Forum Sardegna - Quirra & terrorismo mediatico
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Un immenso patrimonio culturale e tradizionale Sardo è il canto a poesia o gara poetica. La sua origine (non della gara ma dell'improvvisazione) si perde nella notte dei tempi. La gara vera e propria sul palco, pare sia nata a Ozieri nel settembre 1896 in occasione della festa in onore della Madonna del Rimedio. L'ideatore fu Antonio Cubeddu, famoso poeta locale nato a Ozieri nel 1863 e deceduto a Roma nel 1955 all'età di 92 anni. Fino ad allora la poesia era cantata o recitata nelle feste paesane, senza un palco, una giuria, un compenso economico e senza un invito ufficiale dagli organizzatori. In un ambiente prettamente maschile, cercarono fortuna, esibendosi sul palco anche due donne, Caterina Porcu di Ossi e Maria Farina di Osilo.



 Tutti i Forum
 Varie dalla Sardegna
 la Sardegna che non mi piace..
 Quirra & terrorismo mediatico
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 43

Petru2007

Moderatore




Inserito il - 03/03/2011 : 22:47:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Petru2007 Invia a Petru2007 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
twingo71 ha scritto:
Devi capire che ci sono molte persone che, grazie a quel posto bellissimo, ci campano una famiglia.


Probabilmente ce ne camperebbe qualcuna in più, e anche meglio, se al posto della base di Capo San Lorenzo, ci fossero delle belle strutture ricettive, tipo camping, alberghi, ristoranti ecc...



...uno in meno che rompe con l'ombrellone e pallone.



Non credo che un qualsiasi vicino di ombrellone e qualche bambino che gioca a pallone, facciano più casino di un bel Nike che ti esplode nelle vicinanze...




Modificato da - Petru2007 in data 03/03/2011 23:05:16

  Firma di Petru2007 

Nuraghe Succuronis

Macomer (Nu)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: Olbia-Tempio  ~  Messaggi: 3594  ~  Membro dal: 12/01/2007  ~  Ultima visita: 30/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 22:54:45  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
gallosu ha scritto:
Aggiungo ...cut... Non sono un medico per cui non so se ci possa essere correlazione o meno anzi sicuramente non c'entra nulla però nel dubbio ......

Aggiungo: come mai non sei andato dai carabinieri? Cavolo ti è caduto un missile a poche decine di metri! Immagino il botto, lo spostamento d'aria, i detriti provenienti dall'impatto. Dimenticavo, eri in acqua o sulla spiaggia? Di che colore era il missile? Sai una cosa cosi, non capita tutti i giorni. Possibile che nonn hai sporto denuncia?
Sai perchè ti dico questo? Perchè a me era capitato una volta un fatto cosi unico....
Una volta presi la nave tirrenia per lavoro. Ad un certo punto, di notte mentre dormivo, sento un rumore fortissimo. Accendo subito la luce e mi trovo il letto di sopra a poche decine di millimetri dalla mia faccia! Si era quasi staccato del tutto! Cavolo dopo lo spavento mi incazzai di brutto e andai subito in direzione a far casino. Gli ho smontato l'ufficio dall'incxxxx!
Ora, per tornare alla tua storia -unica-. Tu, dico...ti sei incazzato? Possibile che non si è mai saputo nulla della tua storia? Se fosse successo a me sarei andato con il razzo in mano dai carabinieri!
Mi aspetto maggiori dettagli dalla tua storia.




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 22:59:51  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Petru2007 ha scritto:


...uno in meno che rompe con l'ombrellone e pallone.



Non credo che un qualsiasi vicino di ombrellone e qualche bambino che gioca a pallone, facciano più casino di un bel Nike che ti esplode nelle vicinanze...

Ah molto bene ora parliamo di Nike che esplodono nelle vicinanze. E dimmi in che periodo era successo? Dove eri esattamente al momento dell'impatto? Quindi tu asserisci che il Nike ti è esploso nelle vicinanze?




