Forum Sardegna - Juan Peron-Giovanni Piras
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: La Trexenta sin dall’antichità è stata una zona votata alla cerealicoltura. Per questo ad Ortacesus è stato realizzato il Museo del Grano dove, in una vecchia casa padronale ristrutturata, sono esposti numerosi manufatti e attrezzi agricoli legati al grano ed alle sue trasformazioni.



 Tutti i Forum
 Libri di Sardegna
 Saggistica
 Juan Peron-Giovanni Piras
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 3

Agresti

Moderatore




Inserito il - 16/10/2006 : 18:36:12  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Agresti Invia a Agresti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

da Paradisola

Piras-Peron, fine di un mito



Il mistero che da oltre mezzo secolo arrovella gli abitanti di Mamoiada sta per essere risolto. Tra circa un mese si conoscerà il Dna del dittatore argentino Juan Peron. E si saprà se l'uomo che per tre volte è stato presidente dell'Argentina era davvero Giovanni Piras, un umile emigrante sardo partito il 1909 dal paese della Barbagia. Il corpo di Peron è stato esumato dalla tomba (una struttura di 170 chili con quattro serrature che si aprono con dodici chiavi) collocata nel cimitero della Chacarita, a Buenos Aires. Domani, in occasione del “Giorno della lealtà Peronista”, verrà trasportato nella tenuta di San Vicente, a 70 chilometri dalla capitale, dove il generale visse per anni. VENERDÌ SCORSO , dopo una battaglia giudiziaria lunga 13 anni, la signora Martha Holgado, 72 anni, ha ottenuto che sul corpo venisse fatto l'esame del Dna per dimostrare di essere l'unica figlia del generale.Ma lo studio del codice genetico servirà anche a porre fine al mistero sulle origini mamoiadine del tre volte presidente della repubblica sudamericana. I risultati del test saranno pronti tra 4-6 settimane. E, a quel punto, basterà conoscere il codice genetico di un qualche discendente di Giovanni Piras, per poi confrontarlo con quello di Peron e svelare questo mistero che dura mezzo secolo. L'ipotesi che Juan Peron sia Giovanni Piras viene per la prima volta resa nota da un avvocato giornalista, Nino Tola, che nel 1951 scrive due articoli sulla possibile identità Piras-Peron. Nel 1984, dopo undici anni di ricerche e un lungo soggiorno in Argentina, Peppino Canneddu pubblica il libro Juan Peron Giovanni Piras. Due nomi una persona. Il libro è un successo, vende migliaia di copie e se ne stampano una decina di edizioni. Il 24 settembre scorso è stato presentato il documentario Identità - La vera storia di Juan Piras Peron, realizzato da una troupe italoargentina che sostiene che Piras condusse la sua vita e morì nel 1959. Niente a che vedere con Peron.Ma Canneddu non è d'accordo: «Ho la certezza che il Piras preso in considerazione nel documentario è un omonimo emigrato dal Sulcis. Anche io mi ero imbattuto nella sua storia, e ho tutti i documenti che dimostrano che gli autori del documentario hanno sbagliato persona». Tra un mese e mezzo si saprà la verità.

IL SARDEGNA

Donde nació Perón?

Juan Peron Giovanni Piras

_______________________________________________________________________________






Modificato da - Agresti in Data 16/10/2006 18:39:28

 Regione Sardegna  ~ Città: Sarda seu ! I'm Sardinien! Ich bin Sardisch!  ~  Messaggi: 7963  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2010

Google Sardegna


Pubblicità

Nuragica

Moderatore




Inserito il - 17/10/2006 : 23:23:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Nuragica Invia a Nuragica un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Aspetto con ansia il responso Agre!!

____________________________________________________________
... vegno del loco ove tornar disio






 Regione Lombardia  ~ Città: trexentese inviata speciale nel nord Italia  ~  Messaggi: 15401  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 29/01/2018 Torna all'inizio della Pagina

alamar34
Salottino
Utente Master



Inserito il - 18/10/2006 : 09:13:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di alamar34 Invia a alamar34 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
...non si sa ancora niente? son proprio curiosa






 Regione Lombardia  ~ Città: Salò  ~  Messaggi: 2743  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 08/04/2013 Torna all'inizio della Pagina

Agresti

Moderatore




Inserito il - 27/10/2006 : 21:46:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Agresti Invia a Agresti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anche io son troppo curiosa...
chi becca per primo il responso, ci aggiorni immediatamente!!!

