Forum Sardegna
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
 

    


Nota Bene: La prima ferrovia della Sardegna - Congiungeva la miniera di San Leone al pontile della maddalena (Capoterra) dove il minerale era imbarcato su appositi velieri con destinazione Marsiglia e Corsica. La ferrovia che aveva una lunghezza totale di 15 chilometri e 400 metri fu inaugurata il 20 novembre 1862 dal principe Umberto di Savoia.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Abbigliamento Tradizionale
 Tessuti antichi e moderni...

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale
Inserisci linkInserisci EmailInserisci suonoInserisci Mp3Inserisci pdfInserisci file multimediale Inserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Video: Inserisci Google video Inserisci Youtube Inserisci Flash movie
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

 
 
 
 

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
maniscialli Inserito il - 29/07/2009 : 18:36:39
Come consigliatomi apro una nuova discussione per riuscire a capire in parte il " mondo" dei tessuti il loro nome nella nostra tradizione e il loro corrispettivo in italiano.
Riporto alcuni frasi estrapolate da tre diversi documenti il primo datato 1851 e gli altri due datati il 1854

……….“mastruca nera e sottoposti giponi e corpetto alla foggia di ………. ,solite vesti di lino, camicia cioè, mutande, calzoni di sayale e calze oltre alle scarpe e uno sperone al piede sinistro, tenendo alla cintola la sua cartochiera e coltello con fodera”……….

…….”Berretto nero e sovrapposto fazzoletto rosso sul capo, gianchetta di sayale nero, corpetto in velluto di cotone azzurro, calzoni e calze di sayale, camicia e mutande di tela nostrale e cartocchiera


………”vestito di capotto zipone, corpetto, calzoni e calze di sayale alla foggia di ……..camice e mutande di tela nostrale, scarpe rustiche e cartochiera alla cintola”………

Non sono esperto in tessuti ,perciò chiedo l’aiuto di quanti in materia sanno più di me.
I calzoni e le calze descritte sopra sono di sayale,non riesco a capire come si possano confezionare due indumenti così differenti per fattura e uso con la stessa stoffa,a meno che per calze non si intendano le classiche “pezz’ ‘e pei”?
Non sono riuscito a inquadrare bene cosa si intenda per sayale.
15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
Grodde Inserito il - 26/06/2015 : 18:35:10
nighed ha scritto:

saludi a tottus. in un inventario del 1687 del mio paese viene citata "una faldetta de raxetta de color vermeill". Chi è stato incaricato di ricostruire il costume lo ha tradotto con "a onde". Ma probabilmente la "raxetta" è un tessuto, mi potete aiutare a capire di quale tessuto si tratta? Viene citata la raxetta anche in un inventario di Chiaramonti che dice:"sas manigas de sa raxetta cun su groppittu de ogni die" e poi "una faldetta de raxetta rugia barrada et usada". grazie


la prima frase sembra scritta metà in Sardo e metà Catalano

- una faldetta de raxetta de color vermeill = una gonna? di raso?? di colore vermiglio

secondo me raxetta potrebbe anche indicare un qualsiasi indumento fatto di raso

- sas manigas de sa raxetta cun su groppittu de ogni die = le maniche della camicetta di raso??, col corpetto di tutti i giorni

- una faldetta de raxetta rugia barrada et usada - una gonna di raso, rossa, barrata (a righe? o plissettata?) e usata


faldetta potrebbe significare gonna o grembiule

dalle mie parti si dice "falditta" oppure "faldittedda" e significa solo grembiule, la gonna invece la chiamiamo "unnedda, gunnedda, bunnedda"

comunque raxette, per dirlo alla Catalana, o rasette per dirlo alla Sarda, dovrebbe corrispondere all'Italiano "rasetto" che a quanto mi sembra di capire è un tipo di raso

l'unico riferimento che ho trovato in internet sul termine "rasette" è in questo libro antico, e a quanto pare è un tipo di tessuto

