Forum Sardegna - Insulti e diffamazioni nei confronti dei sardi
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Le prove di fabbriche di laterizi appartenute ad ATTE, una donna sarda concubina dell'imperatore Nerone, sono date da numerosi frammenti di embrici che recano il marchio " Atte Liberta Caesaris" , che si rinvengono in una vasta area , da Olbia all'Anglona.



 Tutti i Forum
 Varie dalla Sardegna
 la Sardegna che non mi piace..
 Insulti e diffamazioni nei confronti dei sardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

sguaraus

Utente Normale


Inserito il - 29/01/2013 : 20:28:00  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sguaraus Invia a sguaraus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ci sono un sacco di siti, gruppi di facebook che scrivono infamie basate sul niente contro i sardi.

Questa è la parodia di Wikipedia sulla sardegna, Nonciclopedia
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sardegna

I sardi sono definiti come stupratori di donne (e pecore), scimmie, che maltrattano le donne.

Da quando in qua la sardegna, che è conosciuta storicamente come una realtà matriarcale, lo stupro e il maltrattamento delle donne è una cosa comune?


vi chiedo di intervenire, dato che in quel sito si possono insultare gratuitamente i sardi, ma se uno interviene scrivendo qualcosa contro altri italiani ti bannano senza pietà!






 Regione Sardegna  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 72  ~  Membro dal: 29/09/2010  ~  Ultima visita: 29/10/2016

Google Sardegna


Pubblicità

renzoss

Nuovo Utente


Inserito il - 30/01/2013 : 13:35:36  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di renzoss Invia a renzoss un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se guardi in basso a sinistra trovi: Categoria: Sardegna - Regioni, ci clikki sopra e ti appare una tabella di tutte le regioni italiane.
C'è ne per tutti/e le regioni.
Comunque questo non toglie che chi lo ha scritto è un povero mentecatto.
Ciao






Modificato da - renzoss in data 30/01/2013 13:36:52

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 7  ~  Membro dal: 26/11/2012  ~  Ultima visita: 26/10/2013 Torna all'inizio della Pagina

sguaraus

Utente Normale


Inserito il - 30/01/2013 : 22:57:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sguaraus Invia a sguaraus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
renzoss ha scritto:

Se guardi in basso a sinistra trovi: Categoria: Sardegna - Regioni, ci clikki sopra e ti appare una tabella di tutte le regioni italiane.
C'è ne per tutti/e le regioni.
Comunque questo non toglie che chi lo ha scritto è un povero mentecatto.
Ciao



La satira si deve basare su stereotipi in cui la gente si riconosce. L' articolo riguardo la sardegna è basato su insulti gratuiti, basati su cose che con la società sarda non hanno nulla a che vedere.
Non mi sembra che per le altre regioni si sia arrivato a scrivere assurdità del genere, certo se si prendono in giro i siciliani dicendo che c'è la mafia, è una cosa vera, ma dire che in sardegna lo stupro e il maltrattare le donne è una cosa tipica è una calunnia infondata.






 Regione Sardegna  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 72  ~  Membro dal: 29/09/2010  ~  Ultima visita: 29/10/2016 Torna all'inizio della Pagina

Anna Agostini

Utente Medio


Inserito il - 31/01/2013 : 11:12:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Anna Agostini Invia a Anna Agostini un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A mio parere "nonciclopedia" è un sito completamente da ignorare. Parlandone, in male o in bene, se ne genera la fama, ed il numero di visitatori aumenta, a loro vantaggio.
Si sa che si trovano scritte le più grosse panzanate, ed offese, spesso gravi, su ogni argomento (sto pensando a quello che fu scritto in occasione della morte di Marco Simoncelli). Più la panzana è grossa (e per certe menti bacate, divertente) e più genera scalpore.
Ignoriamoli, e basta, come se non esistessero (e davvero non dovrebbero esistere).
Con amore per l'Isola e rispetto per tutti, da aspirante sarda d'adozione.
Anna






  Firma di Anna Agostini 

Bosa

Torre Argentina

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Bologna  ~ Città: Bologna  ~  Messaggi: 148  ~  Membro dal: 09/12/2008  ~  Ultima visita: 04/07/2017 Torna all'inizio della Pagina

sarrabus72
Salottino
Utente Maestro




Inserito il - 02/02/2013 : 21:23:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sarrabus72 Invia a sarrabus72 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A me non frega proprio niente di quello che scrivono ... "io so chi siamo" !! Le cose per qui indignarci e combattere ajme sono altre !






