Forum Sardegna - Lenci, Ceramiche in Sardegna
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Il copricapo del costume femminile di gala di Sennori ( Sassari) è costituito da ben quattro elementi sapientemente accostati e modellati.
Il primo elemento e "su tucchè ", che stringe le chiome nascondendole quasi del tutto; il secondo e' un fazzoletto di seta, detto" mucaloru de sa luisina ";il terzo e' un sottogola di pizzo (" su elu"); l'ultimo e più visibile e' "su biccu", un telo di cotone o lino ricamato a sfilato e a traforo, inamidato e piegato in maniera particolare con il ferro da stiro. Alcuni studiosi ritengono la caratteristica acconciatura di derivazione monacale.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Arte in Sardegna
 Lenci, Ceramiche in Sardegna
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione  

Marialuisa

Utente Master



Inserito il - 25/05/2012 : 07:01:55  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Marialuisa Invia a Marialuisa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando



Lenci Ceramiche in Sardegna


La prima mostra in Sardegna sulle ceramiche Lenci raccoglie oltre un centinaio di manufatti provenienti da collezioni private. Nella nostra regione la varietà di modelli Lenci si concentra essenzialmente su tre sezioni: quella devozionale, con un cospicuo numero di Madonne, nelle varianti dei modellatori Paola e Andrea Bologna, Pietro Spertini e Sandro Vacchetti ; quella regionale, con i pezzi sardi ideati da Valerio Pisanu, Alessandro Mola e Edina Altara, presentati per la prima volta quasi al completo; e quella genericamente definibile nazionale, che include sculture da tavola, dai personaggi letterari ai celebri nudini, ma anche animali, scatole, vasi.
La mostra raccoglie per la prima volta la produzione Lenci di soggetto sardo, mettendola a confronto con pezzi analoghi di aziende concorrenti, pur gemmate da fuorusciti dalla casa torinese: l’Esservì di Sandro Vacchetti, la Cia Manna , la Ronzan.
Non mancano le ceramiche degli anni d’oro della produzione(1928- 1937, pezzi raramente o mai esposti come lo zampognaro di Beppe Porcheddu, numero cinque del catalogo Lenci, Amore Paterno e il vaso Galline di Vacchetti, Liu-tu di Helen König Scavini acquistati nell’elegante Galleria Palladino di Cagliari, segnalata sulle pagine della rivista Domus, l’imponente Don Chichiotte , la mirabile Genovese di Abele Jacopi, che, col volto rugoso, contrasta con la levigatezza dei nudi delle varie mamme sirene o signorine maliziose, di cui Nella , in mostra, costituisce la capostipite.
Fonte Locandina Mostra


Nella

Helen König Scavini








* * *




Madonna
di
Sandro Vacchetti
1928





Lo Zampognaro
Beppe Porcheddu

continua...








Modificato da - Marialuisa in Data 25/05/2012 07:02:46

 Firma di Marialuisa 

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 2410  ~  Membro dal: 10/11/2007  ~  Ultima visita: 05/09/2016

Google Sardegna


Pubblicità

maria
Salottino
Utente Maestro




Inserito il - 25/05/2012 : 13:09:29  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maria Invia a maria un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Wauuuuuuuuuuuuuuuuu itte bellasa
Ciao mon amie lointaine









  Firma di maria 

Redentore - Monte Ortobene

Nuoro

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Estero  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Belgio  ~  Messaggi: 9249  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

sartinocchja
Salottino
Utente Attivo



Inserito il - 25/05/2012 : 21:11:17  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sartinocchja Invia a sartinocchja un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho fatto scorrere le immagini diverse volte con calma per ammirare/gustare ogni particolare … belle
Grazie Marialuisa









  Firma di sartinocchja 
“(…) Non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.” Antoine De Saint-Exupéry
“Osare è la forza più grande …” Selene

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Oristano  ~ Città: Oristano  ~  Messaggi: 609  ~  Membro dal: 21/11/2010  ~  Ultima visita: 17/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

Marialuisa

Utente Master



Inserito il - 28/05/2012 : 10:05:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Marialuisa Invia a Marialuisa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sartinocchja ha scritto:

Ho fatto scorrere le immagini diverse volte con calma per ammirare/gustare ogni particolare … belle
Grazie Marialuisa


Mi viene da sorridere, sartinocchja.
La mia calma - nel completare - paragonata alla tua è proprio biblica:))








  Firma di Marialuisa 

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 2410  ~  Membro dal: 10/11/2007  ~  Ultima visita: 05/09/2016 Torna all'inizio della Pagina

