Forum Sardegna - il metanodotto Galsi
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: A Lanusei in località Monte Armidda (Monte del Timo) si trova l'Osservatorio Astronomico Ferdinando Caliumi. L'osservatorio astronomico Ferdinando Caliumi nasce nel 1992, dalla volontà di un gruppo di astrofili, già riuniti nell'Associazione Ogliastrina di Astronomia, con l'intento di offrire a chiunque l'opportunità di avvicinarsi all'universo dell'astronomia.



 Tutti i Forum
 Varie dalla Sardegna
 la Sardegna che non mi piace..
 il metanodotto Galsi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 8

DedaloNur
Salottino
Utente Master



Inserito il - 13/11/2011 : 20:42:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di DedaloNur Invia a DedaloNur un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
dany ha scritto:
amo questo concetto . Ti dirò di più ... lo adoro ...

denghiu!









  Firma di DedaloNur 
Freddie Mercury - In My Defence
http://www.youtube.com/watch?v=4TgX...ture=related

"La parola è un'ala del silenzio"Neruda.

“Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!” Dante Alighieri

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 2565  ~  Membro dal: 15/09/2008  ~  Ultima visita: 07/10/2014 Torna all'inizio della Pagina

sonos

Utente Attivo


Inserito il - 14/11/2011 : 11:45:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sonos Invia a sonos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ero tentato di non continuare ad intervenire in questa discussione poichè vedo che non si leggono con la giusta attenzione gli interventi dei partecipanti ed anche i propri.

Però si continua ad agire in un modo che non mi è congeniale. Io ragiono in questo modo: prima di dire un No cerco di informarmi il più completamente possibile, nel caso decidessi di appoggiare il No cerco di dare, oltre le informazioni, anche delle possibili soluzioni alternative.

Non si vuole il gasdotto. Si portano per lo più ragioni generiche e senza dati a supporto e soprattutto non si indicano alternative volte al futuro ed alla salvaguardia ambientale.

Ho già scritto con quali combustibili viene prodotta l'energia in Sardegna. Molti di questi sono davvero legati al passato.
Secondo me una proposta seria è quella di studiare un Piano energetico regionale considerando ciò che ci offre la tecnologia sulle energie rinnovabili, indicando tipologie, tempistiche e collocazione degli impianti.
Purtroppo non è possible sostituire rapidamente i MW prodotti con i combustibili fossili con altrettanti da fonti rinnovabili, per la poca differenziazione che fonti energetiche del nostro paese.
Quindi bisogna trovare alternative transitorie.
Secondo me il gas naturale, che non è l'ideale, resta sicuramente meglio del carbone e degli idrocarburi.
Si è più volte sottolineato la tutela dell'ambiente e del paesaggio.
Fra dieci-quindici anni quando le ahimé numerose discariche industriali del mio territorio saranno sature, dove pensate di versare le tonnellate di ceneri delle centrali a carbone?
Chi ha scritto "per me non esiste proprio che si debba distruggere anche un solo cm2 della mia isola" si opporrà con la stessa veemenza di adesso ad una nuova discarica?
Perchè debbo continuare a versare denaro destinato alle "vere" rinnovabili, attraverso il famigerato CIP6, ai petrolieri ed affaristi delle finte" rinnovabili (inceneritori, scarti degli idrocarburi, carbone pulito)?

Per il fatto di non avere una scelta energetica, noi paghiamo l'elettricità più della Toscana che la riceve da noi. Idem per il GPL. Con l'lulteriore svantaggio del danno ambientale creato da queste attività industriali creano che ricade interamente nella nostra regione.
Vogliamo continuare su questa strada?








  Firma di sonos 
www.sulcisnaturalmente.eu

http://fabiocoronafotografie.blogspot.it

 Regione Sardegna  ~ Città: Carbonia  ~  Messaggi: 823  ~  Membro dal: 20/01/2009  ~  Ultima visita: 08/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

sonos

Utente Attivo


Inserito il - 14/11/2011 : 12:02:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sonos Invia a sonos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vedi Dany, io un'alternativa alla miniera l'ho fornita. Un'alternativa di maggior durata nel tempo e di minor impatto economico per la società.
Perchè debbo continuare a finanziare, con soldi pubblici, un'attività che so nono remunerativa adesso e soprattutto senza un futuro? Non sarebbe opportuno investire quei soldi in altri settori più promettenti?
Il disastro economico che tu immagini, ma che purtroppo è già arrivato, è stato figlio della scelta miope di puntare su un unico settore, la metallurgia pesante, oltrettutto senza completare una filiera di lavorazioni ma soltanto impiantando le attività con meno valore aggiunte e con maggiore inquinamento ambientale. Con l'apertura di nuovi mercati e l'ingresso di nuovi produttori a basso costo, abbiamo visto la desolazione, sociale ed ambientale, che ne rimane.