https://books.google.it/books?id=-P...ette&f=false
nighed Inserito il - 26/06/2015 : 12:18:49
saludi a tottus. in un inventario del 1687 del mio paese viene citata "una faldetta de raxetta de color vermeill". Chi è stato incaricato di ricostruire il costume lo ha tradotto con "a onde". Ma probabilmente la "raxetta" è un tessuto, mi potete aiutare a capire di quale tessuto si tratta? Viene citata la raxetta anche in un inventario di Chiaramonti che dice:"sas manigas de sa raxetta cun su groppittu de ogni die" e poi "una faldetta de raxetta rugia barrada et usada". grazie
osil Inserito il - 07/09/2011 : 12:50:25
sandrognola:tu vorrai dire nella nostra isola perchè la sicilia mi pare che non abbia conservato niente degli antichi costumi che io sappia .
Sandrognola Inserito il - 29/08/2011 : 11:10:51
Io credo che l´abbigliamento tradizionale sardo sia uno tra i piu´ belli in Italia insieme a quello siciliano. La cosa meravigliosa delle nostre isole e´ che nei paesini piu´ piccoli o in quelli meno raggiungibili la tradizione e´ ancora viva e puoi senza problemi incontrare persone che vestono quegli abiti come fossero jeans!
andrea83p Inserito il - 23/05/2011 : 17:03:31
...secondo me,ci sono in giro tanti equivoci...riconducibili alla poco o alla non conoscenza...l'invito è sempre quello di leggere tanto...e continuare le ricerche non soltanto nell'ambito rionale ma anche allargandoci un pochino di più.spesso ciò che non ci piace ci è difficile da accettare.ricordiamoci che la moda europea in sardegna è arrivata un po' tardino!!!qualcuno si stupisce che a pula ci siano delle giacchine femminili(appunto su spensu) antiche molto simili a quelle che ritroviamo nell'interland cagliaritano...ma non si stupisce che ci siano anche le gonne a pieghe, i grembiuli a ventaglio(faccadroxa),quelli di seta a pieghe....gli stessi broccati le stesse stoffe gli stessi scialli di seta i fazzoletti di seta e gli scialli di tibet ricamati a fiorami ...le baschine...forse tutto questo riconducibile al fatto che stiamo parlando di un'isola, e che i venditori di stoffe erano quelli che erano...e infatti troviamo la stessa seta sia nel sud che nel nord dell'isola...e vabbè, che dire...studiamo...studiamo e studiamo ...continuiamo le ricerche perchè dobbiamo fare ancora tantissimo!!! buona giornata a tutti
drFolk Inserito il - 15/05/2011 : 00:17:54
[URL=http://imageshack.us/photo/my-images/268/jerzu.jpg/][/URL]

Uploaded with [URL=http://imageshack.us]ImageShack.us[/URL]/
Costume antico di Jerzu, da una fotografia reperita su Facebook, gruppo "Foto di Ogliastra (sardegna) eletta la Provincia più bella d'Italia".
maurangelo Inserito il - 14/05/2011 : 21:12:12
Ciao Ursec Curter, abbiamo visto il vestito che riferisci essere dell'Ogliastra.

Siccome abbiamo il dubbio che possa esser quello del nostro paese, ti chiediamo se per cortesia puoi mandaci una copia della foto del costume integrale?

Naturalmente sarebbe grande cosa se sapessi darci in proposito anche altre notizie e se sai quale sia l'appartenenza di questo costume.

Daresti una grossa mano alla ricerca del costume del nostro paese.

Ti ringrazio anticipatamente!!
maurangelo Inserito il - 10/04/2011 : 23:01:50
Ciao sono mauro, un ragazzo ogliastrino che fà ricerche del costume sul mio paese.
Sono molto interessato alla foto del dipinto che ha pubblicato Ursec curter, perchè trovo dei riscontri sul nostro costume femminile.
La mia curiosità è sapere a quale paese appartiene quest'abito.
Ti ringrazio della cortese gentilezza.
Saluti dall'ogliastra!
ampuriesu Inserito il - 14/12/2010 : 23:04:39
Bellissima questa passamaneria. Un bel gallone sulla gonna per quanto riguarda il nostro costume mentre per il vostro non saprei.
sabry Inserito il - 14/12/2010 : 13:36:05
ieri mi hanno regalato questo nastro, cosa ne pensate, posso utilizzarlo?