_______________________________________________________________________________






 Regione Sardegna  ~ Città: Sarda seu ! I'm Sardinien! Ich bin Sardisch!  ~  Messaggi: 7963  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2010 Torna all'inizio della Pagina

Paradisola

Amministratore




Inserito il - 15/12/2006 : 17:38:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Paradisola Invia a Paradisola un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
lettera aperta di Peppino Canneddu..

Il Giovanni Piras trovato da una giornalista argentina e da un gruppo romano non è il nostro Giovanni Piras di Mamoiada


A seguito degli articoli pubblicati su due giornali, dove alcune persone dichiaravano di aver ricostruito la vita di Giovanni Piras di Mamoiada, oltre alle interviste che ho già rilasciato per smentire in modo fermo e documentato il supposto ritrovamento, incitato dai miei cari paesani e dalle lettere di moltissimi emigrati lontani dalla Sardegna, che nella figura del nostro Giovanni Piras vedono un storia positiva, quasi come fosse una carezza verso la loro dura emigrazione, oggi mi sento in dovere in nome della verità, di cronaca ma soprattutto morale, di scrivere questa lettera aperta, per chiarire in modo chiaro e definitivo la mia posizione.

Premetto che appena ho saputo della notizia di questo supposto ritrovamento del nostro Giovanni Piras, mi sono sentito liberato da un compito che oramai da 30 anni con l’aiuto della mia famiglia e con la collaborazione di molti amici ed emigrati porto avanti.

La notizia del ritrovamento di Giovanni Piras , significava per me essere finalmente liberato da una parola che avevo dato a me stesso e ad alcuni parenti per aiutarli a ritrovare il loro caro.

Voi che leggete questa lettera, sapete bene cosa significhi per un sardo dare la parola, poiché una volta data, occorre lottare anche per difenderla, significa affrontare a testa alta con coraggio e pazienza ogni atto che si ritiene ingannevole e illusorio.

Anche in questo particolare momento ritengo necessario chiarire per l’onore e la dignità delle varie famiglie Piras, che la volontà verso la ricerca del loro Giovanni Piras, non era per poter avere una eventuale eredità, ma solo ed esclusivamente affinché un giorno potessero posare un fiore sulla tomba del loro parente.

Leggendo con attenzione il giornale con la notizia del supposto ritrovamento, mi sono reso subito conto che il Giovanni Piras che aveva trovato il gruppo argentino - romano, seppur attribuendolo come al nostro Giovanni Piras di Mamoiada, era in realtà un altro Giovanni Piras, anche lui purtroppo portato via lontano dalla Sardegna in Argentina dal vento gelido della emigrazione.
Il dramma della disoccupazione e della miseria aveva sacrificato anche lui, costellando di migliaia giovani sardi le lande desolate dell’immensa Patagonia.

Tante sono le vite dei vari Giovanni Piras che in questi lunghi anni ho ricostruito. Negli anni in cui il nostro Giovanni Piras era partito da Mamoiada cantando canzoni di addio, tanti altri Giovanni Piras furono costretti con la tristezza nel cuore a lasciare la Sardegna, emigrando soprattutto in Argentina e Paraguay.

Storie di ragazzi di ogni luogo della Sardegna, che hanno vissuto lontano con una nostalgia infinita verso la nostra Terra, storie costruite con il sacrificio del lavoro e con l’orgoglio di essere e soprattutto di rimanere sempre sardi.

Storie che difficilmente potranno essere capite da chi abita fra le città del potere e non sa che esistono sentimenti più solidi di quel miraggio che si è cercato di creare dentro le sequenze di una pellicola.

Riassumendo gli articoli, il gruppo argentino-romano dichiara che il Giovanni Piras da loro trovato morì il 15 giugno del 1959 attribuendolo come fosse il nostro di Mamoiada.

Inoltre per rendere più credibile la loro “ scoperta “, insieme a queste date, fanno pubblicare a corredo dell’articolo, anche una fotografia che ritrae Giovanni Piras seduto insieme ad altre persone.

Leggendo l’articolo, in un attimo mi sono detto, questa fotografia l’ho già vista, mi chiedevo però quando e dove, i ricordi cercavano di farla venir fuori dal turbinio dei documenti che oramai in 30 anni avevano scolpito la mia memoria.