Mi fa una brutta sensazione sentire le tue parole pro-industrie (inquinanti) rispetto alla strenua difesa dell'ambiente della nostra isola che hai esternato poco sopra.

Non conosco cosa tu abbia fatto realmente per combattere la vergognosa situazione ambientale del nostro territorio, ma se vuoi, e non mi costa sacrificio, posso dirti cosa ho fatto io negli ultimi anni magari in un incontro di persona.

Sicuramente per una mia incapacità ma non son riuscito a trovare i mesi di articoli de L'Unione Sarda sulle proteste degli abitanti di Paringianu anti GALSI, se fossi così gentile da fornirmi i links te ne sarei davvero grato.

P.S. speravo che comprendessi che CO" fosse un errore di battuta (guarda com'è fatto il tasto 2) e avresti capito la vera natura della sigla CO2








  Firma di sonos 
www.sulcisnaturalmente.eu

http://fabiocoronafotografie.blogspot.it

 Regione Sardegna  ~ Città: Carbonia  ~  Messaggi: 823  ~  Membro dal: 20/01/2009  ~  Ultima visita: 08/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

pollo mannaro

Utente Medio


Inserito il - 14/11/2011 : 16:27:45  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
dany ha scritto:
... ti informo che non stai facendo un'ottima figura


Adesso mi suicido per il dispiacere: mi avrai sulla coscienza.

Sì, che il Galsi si farà lo dico io e un sacco di altra gente.








 Regione Estero  ~ Città: Atlantide  ~  Messaggi: 450  ~  Membro dal: 25/12/2010  ~  Ultima visita: 23/03/2012 Torna all'inizio della Pagina

DedaloNur
Salottino
Utente Master



Inserito il - 14/11/2011 : 18:16:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di DedaloNur Invia a DedaloNur un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sonos ha scritto:
Non si vuole il gasdotto. Si portano per lo più ragioni generiche e senza dati a supporto e soprattutto non si indicano alternative volte al futuro ed alla salvaguardia ambientale.


Ciao Sonos, io ti leggoe mi pare d'essermi comportato inmodo più che corretto; sinceramente m'è parso lo stesso di Dany. Cmq sia potresti rispondere alla mia domanda? a me pare un punto nodale della questione.

credo poco al fatto che il gas sia alternativo al carbone che alimenta la siderurgia.
Se non altro, non vedo in giro delle stime che mi dicano che Portovesme possa passare al metano e abbandonare il carbone.

Questo, porterebbe ad un duplice risultato dannoso: ci terremmo il carbonese con l'aggiunta del gasdotto.
Poi, osservo esiste un altro problema: chi finanzierà la rete, che porterà il gas nelle abitazioni e nelle imprese sarde?

io su un piano delle energie alternative mi astengo dal postare anche perchè in questo forum, se ne discusse in un trhead collaterale alla discussione sul nucleare.

la tecnologia sta compiendo degli enormi passi avanti. tr l'altro ribadisco che io non ho posizioni pregiudizali al momento, e che pertanto dialogo con te, non per zittirti, o in modo scorretto, ma solo per comprendere meglio...

pertant attendo la tua risposta, sempre che tu ovviamente abbia gli lmenti per poter sciogliere il mio dubbio.









  Firma di DedaloNur 
Freddie Mercury - In My Defence
http://www.youtube.com/watch?v=4TgX...ture=related

"La parola è un'ala del silenzio"Neruda.

“Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!” Dante Alighieri

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 2565  ~  Membro dal: 15/09/2008  ~  Ultima visita: 07/10/2014 Torna all'inizio della Pagina

dany
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 15/11/2011 : 06:16:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dany Invia a dany un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sonos ha scritto:

Ero tentato di non continuare ad intervenire in questa discussione poichè vedo che non si leggono con la giusta attenzione gli interventi dei partecipanti ed anche i propri.
Oddio Sonos , sai che ho avuto la stessa identica sensazione nei tuoi interventi ...
Però si continua ad agire in un modo che non mi è congeniale. Io ragiono in questo modo: prima di dire un No cerco di informarmi il più completamente possibile, nel caso decidessi di appoggiare il No cerco di dare, oltre le informazioni, anche delle possibili soluzioni alternative.
... soluzioni che tra l'altro sono sotto gli occhi di tutti i sardi , tutti i giorni .
Non si vuole il gasdotto. Si portano per lo più ragioni generiche e senza dati a supporto e soprattutto non si indicano alternative volte al futuro ed alla salvaguardia ambientale.
Ma tu sei non hai il link da cliccare non sei contento ...e dai Sonos ... ti ho già detto che sui motori di ricerca ne trovi tantissimi , non ultimo nel sito della regione Sardegna .
Ho già scritto con quali combustibili viene prodotta l'energia in Sardegna. Molti di questi sono davvero legati al passato.
E alcuni di noi ti hanno dato ragione ... io compresa . Non solo, ti ho anche detto che questo superamento dell'attuale fonte energertica ( leggasi carbone ) è la spada di Damocle per la Carbosulcis .
Secondo me una proposta seria è quella di studiare un Piano energetico regionale considerando ciò che ci offre la tecnologia sulle energie rinnovabili, indicando tipologie, tempistiche e collocazione degli impianti.
Purtroppo non è possible sostituire rapidamente i MW prodotti con i combustibili fossili con altrettanti da fonti rinnovabili, per la poca differenziazione che fonti energetiche del nostro paese
Perchè mai ?
Quindi bisogna trovare alternative transitorie.
Ma stai cambiando di nuovo il significato di " transitorie " ? Definiamolo una volta per tutte . Transitorie nel senso di provvisorie o transitorie nel senso che la Sardegna nel caso del gasdotto sarebbe un transito per il trasporto verso l'Italia . Chiariamolo questo concetto , poichè se tu non transigi su altri termini , io non transigo su questo . Accettare che la nostra isola sia solo un passaggio di tubi mi fa imbufalire , ma mi fa imbufalire anche pensare che sia un progetto provvisorio poichè una volta che il gasdotto non fosse più ritenuto utile e fosse messo in disuso siamo certi che la nostra terra verrebbe bonificata o rimarrebbe nel nostro territorio lo scheletro di un progetto selvaggio ? Questo l'hai messo in conto ?
Secondo me il gas naturale, che non è l'ideale, resta sicuramente meglio del carbone e degli idrocarburi.

Il sole e il vento ti fanno senso o cosa ?
Si è più volte sottolineato la tutela dell'ambiente e del paesaggio.
Per me è fondamentale , sono fatta così che ci vogliamo fare ?
Fra dieci-quindici anni quando le ahimé numerose discariche industriali del mio territorio saranno sature, dove pensate di versare le tonnellate di ceneri delle centrali a carbone?
Spero che il problema nel frattempo sia stato risolto , risolto con sale in zucca però . Non accettando progetti che io continuo a definire catastrofici per l'isola .
Chi ha scritto "per me non esiste proprio che si debba distruggere anche un solo cm2 della mia isola" si opporrà con la stessa veemenza di adesso ad una nuova discarica?
Se sarà necessario anche peggio .
Perchè debbo continuare a versare denaro destinato alle "vere" rinnovabili, attraverso il famigerato CIP6, ai petrolieri ed affaristi delle finte" rinnovabili (inceneritori, scarti degli idrocarburi, carbone pulito)?
Occhio che ti dicono che questo argomento non c'entra nulla con il gasdotto .
Per il fatto di non avere una scelta energetica, noi paghiamo l'elettricità più della Toscana che la riceve da noi. Idem per il GPL. Con l'lulteriore svantaggio del danno ambientale creato da queste attività industriali creano che ricade interamente nella nostra regione.
Vogliamo continuare su questa strada?
Come già ti ho detto in precedenza queste tue argomentazioni mi ricordano tanto gli sponsor pro nucleare .