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:03:19  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ogliastra, centenari in aumento «Mix tra genetica e ambiente»
«Mancanza di stress, rete di affetti, sana alimentazione: ma anche progressi sanitari e benessere economico»

SASSARI. Ce ne fosse uno ciccione! Macchè, i longevi sono in linea, conducono uno stile di vita quasi da asceta, e nella memoria non conservano il ricordo di una grand bouffe confermando la teoria per cui non solo i caratteri ereditari ci accompagnano a spegnere 80, 90, 100 candeline.
«Alla longevità contribuiscono il progresso sociale, il benessere economico, i traguardi della medicina, la sana alimentazione, l’assenza di stress», dice Mario Pirastu, il docente dell’Istituto di genetica del Cnr che studia il fenomeno della longevità in Ogliastra dove raggiungere gli ottant’anni, per buona parte della popolazione, è la norma. E insiste soprattutto sull’alimentazione. «Un centenario - racconta il professor Pirastu - lamentava mal di stomaco da quando il caglio usato per il formaggio non è più quello naturale, è un esempio di quanto siamo sensibili a qualsiasi variante entri in contatto con noi soprattutto se abbiamo sempre vissuto a contatto con prodotti naturali». «La longevità - stigmatizza - è l’equilibrio tra il profilo genetico e l’ambiente che ci circonda».
E conferma lo studio che ha messo in evidenza come prima degli Anni Cinquanta, da queste parti, il 60% della popolazione moriva sotto i vent’anni. Un dato tragicamente negativo rilevato dall’anagrafe degli uffici comunali e nelle canoniche vescovili. «Oggi rileviamo che sono in aumento il numero delle persone che muoiono tra i 75 e i 110 anni - spiega il professor Pirastu - ma chi credete che siano? Provengono dagli stessi ceppi di quanti sono stati stroncati dalla fame e dalle malattie, però, in qualche modo, chi ha vissuto è stato protetto da un’altra condizione sociale, da tutti quei fattori che interagiscono strettamente con gli aspetti genetici».
Insomma, la predisposizione a campare in salute, quella che gli studiosi chiamano la componente ereditaria, non basta.
Lo studio che ha calcolato i valori medi di 8 paesi (Baunei, Perdasdefogu, Seui, Talana, Triei, Urzulei, Ussassai) rivela inoltre che tra le persone scomparse fra i i 75 e i 110 anni, la rappresentanza femminile costituisce la maggioranza: nella decade 1937-1946 ammontano al 18 per cento (19% la percentuale tra gli uomini e 18% tra le donne); dal 1957 al 1966 sono il 41 per cento (37% tra gli uomini e 45% tra le donne); dal 1977 al 1986, il 58 per cento (52% tra gli uomini e 65% tra le donne); dal 1997 al 2006 si arriva al 64 per cento (55% tra gli uomini e 76% tra le donne).
«Se studi anatomo-patologici sul cervello mostrano che nell’invecchiamento si ha una sclerosi progressiva - ha continuato Pirastu - esistono casi in cui non sono presenti neanche modificazioni cerebrali. Ciò conferma la variabilità di questo processo fra gli individui». E l’appartenenza a un nucleo socio-familiare e la presenza di affetti sono elementi ambientali determinanti.
In Ogliastra è raro che gli anziani perdano i contatti con la parentela o vengono mandati in strutture di ricovero. Fattori che vanno a rafforzare la componente ereditaria, come si evince dal caso di Seulo, dove dalla genealogia della popolazione residente i ricercatori hanno estratto il pedigree della longevità che accomuna diverse famiglie.
CHIARAMARIA PINNA






 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 03/03/2011 : 23:07:45  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
twingo71 ha scritto:

...uno in meno che rompe con l'ombrellone e pallone.
Ciao


Denigrare chi potrebbe non pensarla come te è una tecnica certificata per screditare le proprie opinioni.
Un boomerang, insomma...




  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2881  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 03/06/2020 Torna all'inizio della Pagina

Petru2007

Moderatore




Inserito il - 03/03/2011 : 23:12:32  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Petru2007 Invia a Petru2007 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
twingo71 ha scritto:
Quindi tu asserisci che il Nike ti è esploso nelle vicinanze?



Si, più di una volta...




  Firma di Petru2007 

Nuraghe Succuronis

Macomer (Nu)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: Olbia-Tempio  ~  Messaggi: 3594  ~  Membro dal: 12/01/2007  ~  Ultima visita: 30/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

Nostalgia

Utente bloccato


Inserito il - 03/03/2011 : 23:15:40  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
antonellocor ha scritto:

gallosu ha scritto:

Ragazzi, non so se sia in atto o meno una campagna di terrorismo mediatico però una cosa è sicura la spiaggia di Quirra che per un decennio è stata la mia preferita adesso la guardo solo da Google Earth.

