava, a volte per sfumature... sanflu ?? forse si, ma dove sarà questo luogo???






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 02/08/2009 : 15:08:31  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se per alcune stoffe il nome garantiva il riconoscimento sia per provenienza e sia per qualità,per quanto riguarda il materiale dei “Sombreri” vale la stessa regola…..?????
oppure hanno un diverso nome per come si usavano......?????








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 02/08/2009 : 16:08:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
materiali e provenienze sancivano l qualità.. 1 sombrero di medio castorino ... castorino tipo di panno di qualità 3 bolsa de cabellos... cuffia o reticella 4 sombrero di melagia.. ovvero di misto... probabilmente lana e seta o di lane di diversa qualità..

medias .. calze di seta nera .. il problema è stabilire quanto è vestiario alla moda.. e quanto sardo
ciau







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 02/08/2009 : 17:43:14  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Alcuni capi possono essere della moda corrente, ma si sa che gli uomini e le donne sardi (come del resto da tutte le parti) appartenenti alle classi subalterne hanno sempre copiato dalle classe più elevate.
La mia ricerca e curiosità, consiste nel capire che tipo di materiale era usato nel confezionare alcuni capi o accessori facenti parte dell’abito tradizionale.Sai meglio di me che alcuni indumenti e accessori d’importazione “straniera” hanno fatto parte del nostro vestiario per molto tempo vedi i “sombreros, bolsa de cabellos, ecc ”, scusa le calze non facevano parte della mia curiosità, perché appagata già nelle prime discussioni, ho dimenticato solamente di………..toglierle. Ciau






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

babborcu
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 03/08/2009 : 15:51:13  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di babborcu Invia a babborcu un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mani...toglile: è estate... mi sa che sei abbastanza preparato per non aver bisogno del mio aiuto....






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4364  ~  Membro dal: 18/02/2008  ~  Ultima visita: 28/05/2012 Torna all'inizio della Pagina

maniscialli

Utente Medio



Inserito il - 03/08/2009 : 19:33:33  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maniscialli Invia a maniscialli un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
O babbo……. nel profondo sud esiste un proverbio che dice “ Su becciu non sentiada ca moriada, ma cantu imparu olliada “.
Sai benissimo che nelle continue ricerce e ricognizioni, molte certezze che ormai avevi e date per certe ,vengono meno di fronte a nuove “scoperte”…….
Quindi non si smette mai di imparare,ma se le nostre convinzioni non le metti a confronto con le persone che hanno la tua stessa Passione...... allora con chi...!!!!!!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: cagliari provincia  ~  Messaggi: 342  ~  Membro dal: 28/06/2009  ~  Ultima visita: 11/11/2015 Torna all'inizio della Pagina

sabry

Utente Attivo



Inserito il - 04/08/2009 : 10:23:08  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sabry Invia a sabry un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mani di dove sei? sei di qualche luogo vicino a vallermosa? la direzione delle tue ricerche è simile alla mia. p.s. complimenti per la stellina.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Vallermosa  ~  Messaggi: 606  ~  Membro dal: 30/06/2009  ~  Ultima visita: 17/10/2018 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 55 Discussione  
Pagina Successiva
Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000