  Firma di dany 

Piazza Lamarmora

Iglesias (CI)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~  Messaggi: 1635  ~  Membro dal: 20/09/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2014 Torna all'inizio della Pagina

dany
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 15/11/2011 : 06:37:39  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dany Invia a dany un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma non potevi scrivere tutto in un unico post ? Mannaggia
sonos ha scritto:

Vedi Dany, io un'alternativa alla miniera l'ho fornita. Un'alternativa di maggior durata nel tempo e di minor impatto economico per la società.
Perchè debbo continuare a finanziare, con soldi pubblici, un'attività che so nono remunerativa adesso e soprattutto senza un futuro? Non sarebbe opportuno investire quei soldi in altri settori più promettenti?
Sonos stiamo dicendo la stessa cosa con parole differenti ... ma con fonti energetiche alternative diverse .
Il disastro economico che tu immagini, ma che purtroppo è già arrivato, è stato figlio della scelta miope di puntare su un unico settore, la metallurgia pesante, oltrettutto senza completare una filiera di lavorazioni ma soltanto impiantando le attività con meno valore aggiunte e con maggiore inquinamento ambientale. Con l'apertura di nuovi mercati e l'ingresso di nuovi produttori a basso costo, abbiamo visto la desolazione, sociale ed ambientale, che ne rimane.
Se poi ci metti nel conto che tutto era stato già previsto , mi fa incazzare ancora di più . Riguardo il disastro economico che io suppongo e che tu dici già in corso , guarda che non sono cieca . Viviamo a soli 27 km di distanza , non stiamo io nell'emisfero boreale e tu in quello australe . Però qualcosa mi dice che se la Carbosulcis dovesse chiudere l'attuale crisi verrebbe esaltata all'ennesima potenza .
Mi fa una brutta sensazione sentire le tue parole pro-industrie (inquinanti) rispetto alla strenua difesa dell'ambiente della nostra isola che hai esternato poco sopra.

E a me fa una brutta sensazione quando chi legge un mio post cerca significati impossibili che io non solo non ho scritto e tanto meno penso !!! La mia " esaltazione " rispetto alla Carbosulcis era solo nel caso della chiusura i dipendenti della miniera non avessero alternative lavorative , non credevo ci volesse tanto a capirlo .
Non conosco cosa tu abbia fatto realmente per combattere la vergognosa situazione ambientale del nostro territorio, ma se vuoi, e non mi costa sacrificio, posso dirti cosa ho fatto io negli ultimi anni magari in un incontro di persona.
Ancora ??? Ti ho già detto che questo ti fa onore ... e meriti tanto rispetto ... più di questo cosa ti dovrei dire ??? Riguardo l'incontro ... non credo sia davvero necessario . Ciò che ci stiamo dicendo qui lo ritengo più che sufficiente .
Sicuramente per una mia incapacità ma non son riuscito a trovare i mesi di articoli de L'Unione Sarda sulle proteste degli abitanti di Paringianu anti GALSI, se fossi così gentile da fornirmi i links te ne sarei davvero grato.
Bene , appena avrò un po' di tempo lo farò .
P.S. speravo che comprendessi che CO" fosse un errore di battuta (guarda com'è fatto il tasto 2) e avresti capito la vera natura della sigla CO2
No che non avevo capito si trattasse di un errore di battitura . Ecco perchè confondere il monossido con l'anidride carbonica mi ha fatto preoccupare e non poco .









  Firma di dany 

Piazza Lamarmora

Iglesias (CI)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~  Messaggi: 1635  ~  Membro dal: 20/09/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2014 Torna all'inizio della Pagina

dany
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 15/11/2011 : 06:42:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dany Invia a dany un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
pollo mannaro ha scritto:

dany ha scritto:
... ti informo che non stai facendo un'ottima figura


Adesso mi suicido per il dispiacere:
Non è necessario , è sufficiente che quando tu commenti i post altrui lo faccia in maniera corretta .
mi avrai sulla coscienza.
Ma per niente ... chi è causa del suo male pianga se stesso .
Sì, che il Galsi si farà lo dico io e un sacco di altra gente.
Questo si vedrà .









  Firma di dany 

Piazza Lamarmora

Iglesias (CI)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~  Messaggi: 1635  ~  Membro dal: 20/09/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2014 Torna all'inizio della Pagina

dany
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 15/11/2011 : 06:45:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dany Invia a dany un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
DedaloNur ha scritto:

sonos ha scritto:
Non si vuole il gasdotto. Si portano per lo più ragioni generiche e senza dati a supporto e soprattutto non si indicano alternative volte al futuro ed alla salvaguardia ambientale.