Il mare è stupendo, con poca gente percui era la mia meta balneare preferita e per quel lungo periodo è stata anche l'unica (caso strano per me che ero abituato ad andare ogni volta in un posto diverso). Ogni sabato e domenica o i giorni liberi di bel tempo (anche in inverno) ci andavo perchè il mare è stupendo e con poca gente.

Da molti anni non ci vado più (ben prima di questa ipotetica campagna mediatica o dell'altra di qualche anno fa) in quanto il giorno successivo alla mia ultima visita un missile era caduto (per un errore di "sbaglio"...) a qualche decina di metri da dove mi mettevo abitualmente percui ho deciso di rinunciare.

Aggiungo che a mia moglie (a soli 29 anni) proprio in quel periodo hanno asportato la tiroide. Non sono un medico per cui non so se ci possa essere correlazione o meno anzi sicuramente non c'entra nulla però nel dubbio ......


A me é capitato, durante una nottata in spiaggia a Chia, di sentire il boato delle cannonate del vicino poligono di Teulada, e tra l'altro abito a 3 chilometri in linea d'aria dall'aeroporto militare di Decimomannu, ma non si puo' campare facendosi condizionare da queste paure. Tra l'altro é più probabile morire di incidente stradale che a causa di un missile che ti cade per errore sulla testa.
P.s. anche a me é stata asportata la tiroide e quando chiesi all'endocrinologa quale potesse essere la causa mi ha rispose: "se lo sapessi vincerei il nobel"


Mentre sei in spiaggia ( in questo specifico caso Tarros ) non è assolutamente il massimo sentire lontani, ma neanche troppo, bombardamenti di cui non riesci neanche a capire se sono in mare o in terra ferma.... Mentre cerchi disperatamente di rilassarti, goderti il sole e l'ambiente sano e pulito ...

Gli amici che erano insieme a me, non abituati si sono allarmati parecchio !! e c'è ne siamo andati...

Da allora ogni tanto faccio un salto a Tarros... ma non vado più in costume, non mi fermo in spiaggia ma faccio solo una veloce visita...
E anche in queste brevi visite ho di nuovo sentito bombardamenti.

Mi spiace ma in Piemonte non siamo abituati e può allarmare chi non ha questa consuetudine di "musica di sottofondo"..
Oltre che infastidire (invece di rilassare) un turista... lo preoccupa e tanto !

I miei amici non hanno voluto più andare in zone simili.

Giustamente mi hanno detto in faccia: "se andiamo in vacanza è per vivere un ambiente sano e sereno.. altrimenti andavamo in Iraq, Iran, Afganistan, Pakistan" e chi più ne ha più ne metta !

Ti sembra che un continentale si allontana tanto dalla sua casa, spenda delle cifre considerevoli per le sue vacanze portando magari dei bambini... per essere bombardati a 10 o 20 km di distanza ????





Modificato da - Nostalgia in data 03/03/2011 23:26:49

 Regione Piemonte  ~ Città: Torino  ~  Messaggi: 661  ~  Membro dal: 22/11/2010  ~  Ultima visita: 24/04/2011 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:18:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Adelasia ha scritto:

twingo71 ha scritto:
...uno in meno che rompe con l'ombrellone e pallone.
Ciao

Denigrare chi potrebbe non pensarla come te è una tecnica certificata per screditare le proprie opinioni.
Un boomerang, insomma...

Generalmente quando si hanno scarse idee si interviene con argomentazioni futili. La mia era una battuta. Io denigro quelli che sparano a zero senza cognizione di causa. Io denigro quelli che offendono me come foghesino, i miei compaesani e il mio paese con notizie false create ad arte per scopi che non conosco.
Quando parlo di questo delicato problema lo faccio con elementi tangibili e documentabili.




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

Nostalgia

Utente bloccato


Inserito il - 03/03/2011 : 23:19:56  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
Adelasia ha scritto:

twingo71 ha scritto:

...uno in meno che rompe con l'ombrellone e pallone.
Ciao


Denigrare chi potrebbe non pensarla come te è una tecnica certificata per screditare le proprie opinioni.
Un boomerang, insomma...


... esatto... sei intervenuta prima di me....

Non credo sia il caso di usare frasi simili...