Ho ripassato veloce come i fotogrammi di un film dove potevo aver visto quella immagine, poi come un colpo di flash, ho trovato la risposta, si quella foto apparteneva a Giovanni Piras, ma non al nostro di Mamoiada, ma ad un altro Giovanni Piras.

Inizio a cercarla, poi finalmente eccola, dentro un vecchio raccoglitore dove conservavo le notizie e i documenti inutili, forse il destino voleva così, finalmente era li fra le mie mani.

Questo Giovanni Piras morto il 15 giugno 1959 al quale il gruppo argentino - romano attribuisce la nascita a Mamoiada era però nato il 24 marzo del 1894, si era sposato il 17 novembre del 1920 all’età di anni 26, la cui mamma aveva il cognome Meloni, mentre invece il nostro Giovanni Piras di Mamoiada era nato il 26 marzo del 189I ed il cognome della sua cara mamma era Massidda

E pensare che più di una volta quando ero stanco della ricerca, stavo per buttare via tutto, adesso invece quella semplice e anonima immagine mi ritornava utile per togliere un falso tassello già abilmente incastrato in un finto mosaico che alcune persone di nascosto e con molta arte stavano costruendo.

Per togliere ogni dubbio, a conferma della verità che ho scritto, pubblico le copie di alcuni certificati che appartengono al Giovanni Piras che il gruppo romano-argentino vuole attribuire come fosse il nostro di Mamoiada.

- certificato di morte di Giovanni Piras, morto il 15 giugno del 1959,

- certificato di matrimonio del 17 novembre del 1920 che si sposa con Maria Marenco (oltre a questo ho anche copia fatta alla pagina originale dell’atto di matrimonio dove risulta che Piras Giovanni di anni 26 compare nell’ufficio di stato civile per le formalità del rito. )

- Sia in questo certificato che nell’estratto di matrimonio, il Giovanni Piras risulta essere nato il 24 marzo del 1894, ed in entrambi si può leggere che la mamma aveva il cognome Meloni e non Massidda come al nostro di Mamoiada



Questi documenti, insieme ad altri, li ho avuti 6 ( sei ) anni da una delle 3 sorelle Piras, figlia del Giovanni Piras lo stesso che ha trovato il gruppo argentino-romano.
Le sorelle Piras sanno con certezza che il loro padre non proveniva da Mamoiada, in quanto una di queste figlie nel dicembre del 2000 venne anche a Mamoiada con la speranza di poter trovare i parenti del loro padre.

Purtroppo dopo una visita nel nostro municipio, capì che il loro padre non era lo stesso nato a Mamoiada , anche se il gruppo argentino - romano vuol farlo passare per tale.

Così come d’improvviso in solo giorno era volata via la nebbia che avvolgeva la storia Peron-Piras,
nello stesso modo adesso riavvolge l’enigma, ed il forte vento delle pampas ritorna a soffiare a Mamoiada e fra le case della Sardegna riportando nuovamente il mistero .

Oramai è certo e documentato che hanno sbagliato Giovanni Piras, Erano finiti in una strada che io avevo già percorso 6 anni fa, quando nonostante tutto cercavo ancora dove fosse finito il Giovanni Piras di Massidda Marianna il nostro caro Giovanni Piras di Mamoiada..


La mia considerazione sui fatti che sono avvenuti è questa : sarei contento che si venisse a sapere dove e come aveva vissuto il nostro compaesano, ma che sia il vero Giovanni Piras, perché questa scoperta deve essere fatta con serietà,. ma soprattutto senza creare false illusioni verso i parenti


Ringrazio tutti per l’attenzione che avete sempre riservato e con questo occasione, rinnovo ancora una volta la richiesta affinché a Mamoiada possa essere istituita una “ Casa museo dell’emigrato “, dove si possano conservare documenti e fotografie inerenti a tutti gli emigrati della Sardegna . Una casa Museo che venga dedicata a “ Giovanni Piras ed a tutti gli emigrati “.
.
Peppino Canneddu


Con molta probabilità Peppino Canneddu verrà a trovarci nel forum.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 9776  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 23/12/2018 Torna all'inizio della Pagina

Nuragica

Moderatore




Inserito il - 15/12/2006 : 23:15:19  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Nuragica Invia a Nuragica un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grande Canneddu!!!!
Aspettiamo con trepidazione il responso finale..