Ciao Sonos, io ti leggoe mi pare d'essermi comportato inmodo più che corretto; sinceramente m'è parso lo stesso di Dany. Cmq sia potresti rispondere alla mia domanda? a me pare un punto nodale della questione.

Grazie Dedalo , stavo iniziando a complessarmi ... Inutile dire che attendo anche io le risposte agli interessanti quesiti che hai posto ...









  Firma di dany 

Piazza Lamarmora

Iglesias (CI)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~  Messaggi: 1635  ~  Membro dal: 20/09/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2014 Torna all'inizio della Pagina

DedaloNur
Salottino
Utente Master



Inserito il - 15/11/2011 : 09:18:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di DedaloNur Invia a DedaloNur un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non complessarti dany...la discussione è semplicemente un poco incasinata...

Sonos, sostiene che noi non gli si proponga un piano energetico alternativo. Ma se cerca nel forum dovrebbe trovare le mie opinioni e quelle di molti altri sulle energie rinnovabili.

Come osservi tu, il "galsi" non è transitorio affatto: è un opera pluridecennale almeno, dato che serve a convogliare gas verso l'Italia. Essendo una infrastruttra permanente non deve essere preso sottogamba il fattore ambientale.

più in generale un piano serio di costi/benicifi dovrebbe essere presentato alla popolazione. menre invece, c'è solo un polverone "mediatico": articoli di giornale, controarticoli, studi di categoria della cui obiettività non mi fid granchè dato che si provengono dalle categorie (tipoi costruttori) che trarrebbero vantaggi immdiati dalla costruzione del galsi.

Per questo, io preferisco una discussione da prima incentrata sulle caratteristiche costi/vantaggi effettivi del Galsi, per poi magare anche ri-discutere delle alterntive.

perchè se si inizia a discutere dei piani energetici alternativi al galsi, del GALSI non si discuterà mai, o se ne discuterà in modo confuso e incompleto. come già sta avvenendo.

io dunque riproporrei a Sonos e a chi voglia, le mie domande:

il gas è sul serio alternativo al carbone, quanto ad impieghi industriali pesanti?

qualcuno ha calcolato quanto gas occorrerebbe per produrre 720 MW di energia di portovesme? sarebbe più o meno economico?

io ad esempio sospetto che alla Sardegna il galsi elargirà una quota predefinita di Gas, perchè il grosso dovrà andare in continente.

2) chi finanzia la rete che porterà il gas nelle abitazioni?
ho letto tra l'altro che si potrebbero usare le reti di distribuzione già esistenti. ma alcuni sostengono che la rete di distribuzione del propano, ad esempio, non può esser convertita per veicolare il gas del galsi. chi ha ragione?

P.s.
Altrove l'utente machiavelli ha postato qualcosa in merito alla Corsica, la quale pare abbia rifiutato il gasdotto, o meglio lo fa transitare sottocosta in fondo al mare.

ma ovviamente i Corsi hanno problemi energetici diversi dato che sono allacciati alla rete elettrica nuclearizzata di Francia.

però sarebbe interessante discuterne ugualmente, forse capiemmo qualcosa in più anche della nostra vicenda.









Modificato da - DedaloNur in data 15/11/2011 09:26:18

  Firma di DedaloNur 
Freddie Mercury - In My Defence
http://www.youtube.com/watch?v=4TgX...ture=related

"La parola è un'ala del silenzio"Neruda.

“Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!” Dante Alighieri

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 2565  ~  Membro dal: 15/09/2008  ~  Ultima visita: 07/10/2014 Torna all'inizio della Pagina

Bidus

Utente Medio


Inserito il - 15/11/2011 : 12:48:58  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Bidus Invia a Bidus un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Accettare che la nostra isola sia solo un passaggio di tubi mi fa imbufalire
... e dato che il ruolo di terra di servitù della Sardegna non è una favola, mi sembra più che legittimo dubitare.