 Regione Piemonte  ~ Città: Torino  ~  Messaggi: 661  ~  Membro dal: 22/11/2010  ~  Ultima visita: 24/04/2011 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:22:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Petru2007 ha scritto:

twingo71 ha scritto:
Quindi tu asserisci che il Nike ti è esploso nelle vicinanze?

Si, più di una volta...

Caspita sei stato molto fortunato. Addiritura più di una volta. Secondo me dovresti andare subito dal Procuratore a raccontargli tutto.
Pensa a me una volta era caduto a poche decine di metri dal mio ombrellone, un pezzo della vecchia stazione spaziale russa MIR!




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:31:13  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Una volta sono andato a Torino da un amico. Dopo pranzo ho provato a riposare ma nulla. Troppo inquinamento acustico. Allora ho detto "vado a fare una passeggiata". Impossibile respirare, troppo inqinamento da monossido.

Quindi questa retorica?

Io denigro chi mi denigra. Non rimango certamente passivo a chi spara cretinate per sentito dire sulla vicenda Quirra.
Guardate che ad offendere sono bravi tutti (ci riesco anche io).
La cosa più difficile è controbattere con documentazioni reali e raccontare cose vere.
Qualcuno di voi conosce il nome di qualche medico che ha dichiarato che a Quirra si muore per colpa del Poligono?




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

Petru2007

Moderatore




Inserito il - 03/03/2011 : 23:32:24  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Petru2007 Invia a Petru2007 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
twingo71 ha scritto:
Pensa a me una volta era caduto a poche decine di metri dal mio ombrellone, un pezzo della vecchia stazione spaziale russa MIR!



Generalmente quando si hanno scarse idee si interviene con argomentazioni futili.


Questa volta devo darti pienamente ragione.
Però non è necessario fare battutine, di solito non vado in giro a raccontare balle e non lo faccio nemmeno in questa sede...




  Firma di Petru2007 

Nuraghe Succuronis

Macomer (Nu)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: Olbia-Tempio  ~  Messaggi: 3594  ~  Membro dal: 12/01/2007  ~  Ultima visita: 30/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:34:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Petru2007 ha scritto:

twingo71 ha scritto:
Pensa a me una volta era caduto a poche decine di metri dal mio ombrellone, un pezzo della vecchia stazione spaziale russa MIR!


Generalmente quando si hanno scarse idee si interviene con argomentazioni futili.

Questa volta devo darti pienamente ragione.
Però non è necessario fare battutine, di solito non vado in giro a raccontare balle e non lo faccio nemmeno in questa sede...

Bravo, tipico atteggiamento da politico. Stai lontano dalle mie domande. Come mai? Perchè sposti l'attenzione su altre cose? Dai rispondimi




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

twingo71

Utente Medio


Inserito il - 03/03/2011 : 23:35:57  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di twingo71 Invia a twingo71 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leggetevi pure questo articolo del 2006 fatto sulle nanoparticelle in tempi"non sospetti" dalla Dott.ssa Gatti: www.senato.it/.../riunione_vaccinazioni.pdf

La Gatti trovò nanoparticelle anche dentro i vaccini addirittura zirconio quello che poi dice... si forma solo con le alte temperature cioè con l'impatto dei proiettili all'uranio impoverito e i metalli dei corazzati!

Non capisco.




 Regione Sardegna  ~ Città: xdas  ~  Messaggi: 217  ~  Membro dal: 19/02/2011  ~  Ultima visita: 29/07/2012 Torna all'inizio della Pagina

Nostalgia

Utente bloccato


Inserito il - 03/03/2011 : 23:42:57  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
twingo71 ha scritto:

Ogliastra, centenari in aumento «Mix tra genetica e ambiente»
«Mancanza di stress, rete di affetti, sana alimentazione: ma anche progressi sanitari e benessere economico»