____________________________________________________________
... vegno del loco ove tornar disio






 Regione Lombardia  ~ Città: trexentese inviata speciale nel nord Italia  ~  Messaggi: 15401  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 29/01/2018 Torna all'inizio della Pagina

Agresti

Moderatore




Inserito il - 15/12/2006 : 23:43:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Agresti Invia a Agresti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nuragica ha scritto:

Grande Canneddu!!!!
Aspettiamo con trepidazione il responso finale..


____________________________________________________________
... vegno del loco ove tornar disio


questa è una notizia meraaavigliosa!!! Viene a trovarci veramente????
Cioè siamo in attesa di sapere se Peron era Piras e
spunta un altro Piras che non è il Piras che pensiamo noi...
il mistero si infittisce.. e che ci possa illuminare e rendere informati sia proprio una delle persone che si occupa di questa
storia intricata ed intrigante, mi fa un enorme piacere
Aspetto con pazienza

_______________________________________________________________________________






 Regione Sardegna  ~ Città: Sarda seu ! I'm Sardinien! Ich bin Sardisch!  ~  Messaggi: 7963  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2010 Torna all'inizio della Pagina

sarrabus72
Salottino
Utente Maestro




Inserito il - 16/12/2006 : 11:00:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sarrabus72 Invia a sarrabus72 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Forse non ho capito bene la storia, ma che interesse avevano in Sud America
a far passare per forza l´uno per l´altro ?

Ciao







Modificato da - sarrabus72 in data 16/12/2006 11:00:25

 Regione Estero  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Germania  ~  Messaggi: 7371  ~  Membro dal: 06/09/2006  ~  Ultima visita: 07/03/2015 Torna all'inizio della Pagina

Nuragica

Moderatore




Inserito il - 17/12/2006 : 11:50:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Nuragica Invia a Nuragica un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sarrabus72 ha scritto:

Forse non ho capito bene la storia, ma che interesse avevano in Sud America
a far passare per forza l´uno per l´altro ?

Ciao
Sono interessi politici Sarrabaus..
Pensa se veramente il Giovanni Piras di Mamoiada fosse il Pluri presidente argentino Juan Peron! La storia sarebbe tutta da riscrivere..


____________________________________________________________
... vegno del loco ove tornar disio






 Regione Lombardia  ~ Città: trexentese inviata speciale nel nord Italia  ~  Messaggi: 15401  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 29/01/2018 Torna all'inizio della Pagina

cedro del Libano
Salottino
Utente Mentor




Inserito il - 17/12/2006 : 12:04:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cedro del Libano Invia a cedro del Libano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non solo.
Ci sono anche interessi economici.
Si avrebbe un turismo culturale di grandi proporzioni e di conseguenza anche uno sviluppo economico d
zone depresse.
La Sardegna non sarebbe piu' la terra dei banditi,ma terra di illustri natali.
se a questo poi si assoccia la teoria di Frau su Atlantide saremo veramente al centro del mondo.

________________________







 Regione Estero  ~ Città: l'isola che non c'è  ~  Messaggi: 3587  ~  Membro dal: 17/10/2006  ~  Ultima visita: 14/11/2009 Torna all'inizio della Pagina

Agresti

Moderatore




Inserito il - 18/12/2006 : 12:40:51  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Agresti Invia a Agresti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La Sardegna non sarebbe piu' la terra dei banditi,ma terra di illustri natali.

veramente lo è già terra di illustri natali...
non credo manchi proprio Juan Peron per darci più lustro


_______________________________________________________________________________






 Regione Sardegna  ~ Città: Sarda seu ! I'm Sardinien! Ich bin Sardisch!  ~  Messaggi: 7963  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2010 Torna all'inizio della Pagina

Nuragica

Moderatore




Inserito il - 18/12/2006 : 13:06:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Nuragica Invia a Nuragica un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Diciamo che abbiamo avuto tantissimi personaggi illustri..
Scrittori, poeti, cantanti, presidenti della repubblica, pittori ecc..
L'unica cosa, per cui sarei felice che il contadino mamoiadino fosse Peron.. è che ,se non altro da sardo intelligente ha saputo prendere per i fondelli tutto il mondo intero, nascondendo la sua vera identita'.. Per il resto era un personaggio che non mi piaceva affatto in quanto dittatore.. E non piaceva manco la moglie Evita, troppo arrivista... ma questa è un altra storia!!

