Forum Sardegna - Fuorilegge, banditi e ribelli di Sardegna
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: I bottoni d'argento del bolero, nel costume femminile festivo di Ittiri (Sassari) sono i più grandi usati in Sardegna.
L'intero complesso dei bottoni portato da una sola donna (20; 10 per manica) può arrivare anche al peso complessivo di 3 chili!. Alcune buttoneras sono realizzate completamente in filigrana d'oro.



 Tutti i Forum
 Libri di Sardegna
 Saggistica
 Fuorilegge, banditi e ribelli di Sardegna
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente
Autore Discussione
Pagina: di 7

UtOld
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 27/01/2009 : 14:27:57  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
GLI EROI DELLA MACCHIA (Parte 2°)

La sua prima condonna a cinque anni di galera fu dovuta a un semplice furto e la condanna relativa esasperò il suo animo e dal quel momento la vendetta aveva triste inizio. Uccisioni devastazioni incendi, sgarrettamenti, abigeati furono nei suoi giornalieri programmi; ad un suo acerrimo nemico, il ricco possidente G. Manca, dopo averle bruciato e distrutto il suo ovile, aveva fatto scavare una fossa, vi fissò un foglio, dove vi aveva scritto il seguente messaggio: “Come padrone della tua casa, oggi in fumo, ti ho lasciato una fune per impiccarti ed un ottimo coltello per traffigerti, non perdere del tempo, provvedi immediatamente da solo”
Continua







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Nuoro  ~  Messaggi: 1161  ~  Membro dal: 28/11/2008  ~  Ultima visita: 23/12/2012 Torna all'inizio della Pagina

UtOld
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 27/01/2009 : 15:44:06  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
GLI EROI DELLA MACCHIA (Parte 3°)

Il fratello di questo campione, Elias, di anni 27, era senza alcun dubbio il più duro ed il più temibile: un carattere molto difficile e diffidente, sanguinario e vendicativo al massimo, costituiva per il circondario un vero terrore. Le sue gesta erano d’altra parte anche conosciute vicino a Sassari ed a Ozieri, oltre Nuoro naturalmente.
Tanto Giacomo quanto Elias potevano contare su un alleato veramente eccezionale: la propria sorella Maria Atonia, una donna di carattere duro e deciso, intelligente, che a Nuoro chiamavano “sa Reina”. Maria Atonia di giorno faceva visita a tante persone, dalle quali nel porgere il saluto dei fratelli, pretendeva denaro, medicinali e cartucce: di notte, cavalcando, partiva alla volta del rifugio dei fratelli, e portava loro, oltre che consigli ed informazioni, munizioni, biancheria e cibarie.
Di Mariantonia Serra Sanna il ritratto più completo si rintraccia nel commento alla sentenza di condanna: “Nell’imperversare di questo feroce banditismo, in questa immane bufera dei più esecrabili delitti, campeggia purtroppo una triste figura di donna, Serra Sanna Mariantonia, sorella dei famosi banditi, dal cuore perverso quanto i di lei fratelli, crudele colle vittime, eccitatrice e consigliatrice con ogni modo possibile dei banditi di lei fratelli e degli altrettanti feroci loro compagni, la cui casa in Nuoro serviva di convegno a parenti ed affiliati della triste lega, con un andirivieni di persone sia di giorno che di notte.

continua







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Nuoro  ~  Messaggi: 1161  ~  Membro dal: 28/11/2008  ~  Ultima visita: 23/12/2012 Torna all'inizio della Pagina

UtOld
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 28/01/2009 : 22:47:10  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
GLI EROI DELLA MACCHIA (Parte 4°)


Fu sequestrato nella di lei casa un cannocchiale che non è certo un arnese di toiletta di donna, il che legittima quanto si accenna da diversi testi che andasse a trovare i banditi anche di notte, travestita da uomo. Furono anche trovate copie di atti di cause penali, il che viene a suffragare che essa intimidisse i testimoni d’accusa o perché non dicessero la verità o per ritrattare quello che avevano detto nel periodo istruttorio, influendo a questo scopo con l’assistere ai dibattimenti ed incutere timore con l’appoggio delle efferatezze che andavano commettendo i di lei fratelli.
Allorché il Manca Floris fu attentato il 7 Agosto 1895 alla sua vita, egli denunciò come istigatrice la bella Mariantonia, che fu tenuta in arresto per quattro mesi e successivamente rilasciata per una specie di ritrattazione dello stesso Manca Floris di quanto aveva dichiarato prima; ritrattazione imposta e fatta nello scopo di ammansare gli animi dei fratelli Serra Sanna ed indurli a cessare di perseguitarlo, ottenendo però l’effetto opposto giacchè divamparono vieppiù gli odii contro di lui, donde una serie interminabile di delitti.
E’ giuridicamente stabilito che la Mariantonia, nel corso degli anni 1897 98 fino ai primi del 99 tramite un parente provvedeva a Mamoiada, Orotelli e anche Nuoro a estorcere vitelle delle migliori, chiedendole a nome dei latitanti e banditi, da diversi proprietari, facendosi rilasciare anche il bollettino sotto il mentito titolo di vendita in favore di essa.
La difesa si è affannata a sostenere che non concorrono nel fatto gli estremi del reato di estorsione, dicendo trattarsi di semplici questue che la sventurata Mariantonia andava facendo per alimentare il vecchio e cadente suo genitore, secondo l’usanza vigente in Sardegna, di venire in soccorso dei liberati dal carcere o altrimenti disgraziati.
Come parlare di questue da parte di Serra Sanna Mariantonietta e come si può mai chiamare sventurata questa donna dagli istinti felini, se le diverse pretese questue venivano fatte da tempo con remoto ma prossimo anche soltanto di qualche mese, al tempo in cui fu trovata in possesso di ben sessantasei capi vaccini, la cui vendita diede un prodotto di oltre Lire seimila.
Dunque le pretese questue avvenivano quando la Serra Sanna non era in posizione di dover chiedere essa qualche capo di bestiame per costituire un piccolo gregge, ma quando essa già aveva una mandria di bestiame, ed era essa in condizione di poterne largire a qualche disgraziato, se ogni sentimento ben nato non fosse stato spento in suo cuore. Un altro segno di depravazione è che la Mariantonia non avesse vergogna a chiamare i suoi fratelli Senadores (I Senatori) e le sue congiunte donne di corte

FINE







 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: Nuoro  ~  Messaggi: 1161  ~  Membro dal: 28/11/2008  ~  Ultima visita: 23/12/2012 Torna all'inizio della Pagina

Su foristeri

Utente Medio


Inserito il - 17/12/2013 : 16:45:20  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Su foristeri Invia a Su foristeri un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io che sono francese, volevo sapere quali sono le ultime notizie di Graziano MESINA ?

Sempre in presone este ?

Grazie.






 Regione Estero  ~ Città: Parigi  ~  Messaggi: 226  ~  Membro dal: 15/01/2010  ~  Ultima visita: 30/03/2019 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 7 Discussione  
Pagina Precedente
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000