SASSARI. Ce ne fosse uno ciccione! Macchè, i longevi sono in linea, conducono uno stile di vita quasi da asceta, e nella memoria non conservano il ricordo di una grand bouffe confermando la teoria per cui non solo i caratteri ereditari ci accompagnano a spegnere 80, 90, 100 candeline.
«Alla longevità contribuiscono il progresso sociale, il benessere economico, i traguardi della medicina, la sana alimentazione, l’assenza di stress», dice Mario Pirastu, il docente dell’Istituto di genetica del Cnr che studia il fenomeno della longevità in Ogliastra dove raggiungere gli ottant’anni, per buona parte della popolazione, è la norma. E insiste soprattutto sull’alimentazione. «Un centenario - racconta il professor Pirastu - lamentava mal di stomaco da quando il caglio usato per il formaggio non è più quello naturale, è un esempio di quanto siamo sensibili a qualsiasi variante entri in contatto con noi soprattutto se abbiamo sempre vissuto a contatto con prodotti naturali». «La longevità - stigmatizza - è l’equilibrio tra il profilo genetico e l’ambiente che ci circonda».
E conferma lo studio che ha messo in evidenza come prima degli Anni Cinquanta, da queste parti, il 60% della popolazione moriva sotto i vent’anni. Un dato tragicamente negativo rilevato dall’anagrafe degli uffici comunali e nelle canoniche vescovili. «Oggi rileviamo che sono in aumento il numero delle persone che muoiono tra i 75 e i 110 anni - spiega il professor Pirastu - ma chi credete che siano? Provengono dagli stessi ceppi di quanti sono stati stroncati dalla fame e dalle malattie, però, in qualche modo, chi ha vissuto è stato protetto da un’altra condizione sociale, da tutti quei fattori che interagiscono strettamente con gli aspetti genetici».
Insomma, la predisposizione a campare in salute, quella che gli studiosi chiamano la componente ereditaria, non basta.
Lo studio che ha calcolato i valori medi di 8 paesi (Baunei, Perdasdefogu, Seui, Talana, Triei, Urzulei, Ussassai) rivela inoltre che tra le persone scomparse fra i i 75 e i 110 anni, la rappresentanza femminile costituisce la maggioranza: nella decade 1937-1946 ammontano al 18 per cento (19% la percentuale tra gli uomini e 18% tra le donne); dal 1957 al 1966 sono il 41 per cento (37% tra gli uomini e 45% tra le donne); dal 1977 al 1986, il 58 per cento (52% tra gli uomini e 65% tra le donne); dal 1997 al 2006 si arriva al 64 per cento (55% tra gli uomini e 76% tra le donne).
«Se studi anatomo-patologici sul cervello mostrano che nell’invecchiamento si ha una sclerosi progressiva - ha continuato Pirastu - esistono casi in cui non sono presenti neanche modificazioni cerebrali. Ciò conferma la variabilità di questo processo fra gli individui». E l’appartenenza a un nucleo socio-familiare e la presenza di affetti sono elementi ambientali determinanti.
In Ogliastra è raro che gli anziani perdano i contatti con la parentela o vengono mandati in strutture di ricovero. Fattori che vanno a rafforzare la componente ereditaria, come si evince dal caso di Seulo, dove dalla genealogia della popolazione residente i ricercatori hanno estratto il pedigree della longevità che accomuna diverse famiglie.
CHIARAMARIA PINNA





Le persone che oggi hanno 100 anni... quando ne avevano 5 / 10 / 20 vivevano nello stesso ambiente di oggi ?? No !

""" «Un centenario - racconta il professor Pirastu - lamentava mal di stomaco da quando il caglio usato per il formaggio non è più quello naturale, è un esempio di quanto siamo sensibili a qualsiasi variante entri in contatto con noi soprattutto se abbiamo sempre vissuto a contatto con prodotti naturali». «La longevità - stigmatizza - è l’equilibrio tra il profilo genetico e l’ambiente che ci circonda». """

Nel 1900 non c'erano tante auto.. non c'erano fabbriche inquinanti come oggi.. e se anche esistevano già dei poligoni e delle basi militari... non usavano le armi di oggi !!

La genetica di questi centenari purtroppo non potrà essere uguale al DNA dei sardi di oggi.. purtroppo tanti fattori portano alterazioni e mutamenti, anche se minimi e impercettibili a noi che non siamo studiosi della genetica.

Se sono arrivati a 100 anni è grazie allo stato sano e selvaggio del territorio di 100 anni fa, il loro carattere equilibrato e tenace nel vivere semplicemente, non spaventandosi davanti ai sacrifici e fatica vera, alimentazione sana e semplice, esercizio fisico... oltre che alla presenza di determinati geni.









Modificato da - Nostalgia in data 03/03/2011 23:59:14

 Regione Piemonte  ~ Città: Torino  ~  Messaggi: 661  ~  Membro dal: 22/11/2010  ~  Ultima visita: 24/04/2011 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 43 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000