  Firma di sarrabus72 

Valle di Oddoene

Dorgali (NU)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna



 Regione Estero  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Germania  ~  Messaggi: 7371  ~  Membro dal: 06/09/2006  ~  Ultima visita: 07/03/2015 Torna all'inizio della Pagina

Bidus

Utente Medio


Inserito il - 19/02/2013 : 17:25:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Bidus Invia a Bidus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Indigna di più che ci sia ancora gente così permalosa. E' solo un po' di sfottò, ecchediamine!
Tralaltro è anche divertente, a me ha fatto sorridere. Nonciclopedia è un sito satirico e quella pagina sembra anche scritta da un sardo che evidentemente sa ridere di se stesso, ma se anche non fosse sardo non cambia niente. Proviamo una volta ad indignarci per le cose molto più serie che accadaono nell'isola e per come ci facciamo prendere per il naso da chi non fa satira, ma si presenta in modo apparentemente rispettabile. Quelle presunte offese sono talmente assurde che non vedo perché dovremo inalberarci, così come per quella battuta di Villaggio: un coro di indignazione per uno che ha costruito la sua carriera sull'assurdo e il paradossale.

"Se l'avessi voluta in Italia l'avrei lasciata attaccata.”
Sarà per questo che ci si offende? Perchè mette a nudo i nostri complessi?
O per questo? "Sardigna Italia? Itte catzada!”

Ayò, svegliamoci!






 Regione Veneto  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 155  ~  Membro dal: 26/03/2008  ~  Ultima visita: 12/09/2014 Torna all'inizio della Pagina

Tharros
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 19/02/2013 : 18:10:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Tharros Invia a Tharros un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sarrabus72 ha scritto:

A me non frega proprio niente di quello che scrivono ... "io so chi siamo" !! Le cose per qui indignarci e combattere ajme sono altre !


Mi associo...cioè...ben detto!!







  Firma di Tharros 
E' sempre meglio sembrare stupidi tacendo invece di darne la conferma parlando!!

 Regione Trentino - Alto Adige  ~ Prov.: Trento  ~ Città: Trento  ~  Messaggi: 4702  ~  Membro dal: 02/12/2006  ~  Ultima visita: 23/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

sguaraus

Utente Normale


Inserito il - 03/08/2013 : 10:06:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sguaraus Invia a sguaraus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bidus ha scritto:

Indigna di più che ci sia ancora gente così permalosa. E' solo un po' di sfottò, ecchediamine!
Tralaltro è anche divertente, a me ha fatto sorridere. Nonciclopedia è un sito satirico e quella pagina sembra anche scritta da un sardo che evidentemente sa ridere di se stesso, ma se anche non fosse sardo non cambia niente. Proviamo una volta ad indignarci per le cose molto più serie che accadaono nell'isola e per come ci facciamo prendere per il naso da chi non fa satira, ma si presenta in modo apparentemente rispettabile. Quelle presunte offese sono talmente assurde che non vedo perché dovremo inalberarci, così come per quella battuta di Villaggio: un coro di indignazione per uno che ha costruito la sua carriera sull'assurdo e il paradossale.

"Se l'avessi voluta in Italia l'avrei lasciata attaccata.”
Sarà per questo che ci si offende? Perchè mette a nudo i nostri complessi?
O per questo? "Sardigna Italia? Itte catzada!”

Ayò, svegliamoci!


Dire che in sardegna è cosa tipica stuprare le donne sarebbe una cosa simpatica? il tuo livello di humor è alquanto macabro.






 Regione Sardegna  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 72  ~  Membro dal: 29/09/2010  ~  Ultima visita: 29/10/2016 Torna all'inizio della Pagina

sguaraus

Utente Normale


Inserito il - 03/08/2013 : 10:19:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sguaraus Invia a sguaraus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Un articolo concepito da un ex professore universitario, perdipiù di origine sarda, condannato inoltre per razzismo e antisemitismo per altre sue esternazioni.



Ecco cosa ha scritto il "prof" pietro melis sui sardi:



DIMENTICARE I SARDI: POPOLO DI ANTICA BARBARIE

http://pietromelis.blogspot.it/2012...-antica.html

Non è la prima volta che capita una strage simile.
Ho in manoscritto un libro dal 2004 in cui racconto di un sogno. Ho solo anticipato nel titolo il sottotitolo del libro, che ho deciso di pubblicare. Non anticipo qui il contenuto. Episodi come questo mi confermano nell'idea che la Sardegna subisce ancora la maledizione della tradizione pastorale di un popolo che nella storia ha dimostrato di essere un barbaro parassita che non ha mai dato alcun contributo al progresso. Una regione di 24.000 kmq con una popolazione di solo 1 milione e 600.000 abitanti ma con 7 milioni di pecore. I sardi hanno dimostrato sempre di saper fare bene una sola cosa (come dimostra la storia della Sardegna del sardo Giuseppe Manno, che abbandonò la Sardegna per diventare ministro del governo piemontese): mungere e uccidere le pecore, odiandosi tra loro in una catena di faide. Grazia Deledda, che fuggì da ragazza dalla Sardegna (dalla natia Nuoro), dipinse bene le faide tribali dei sardi e per questo fu sempre odiata specialmente dai nuoresi. Terra di banditismo e di sequestro di persone. Popolo di servi dello straniero, con sardi che, intruppati nell'esercito aragonese di Martino il giovane, combattevano contro altri sardi dell'ultimo giudicato indipendente, quello di Arborea, che perse l'indipendenza nella battaglia di Sanluri (1409), con 5000 morti. Sardi che uccidevano altri sardi.
Rimane famosa la frase che definisce i sardi "pocos, locos y mal unidos" (pochi, scemi (o pazzi) e disuniti) attribuita più fondatamente all'arcivescovo spagnolo di Cagliari (negli anni 1559-61) Antonio Parragues de Castillejo piuttosto che a CarloV. E lo rimasero sempre.
Per questo i sardi furono usati giustamente come carne da macello nella prima guerra mondiale. Ma di questo ancor oggi si vantano con la Brigata Sassari. Ecco la storia che sta dietro questo popolo di sanguinari parassiti che senza i trasferimenti dal governo di Roma morirebbe di fame dopo un mese. E meriterebbe ciò perché sarebbe bene liberare la Sardegna dai sardi, almeno da tutti quelli che vivono nella "cultura" pastorale, che ha sempre alimentato l'invidia distruttiva di ogni barlume di ragione.
Non bastavano quattro province. Ne furono istituite altre quattro per meglio accontentare gli egoismi locali e parcellizzare maggiormente il territorio disponendolo al parassitismo politico. Una provincia (l'Ogliastra) con soli 50.000 abitanti. Ed un consiglio regionale di ben 80 consiglieri. Naturalmente mantenuti con il danaro non sardo. Per non parlare del pazzesco frazionamento dei Comuni. Popolo di miserabili capaci solo di presentarsi come vittime degli altri non capendo di essere vittime di se stessi.
Troppo comodo avere l'autonomia regionale per mangiare autonomamente con i soldi degli altri. Mungendo il danaro di altre regioni essendo i sardi abituati a mungere le pecore. E si vorrebbe continuare a mungere danaro pubblico tenendo in piedi industrie in passivo, come l'Alcoa. Un popolo che, incapace di iniziative imprenditoriali, ha lasciato al capitale straniero la maggiore risorsa economica che sarebbe stata il turismo. La Costa Smeralda e tutti villaggi turistici sono in mano a capitali stranieri o, comunque, non sardi. Le imprese turistiche regionali (come l'ESIT) sono fallite. Erano carrozzoni politici finanziati con il danaro del governo di Roma. Mentre sarebbe bastata la risorsa turistica per rendere benestante una popolazione di 1 milione e 600 mila abitanti. Un popolo che sarebbe incapace di autogovernarsi dovrebbe essere abbandonato a se stesso. Questo richiede la sua storia e lo richiede anche il presente. La vita di questa gentaccia vale meno di quella delle pecore uccise. Anche se prima o dopo avrebbero fatto la stessa fine.



ecco cosa dice in riferimento alle sue origini sarde:

Mi vergogno di essere nato da genitori sardi (ma solo per cognome non per cultura). Ma sono nato a Roma. I miei genitori evitarono sempre di parlare in sardo con i tre figli. Perciò mi vanto di non saper parlare questa lingua da terra dei morti. Avrei voluto assumere il cognome materno non sardo (AUDA) comune ai due genitori perché odio questa terra di antica barbarie, dalla cultura pastorale, con una storia ben descritta dallo storico sardo (ma trasferitosi in Piemonte come ministro) Giuseppe Manno. Prima o dopo tirerò fuori dal cassetto un mio manoscritto contro i sardi”..



Ricordartevi che questo Pietro Melis è un ex professore ed ha insegnato in diverse università e pubblicato libri!