 Regione Veneto  ~ Città: sassari  ~  Messaggi: 155  ~  Membro dal: 26/03/2008  ~  Ultima visita: 12/09/2014 Torna all'inizio della Pagina

sonos

Utente Attivo


Inserito il - 15/11/2011 : 13:02:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sonos Invia a sonos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Definisco meglio il significato di transitorio altrimenti si continua a non capire ciò che voglio dire.
Transitorio nell'accettazione della sua etimologia: di una cosa passa, che non è definitiva, nel senso che serve per arrivare ad una scelta migliore e di più lunga durata, scelta duratura che al momento non è possibile attuare in tempi rapidi almeno senza un serio Piano energetico.
Vi inserisco un link svizzero che chiarire (spero) cosa intendo. Ritornerà utile anche per il discorso di produrre elettricità col gas.
http://www.elettricitaperdomani.ch/...lo-combinato

Mi si continua a dire di cercare su internet, cosa che potrei ribaltare, ma perchè non fornire dati ed informazioni, inserire links direttamente all'interno di questa discussione? Non sarebbe più comodo per tutti?

DealoNur, ti rispondo volentieri anche perchè, a differenza di altri, tu poni dei quesiti diciamo "pratici" per comprendere meglio il problema in questione.

Alla tua prima domanda rispondo . Il principio di funzionamento di una centrale termoelettrica è basato sul fatto di dover scaldare dell'acqua per produrre vapore che poi sarà trasformato in energia elettrica tramite turbine. Quindi usare carbone, petrolio o gas non fa differenza ai fini della combustione. E' come se dovessi scaldare l'acqua per la pasta: che lo faccia col gas, con l'elettricità o col fuoco di legna non cambia nulla per il mio scopo.
Il carbone attualmente è il combustibile fossile più conveniente economicamente ma il più inquinante in assoluto. La convenienza economica è calcolata senza considerare i danni ambientali che questo combustile comporta in primis l'enorme quantità di CO2 emessa in atmosfera e senza dimenticare NOx e SO2 emessi dopo la combustione; i costi ambientali di estrazione e trasporto del combustibile.
L'efficienza energetica che fornisce il carbone è circa del 35% (vuol dire che il restante 65% viene perso nei fumi in atmosfera); una centrale a gas a ciclo combinato arriva quasi al 60%.
Questo tipo di centrale produce elettricità sfruttando due impianti a turbina: una turbina produce vapore bruciando gas (fornisce i 2/3 produttivi) più una seconda turbina a vapore che produce il restante terzo recuperando il calore della combustione precedente.
Una centrale a ciclo combinato a gas di 400MW produce una potenza termica di 700MW.
Qualche esempio di centrali di questo itpo in costruzione in giro per l'Europa:
http://www.alpiq.it/nostra-offerta/...-station.jsp
http://www.3cb.fr/projet-3cb/presen...n-projet-3cb
http://www.chavalon.ch/it-CH/progetto

Il consumo di una centrale a ciclo combinato a gas dovrebbe essere (purtroppo non ho certezze) di 1 miliardo di metri cubi di gas naturale; una centrale a carbone della stessa potenza dovrebbe consumare 2 milioni di tonnellate di carbone (su base annua entrambi).
Nel progetto originario, la Sardegna avrebbe avuto una quota fissa annua di 2 miliardi di metri cubi di gas naturale.
Dato che per l'industria pesante l'importante è avere energia elettrica (e non come si produce), il problema del suo impiego non esiste.
Tra l'altro nella centrale di Fiumesanto sono operanti due gruppi turbogas da 40 MW ognuno.

Il costo della rete distributiva del gas sarà a carico dei comuni e della Regione (presumo), un costo stimato di circa 550 milioni di Euro (secondo me potrebbero essere recuperati con la percentuale di utili della Regione nella società GALSI).
Da quel che so le reti distibutive di aria propanata esistenti possono essere adattate all'utilizzo di metano (credo attraverso la sostituzione delle valvole). Le reti distributive in costruzione ed in progetto nella nostra isola, seppur volte all'uso del gas naturale, potranno comunque utilizzare l'aria propanata.








  Firma di sonos 
www.sulcisnaturalmente.eu

http://fabiocoronafotografie.blogspot.it

 Regione Sardegna  ~ Città: Carbonia  ~  Messaggi: 823  ~  Membro dal: 20/01/2009  ~  Ultima visita: 08/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

sonos

Utente Attivo


Inserito il - 15/11/2011 : 16:08:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sonos Invia a sonos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dato che bisogna confrontarsi sul modo di produrre energia elettrica in Sardegna, alcuni dati.