____________________________________________________________
... vegno del loco ove tornar disio






Modificato da - Nuragica in data 18/12/2006 13:07:51

 Regione Lombardia  ~ Città: trexentese inviata speciale nel nord Italia  ~  Messaggi: 15401  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 29/01/2018 Torna all'inizio della Pagina

sarrabus72
Salottino
Utente Maestro




Inserito il - 20/12/2006 : 19:44:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sarrabus72 Invia a sarrabus72 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Allora avevo capito male io, pensavo che era in Sud America che si diceva questo e non a Mamoiada.

Ciao







 Regione Estero  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Germania  ~  Messaggi: 7371  ~  Membro dal: 06/09/2006  ~  Ultima visita: 07/03/2015 Torna all'inizio della Pagina

Agresti

Moderatore




Inserito il - 17/02/2007 : 16:51:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Agresti Invia a Agresti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
qualcuno ha sentito qualche novità a riguardo??

_______________________________________________________________________________

La mia religiosità consiste nel sentirmi parte di tutto, anello di una catena che comprende tutto il creato, e quindi nel rispettare tutti gli elementi, piante e minerali compresi, perchè secondo me l'equilibrio è dato proprio dal benessere diffuso in tutto ciò che ci circonda.
F.De André






 Regione Sardegna  ~ Città: Sarda seu ! I'm Sardinien! Ich bin Sardisch!  ~  Messaggi: 7963  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2010 Torna all'inizio della Pagina

Paradisola

Amministratore




Inserito il - 04/03/2007 : 22:23:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Paradisola Invia a Paradisola un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho contattato Peppino Canneddu, spero di potervi comunicare eventuali novità al più presto..





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 9776  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 23/12/2018 Torna all'inizio della Pagina

campidano
Salottino
Utente Master



Inserito il - 05/03/2007 : 17:40:11  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di campidano Invia a campidano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

trovato in rete...