Marialuisa

Utente Master



Inserito il - 28/05/2012 : 10:08:44  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Marialuisa Invia a Marialuisa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La ditta Lenci, nota agli inizi per la produzione di bambole e arazzi in pannolenci, fu fondata a Torino nel 1919. In quell’anno l’azienda depositò per la prima volta il marchio di fabbrica costituito dalla frase latina Ludus Est Nobis Constanter Industria che tradotto, in azienda corrispondeva a: “Il gioco per noi è continua attività”. Con questa firma l’industria artigianale Lenci iniziò a produrre bambole.
L’intuizione vincente fu quella di coinvolgere nel lavoro famosi artisti italiani. Molti dei chiamati acconsentirono all’iniziativa e così le firme di Elena Scavini, Mario Sturani, Giovanni e Ines Grande, Felice Tosalli, Gigi Chessa, Sandro Vacchetti, Abele Jacopi, Nillo Beltrami, Helen Konig, Claudia Formica, vennero affiancate a quella della ditta torinese.
Le teste delle piccole creature, il cui corpo inizialmente era realizzato in feltro, erano create con uno speciale procedimento brevettato. Prive di cucitura, permettevano all’artista di intervenire sul viso dipingendo delle espressioni quasi umane. Fu anche grazie a questo lavoro di collaborazione che prese vita una scultura d’arredo di grande successo sul mercato nazionale e internazionale, particolarmente ricercate negli Stati Uniti, dove erano apprezzate, oltre che per la bellezza, per l’accuratezza della lavorazione.
Le ceramiche Lenci – personalissime e molto riconoscibili – alcune più innovative e connesse all’arte contemporanea italiana ed europea, altre legate alle tradizioni popolari, sono diventate veri e propri status symbol della borghesia degli anni Venti e primi anni Trenta, in alternativa alle forme aristocratiche del Déco internazionale.

Fonte www.spaziotorino.it





La testina desulese
di Alessandro Mola
























continua...








  Firma di Marialuisa 

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 2410  ~  Membro dal: 10/11/2007  ~  Ultima visita: 05/09/2016 Torna all'inizio della Pagina

Marialuisa

Utente Master



Inserito il - 31/05/2012 : 07:48:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Marialuisa Invia a Marialuisa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando





Don Quijote






Edina Altara



























  Firma di Marialuisa 

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 2410  ~  Membro dal: 10/11/2007  ~  Ultima visita: 05/09/2016 Torna all'inizio della Pagina

sartinocchja
Salottino
Utente Attivo



Inserito il - 31/05/2012 : 08:28:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sartinocchja Invia a sartinocchja un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Marialuisa ha scritto:

sartinocchja ha scritto:

Ho fatto scorrere le immagini diverse volte con calma per ammirare/gustare ogni particolare … belle
Grazie Marialuisa


Mi viene da sorridere, sartinocchja.
La mia calma - nel completare - paragonata alla tua è proprio biblica:))


Per restare in tema, Marialuisa ti dico che io ho la pazienza di Giobbe … poi queste immagini meritano tutta l’attesa … fantastiche …
(la mia preferita resta “Nella” di Helen König Scavini: La storia di questa ceramica viene raccontata dalla sua autrice, Helen König Scavini, nella sua autobiografia. Passeggiando per le strade della Torino anni Trenta, nota una ragazza che la colpisce per la sua aria scanzonata e il fisico androgino; Helen la segue e le chiede di posare per una statuetta che ha in mente. La ragazza accetta e quando Helen le domanda il suo nome lei risponde: Nella. Nasce così la fortunata serie omonima che incarnerà il prototipo dell’adolescente moderna, contrassegnata da un corpo asciutto piegato in pose sghembe, sottilmente ambigua e maliziosa, abbigliata alla moda del momento: gonne corte, tacchi alti e colorati cappellini, in bilico tra il mondo delle signorine Grandi Firme e Maddalena, zero in condotta)..
Da: http://www.ufficiostampacagliari.it...?pagina=6428

… ma sono tutte belle, che finezza, i colori una meraviglia … chissà dal vivo. Belle grazie










  Firma di sartinocchja 
“(…) Non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.” Antoine De Saint-Exupéry
“Osare è la forza più grande …” Selene

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Oristano  ~ Città: Oristano  ~  Messaggi: 609  ~  Membro dal: 21/11/2010  ~  Ultima visita: 17/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

Marialuisa

Utente Master



Inserito il - 05/06/2012 : 18:11:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Marialuisa Invia a Marialuisa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando








  Firma di Marialuisa 

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 2410  ~  Membro dal: 10/11/2007  ~  Ultima visita: 05/09/2016 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000