Un estratto di una tabella sul Costo produzione elettricità per fonte (euro/ MWh)

Carbone 40 + 15* = 55
Gas 55-60 + 7* = 62-67
Olio 70-80 + 14* = 84-94


(* costo CO2, ipotesi di prezzo 20 euro/ton)
Fonte: OECD/IEA 2006
http://www.alagoas.it/Economia/ital...ergetica.asp
Naturalmente poi bisogna considerare il diverso rendimento energetico dei combustili.

Ecco perchè le attuali centrali termoelettriche a carbone sono la peggiore soluzione possibile.
http://wwf.it/client/render.aspx?co...=0&root=7367

Dalla pagina http://wwf.it/client/ricerca.aspx?r...69&content=1
ho estratto questo paragrafo:
QUATTRO BUONI MOTIVI PER DIRE NO AL CARBONE.

Il WWF, inoltre, ricorda alle Regioni almeno 4 buoni motivi per de-carbonizzare l’Italia:

1) la migliore tecnologia a carbone (impropriamente detto “pulito”) emette livelli di anidride solforosa, malgrado la presenza di desolforatori, ben 140 volte superiori a quelli emessi da un impianto a ciclo combinato a gas;

2) le emissioni di polveri fini (PM) risultano ben 71 volte superiori rispetto a quelle di impianti a gas, anche con l’introduzione di filtri a manica;

3) la combustione del carbone costituisce una delle principali cause di inquinamento da Mercurio, che entrando nella catena alimentare crea gravi danni alla salute umana, e rilascia anche altre svariate decine di sostanze tossiche inquinanti, tra cui Arsenico, Cromo e Cadmio, che sono anch’esse causa di gravi patologie;

4) le emissioni di carbonio di una centrale a carbone “pulito” sono praticamente doppie rispetto a quelle di una centrale a ciclo combinato a gas.


In questo pagina, di qualche anno fa, potrete trovare l'elenco delle 10 centrali termoelettriche più inquinanti d'Italia.
http://www.e-gazette.it/index.asp?npu=80&pagina=2








Modificato da - sonos in data 15/11/2011 16:11:56

  Firma di sonos 
www.sulcisnaturalmente.eu

http://fabiocoronafotografie.blogspot.it

 Regione Sardegna  ~ Città: Carbonia  ~  Messaggi: 823  ~  Membro dal: 20/01/2009  ~  Ultima visita: 08/01/2014 Torna all'inizio della Pagina

sarrabus72
Salottino
Utente Maestro




Inserito il - 15/11/2011 : 20:37:07  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di sarrabus72 Invia a sarrabus72 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
(Piccola parentesi di pensiero) Io di tutta la storia ... non vedo tanto il Gas come pericolo ... ma lo sfreggio enorme che faranno alla Sardegna faccendo passare le tubature per portare il Gas in Italia e Europa !!








  Firma di sarrabus72 

Valle di Oddoene

Dorgali (NU)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna



 Regione Estero  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Germania  ~  Messaggi: 7371  ~  Membro dal: 06/09/2006  ~  Ultima visita: 07/03/2015 Torna all'inizio della Pagina

dany
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 16/11/2011 : 06:02:14  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dany Invia a dany un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sarrabus72 ha scritto:

(Piccola parentesi di pensiero) Io di tutta la storia ... non vedo tanto il Gas come pericolo ... ma lo sfreggio enorme che faranno alla Sardegna faccendo passare le tubature per portare il Gas in Italia e Europa !!
è da giorni che lo sto dicendo ... ma ignorano il problema . Pare che la convenienza economica superi l'impatto ambientale . Che ti devo dì ? Mi tacciano di disinformazione ( SONOS , NON STO DICENDO A TE) pretendono che io che non sono un tecnico nè un fisico dimostri con links o chissà cosa che il metanodotto sia necessario per la nostra isola (SONOS questo è riferito a te) . Non c'è verso ... intanto che accettiamo passivi certe decisioni la nostra isola non avrà scampo .









Modificato da - dany in data 16/11/2011 06:03:05

  Firma di dany 

Piazza Lamarmora

Iglesias (CI)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~  Messaggi: 1635  ~  Membro dal: 20/09/2006  ~  Ultima visita: 15/07/2014 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 8 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000