Nuraghes e Pampas
"Peròn si chiamava Piras, era nato in Sardegna"
A Mamoiada, nel Nuorese, ricerche sull'origine del defunto presidente argentino
La tesi viene sostenuta anche su un sito Internet. Si ritiene che il generale abbia lasciato l'isola nel 1909 per cercare fortuna in Sudamerica
Juan Domingo Peròn, il mitico El presidente, il padrone assoluto dell'Argentina dal '46 al '55, l'inventore del giustizialismo, il capo dei descamisados, e poi meglio conosciuto come marito di Evita ("la Santa"), è nato qui: a 650 metri sul livello del mare e a dodici chilometri da Nuoro, 2.800 anime. O almeno di questo è assolutamente certa quella parte degli abitanti che si definiscono "peronisti" e, con un filo di ironia, malati di "peronite".
Malattia che si manifesta con sintomi inequivocabili: non si parla d'altro, ci si improvvisa topi d'archivio, si va alla ricerca - possibilmente con telecamerina - delle testimonianze degli ultimi sopravvissuti. C'è anche un comitato, "Promamoiada", con tanto di sito Internet, (www.piras-peron.it), che sta spedendo e-mail in giro per il mondo: sopratutto in Argentina, per cercare e ottenere verifiche e riscontri ma con scarsissimo successo, (5 euro e si hanno le ultime novità storiche).
El presidente, secondo i "peronisti" di Mamoiada, si chiamava Giovanni Piras, giovane intelligentissimo e dotato di ingegno oltre che di una grande fantasia, emigrato nel 1909 insieme ad altri mamoiadini per andare nella regione dello Chubut, prima a tagliare alberi e poi, al loro posto, a piantare la ferrovia La forestal.
E' realmente esistito Juan Peròn, nato in Argentina, ma Giovanni Piras (a proposito: "piras" in sardo vuol dire anche "pero"), stessa classe anagrafica, prese il suo posto. "Per amore di una bella argentina, la sorella del capo della Forestal e per sfuggire alla chiamata alle armi in Italia nel 1915. E poi perchè, se non fosse nato in Argentina, non sarebbe mai potuto diventare presidente".
La cosa non è nuovissima. Nel marzo e aprile del '51 Nino Tola, giornalista e avvocato, scrisse sull'Unione Sarda due articoli in cui diceva papale papale che Juan Peròn e Giovanni Piras erano la stessa persona. Scoppiò il putiferio, ovvio. Eppure si era limitato a riportare i racconti degli ex compagni di Giovanni Piras, tornati a Mamoiada negli anni Quaranta. Come il calzolaio Cosimo Meloni e Cosimo Crisponi, quest'ultimo benestante emigrato più per spirito d'avventura che per altro: "Giovanni ha fatto carriera" dicevano, "ha una carica più importante di un nostro prefetto".
Finiva lì: Si limitavano a darsi il gomito, custodi del segreto di Juvanneddu, magari tra un bicchiere e l'altro del vino di Mamoiada che è uno dei migliori della Sardegna. Del resto erano stati più colpiti dal fatto che a illuminare le case, una volta tornati, avevano ritrovato le stesse candele a petrolio lasciate trent'anni prima.
Raffalele Ballore è l'ultimo in ordine di tempo che ha risistemato dati e notizie, approfondito ricerche, corretto inesatezze nelle precedenti pubblicazioni di altri mamoiadini. Punto primo: lo stesso Juan Peròn non ha mai nascosto di avere sangue sardo nelle vene, ma lo attribuiva al bisnonno, "Però, nelle biografie e autobiografia di Peròn - dice Raffaele Ballore - questo bisnonno, Mario Tomas Peròn, viene dapprima fatto partire dalla Sardegna per l'Argentina nel 1860; dato assoluttamente incongruo. Poi, più coerentemente, , lo si fa partire nel 1830, ma da Alghero, poi da Cagliari e poi da Genova". E dunque? "negli archivi anagrafici di questo Mario Tomas Peròn non c'è traccia".
In Argentina sulle origini di Juan Peròn, effettivamente, c'è una certa confusione. Basti pensare che è tuttora dibattuta la "Controversia historica": ovvero se El presidente sia nato a Lobos o a Roque Perez. Incerta anche la data di nascita: in alcuni atti 7/8 ottobre 1893, quella ufficiale è l'8 ottobre 1895; ma la prima registrazione all'anagrafe è sparita e nella seconda sulla data c'è una macchia d'inchiostro.
Quello che invece è certo è che la tracce di Giovanni Piras svaniscono quando comincia la carriera di Juan Peròn. Di Juvanneddu sono rimaste solo cinque lettere inviate a Mamoiada, l'ultima nel novembre 1912. " Del vero Juan Peròn esistono due o tre foto di quand'era bambino e due di quando aveva 14-15 anni, ma - spiega Raffaele Ballore - sono assolutamente diverse da Juan Peròn, ventenne e cadetto dell'Accedemia militare, poi generale e presidente dell'Argentina".
IL confronto con Giovanni Piras non è più possibile. "Un giorno, negli anni '40, qualcuno entrò a casa nostra, a Mamoiada, e portò via la grande foto-ritratto che mia madre, Caterna, una delle sorelle, aveva fatto appendere in camera. Dall'armadio sparirono anche le altre lettere di zio Giovanni", ha raccontato la nipote Marianna.
Una volta - primi anni '50 - Caterina scrisse alla presidenza della Repubblica, in Argentina, per chiedere notizie del congiunto Giovanni Piras. A strettissimo giro di posta - pochi giorni - dalla presidenza arrivò la risposta, con una cartolina. C'era scritto solo "Piras". Poi più nulla.
Pierangelo Maurizio (Il Giornale 30 aprile 2002)
pierangelomaurizioangec@inwind.it

"El presidente” argentino Peron era italiano?
Un nuovo studio di Raffaele Ballore intende dimostrare le origini sarde del presidente argentino

(Dal Notiziario NIP - News ITALIA PRESS agenzia stampa - N° 83 - Anno VIII, 30 aprile 2002)