babborcu Inserito il - 17/11/2010 : 17:00:53
mi sento d i giurare che quello era broccato. fidati...quei ricami a fioroni si affermano alla fine del 18oo e mi sa che ogliatra anche con ampio ritardo.. grembiale e gonna che descrivi.. coerenti con quel che so... l'insieme ricorda una acquerello inedito di cui posseggo copia,credo del 1840,con sotto scritto "oleastra" in cui il gipponi di panno rosso, meno aderente del tuo e' aricchito con velluto nero,come quelli maschili di villagrande.. i modelli dei gipponi femminili in panno scuro o sete scure e violacee, infatti, sono di acquisizione più recente.. ciao
Ursec Curter Inserito il - 17/11/2010 : 16:09:14
babborcu ha scritto:

usec curter.. sulla base della mia esperienza direi: tela di lino finissimo perla camicia; panno srlatto finissimo per il copricapo e gros di tuour ( una sta fitta un poco opaca) azzurro per il copricapo, ugualmente panno scarlatto per il corsetto e applicazioni di groccato di seta amotivi floreali a gondo blu orlatura di nastro di taffetà di seta rosso.. in basso si intravvede un grembiale,marrone o nero di panno buono o orbace finissimo con orlatura di nastro di seta a fiorami operato a fondo scuro.. intuisco una gonna di panno marrone o nero in panno o orbace
con la medesima ormatura pe la balza,,ciao

Grazie mille Babborcu! per il panno scarlatto de "su gipponi" e de "su mantu" confermi la documentazione scritta (qualcuno sosteneva fosse velluto). Il broccato delle maniche e dell'orlatura viene interpretato da certi come ricamo (nessuna memoria storica ne altri documenti in proposito). Per il bordo in Gros de Tour del copricapo meglio ancora...tutti pensavano solo al raso (poteva essere anche di color giallo o nero con sfondo rosso). Essendo ignorante in materia di tessuti non conoscevo né il Gros de Tour né la taffetà. Non ho messo l'immagine integrale dove si vede l'intera gonna con grembiule che (dalle fonti orali, scritte e qualche raro pezzo originale) sappiamo essere entrambe d'orbace: marrone la gonna (bordata di rosso) e nero per il grembiale con bordatura floreale. ancora grazie! ciao!
babborcu Inserito il - 16/11/2010 : 13:34:32
usec curter.. sulla base della mia esperienza direi: tela di lino finissimo perla camicia; panno srlatto finissimo per il copricapo e gros di tuour ( una sta fitta un poco opaca) azzurro per il copricapo, ugualmente panno scarlatto per il corsetto e applicazioni di groccato di seta amotivi floreali a gondo blu orlatura di nastro di taffetà di seta rosso.. in basso si intravvede un grembiale,marrone o nero di panno buono o orbace finissimo con orlatura di nastro di seta a fiorami operato a fondo scuro.. intuisco una gonna di panno marrone o nero in panno o orbace
con la medesima ormatura pe la balza,,ciao
Ursec Curter Inserito il - 14/11/2010 : 10:50:08
riuscireste a capire che tipi di tessuti sono stati usati per realizzare questo costume del 1850 circa? questo è un dipinto del 1929:l'originale non esiste più.
[URL=http://img43.imageshack.us/i/costumemancalibrobis.jpg/][/URL]

Uploaded with [URL=http://imageshack.us]ImageShack.us[/URL]
musthayoni Inserito il - 03/10/2010 : 15:02:26
meurreddu ha scritto:

santobevitore ha scritto:

Ho pensato di condividere con voi una curiosità che mi è venuta osservando questi scialli.
Tirando un po' le somme, da quanto ho capito, sembra che questi siano sicuramente presenti nel Cagliaritano, nel Sulcis, nella Marmilla, nella Gallura e nella Barbagia (mi pare che Tonara abbia qualcosa di non molto dissimile). Altri luoghi mi sfuggono ma se ne siete a conoscenza, aggiungete pure.
Ciò che più mi ha incuriosito, al di là delle singole differenze, dovute alla fantasia dell'esecutrice o alla moda del luogo, è l'omogeneità nel decoro, nella distribuzione del disegno, nei colori.
Si potrebbe essere portati a considerare questi scialli come un'invenzione del posto, poi diffusa in aree geografiche vicine. Eppure, è strano che anche aree così distanti (il Nord col Sud ad esempio) presentino un elemento con così tante affinità. Perciò mi sono chiesto se anche questi scialli, come altri elementi, derivassero da un capo di importazione, magari poi imitato sul posto. E se fosse così, quale sarebbe il prototipo a cui ci si è ispirati?
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, ajò a s'intendi!



da noi nel sulcis esiste una variante che non ho ancora visto in nessun'altra zona .. esistono gli scialli ricamati con un unico colore si chiamano " a matta seria " è quello in mezzo .. che mi dite ?



.. eccone uno di Villamassargia che ho fotografato l'anno scorso al Festival delle Proloco in paese ..




Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000