Modificato da - sguaraus in data 03/08/2013 10:38:21

 Regione Sardegna  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 72  ~  Membro dal: 29/09/2010  ~  Ultima visita: 29/10/2016 Torna all'inizio della Pagina

Forrighesos

Utente Attivo



Inserito il - 04/08/2013 : 12:18:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Forrighesos Invia a Forrighesos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non cito il prof(probabilmente laurea ottenuta a olio e vino), con il cognome sardo che non merita, ma meglio perderli che trovarli.....quindi Pierto....non vergognati solo di esser nato da genitori sardi...e di vantarti di non conoscere la nostra straordinaria lingua.....ma....ma.....quando è stata la tua ultima visita neurologica???????





  Firma di Forrighesos 
Forrighesos

 Regione Sardegna  ~ Città: Iglesias  ~  Messaggi: 716  ~  Membro dal: 10/09/2010  ~  Ultima visita: 27/11/2014 Torna all'inizio della Pagina

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 05/08/2013 : 23:09:07  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scrisse un libro: "Io non volevo nascere".
Condividiamo e solidarizziamo.







Modificato da - Adelasia in data 05/08/2013 23:45:19

  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2880  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 14/04/2017 Torna all'inizio della Pagina

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 05/08/2013 : 23:17:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E comunque <<..non ragioniam di lor, ma guarda e passa>>...





  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2880  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 14/04/2017 Torna all'inizio della Pagina

nicky

Nuovo Utente


Inserito il - 06/08/2013 : 21:49:36  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nicky Invia a nicky un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Possedere un cognome sardo non vuol dire essere sardo, il signor Melis non lo è per sua ammissione ("...nato e cresciuto a Roma ... per mia fortuna ..."
e io aggiungo " anche per nostra fortuna") Bisogna che qualcuno gli dica che da qualche anno esiste una normativa che permette a coloro che lo desiderano di cambiare cognome, se dovesse avere difficoltà a trovarne uno, saremmo lieti di aiutarlo.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 33  ~  Membro dal: 28/02/2013  ~  Ultima visita: 18/06/2014 Torna all'inizio della Pagina

Tharros
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 07/08/2013 : 11:16:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Tharros Invia a Tharros un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho letto con attenzione l'articolo del soggetto in questione. Ho anche notato " l" eleganza verbale" con la quale accetta i contraddittori. Non credo sia il caso di entrare nel merito di quanto a scritto perché lo avrete letto tutti e tratto le vostre idee. Come sapete io abito in trentino e qui abbiamo poche capre e poche pecore ma abbiamo le viti. da noi esiste "roncola selvaggia" e cioè quando a qualcuno sta sulle scatole qualcun'altro se ne va nella sua campagna e taglia quello che gli capita dalle piante di mele appena interrate alle viti di ogni età. Ognuno se la prende con quello che ha a disposizione, usando quel molto poco che ha per pensare. Solo che giudicare un popolo da abitudini che appartengono a pochi mi sembra da parte del soggetto oltretutto "professore" vi sia stata nel passato una poca frequentazione scolastica ed una maturazione intellettuale di la da venire. Molti anche non sardi credo siano rimasti, per usare un eufemismo, sconcertati e da parte mia mi fa solo piacere che non sia un corregionale. Dice di non essere sardo eppure, da quello che ho letto, il padre aveva terreni a Senorbì. Per come la vedo io questo tipo è uno di quelli che non essendo, in questo caso anche non volendo, ne carne ne pesce, non avendo radici, spara nel mucchio. Solo che, anche se non vuole, nel mucchio c'è anche lui!!






  Firma di Tharros 
E' sempre meglio sembrare stupidi tacendo invece di darne la conferma parlando!!

 Regione Trentino - Alto Adige  ~ Prov.: Trento  ~ Città: Trento  ~  Messaggi: 4702  ~  Membro dal: 02/12/2006  ~  Ultima visita: 23/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

Rita Niffoi

Utente Medio


Inserito il - 07/08/2013 : 19:00:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rita Niffoi Invia a Rita Niffoi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leggete il suo blog, ma solo se avete stomaco. Oggi, per esempio, farnetica sugli immigrati, sul Papa e altro. Il caldo picchia. Sul povero professore, evidentemente, picchia tutto l'anno.





 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: ...  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 27/06/2012  ~  Ultima visita: 16/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

Torecasula

Nuovo Utente


Inserito il - 08/08/2013 : 22:27:36  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Torecasula Invia a Torecasula un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Condivido la risposta di Tharros; Adelasia ha espresso la saggezza semantica dei Sardi: certe parole si commentano da sole...





 Regione Lombardia  ~ Prov.: Milano  ~ Città: Trezzano sul Naviglio  ~  Messaggi: 9  ~  Membro dal: 16/10/2007  ~  Ultima visita: 09/08/2013 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000