Buenos Aires – "El presidente" argentino Juan Domingo Peròn non nacque nella pampa argentina ma fra le pietre della verde Sardegna e si chiamava Giovanni Piras. Torna dunque di attualità il dibattito sulle origini del generale conteso fra argentini, veneti e sardi. Adesso a sostenere la nascita isolana del marito della leggendaria Evita è un documentato e ricco studio realizzato da Raffaele Ballore, 49 anni, dipendente Enel, impegnato nella Proloco di Mamoiada, un paesino di 2800 anime vicino a Nuoro. Ballore nella sua relazione dal titolo "Juan Peròn – Giovanni Piras" sostiene che il padrone assoluto dell'Argentina, dal 1946 al 1955, è nato proprio a Mamoiada, dove di recente si è costituito anche il comitato "Promamoiada".
Da cosa nasce l'interesse per l'origine italiana del dittatore argentino?
Ci sono arrivato quasi per caso: volevo scrivere un soggetto cinematografico poi ho cominciato a documentarmi e mi è presa quasi un ossessione per la vicenda. Ho cominciato a raccogliere documenti e testimonianze sia in Argentina, dove ho trovato molte resistenze, che in paese dove ho parlato direttamente anche con i nipoti di Piras,figli delle sorelle e quindi a conoscenza di tutta la vicenda.
Cosa le fa dire che Peron era nato in Sardegna?
Ci sono molti elementi che lo lasciano intendere. Il fatto che Peron stesso si contraddica su tutto ciò che riguarda il suo passato. Per esempio sostiene di essere nato nel 1895 e che il suo bisnonno era immigrato in Argentina nel 1860, una cosa fisicamente impossibile, a meno che lui e i suoi figli non fossero precocissimi. In ogni caso, tutte le prove raccolte presso gli archivi anagrafici delle città da cui Peron sosteneva fosse partito suo nonno, Mario Tomas Peròn, hanno dimostrato che mentiva, perché né ad Alghero né a Cagliari ne a Genova c'è traccia del suo passaggio. Il mio lavoro prende le mosse dai due articoli che scrisse l'avvocato-giornalista Nino Tola nel 1951. Lo stesso Peròn in una intervista concessa a un giornale spagnolo nel 1961 parla del sentimento di vendetta verso i suoi fustigatori argentini dicendo: "ho sangue sardo nelle vene". Ci sono poi altri fattori importanti da non sottovalutare: per esempio le fotografie. Nelle foto ufficiali il Peron a 8, 13, 15/16 anni è molto diverso da quello giovane e maturo ripreso a 22 anni. Da giovane infatti ha un nasino alla francese, mentre da cadetto prima e da presidente poi è completamente diverso: aquilino e rivolto all'ingiù. E' evidente che c'è stata una sostituzione di persona. Le foto mamoiadine di Giovanni sono poi state fatte sparire appena Peron iniziò a fare carriera politica sul serio, un dato quantomeno singolare. Perché, secondo lei, Giovanni Piras avrebbe cambiato nome? Per sfuggire all'ambasciata italiana che, allo scoppio della prima guerra mondiale, reclutava tutti gli italiani per andare a combattere. Gli unici a conoscere la verità su questa storia sono, secondo me, gli intimi amici mamoiadini del Piras-Peron, che erano a conoscenza di tutto: probabilmente il padrino Andrea Canneddu (ma non ho certezze in merito), di sicuro Pietro Deiana, il calzolaio Cosimo Meloni e il suo amico Cosimo Crisponi e Giovanni Mele noto "Birronza". Quando a Mamoiada negli anni '40 e '50 scoppiò questo caso, ed il paese si divise in sostenitori e non di questa tesi, sono stati proprio gli amici più intimi del Piras a negare la doppia identità per difenderlo e proteggere la sua delicata posizione. La vicenda è dunque lunga e complessa. Ci sono tuttavia alcuni piccoli dettagli che mi convincono di essere sulla strada giusta.
Quali sono?
Le enormi difficoltà incontrate nel parlare della questione e gli ostacoli posti sulla nostra strada da importanti gruppi editoriali. Inoltre non sono mancate, oltre alle porte sbattute in malo modo in Argentina, anche le telefonate anonime. Più di una volta una persona, rimasta sempre sconosciuta, mi ha telefonato e mi ha invitato a lasciare perdere, scrivendomi anche un e-mail. Io però non voglio demolire un personaggio che, nonostante tutto, ha fatto del bene. Sono anzi fiero del fatto che fosse un mio concittadino, ma va ristabilita la verità storica.


Ogni sera, prima di andare a letto, mi domando se nella giornata ho fatto qualcosa di veramente divertente. Datomi la giusta risposta, mi addormento tranquillamente per andare fieramente incontro al nuovo dì.







 Regione Sardegna  ~ Città: cagliari  ~  Messaggi: 2525  ~  Membro dal: 17/01/2007  ~  Ultima visita: 25/09/2019 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione  
Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000