Forum Sardegna - Halloween? No, su mortu mortu!
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: I PIRICCHITTOS di Ittiri ( Sassari ) si differenziano da tutti gli altri dolci omonimi della Sardegna anche per la loro forma "ad osso di morto".
Sono costituiti da una friabilissima pasta di farine scelte e ben miscelate e sono ricoperti da una rete di glassa candida ( sa cappa).
Anticamente erano il dolce tipico della ricorrenza dei defunti ed, in particolare, venivano offerti, assieme a melagrane e frutta secca, nella questua " a su mortu " che i bambini effettuavano per uso antico bussando alle case di parenti, amici e vicini.



 Tutti i Forum
 Cultura in Sardegna
 Tradizioni popolari
 Halloween? No, su mortu mortu!
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 9

monivale

Utente Medio


Inserito il - 29/10/2008 : 10:41:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di monivale Invia a monivale un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Invece a Terralba si chiama Maria Punta Oru. La notte si prepara un piatto di pastasciutta e si lascia sulla tavola apparecchiata altrimenti maria punta oru viene di notte e ti buca la pancia con uno spiedo....

questo lo ho sempre saputo però già quando ero piccola io non si usava più andare nelle case. da molte generazioni. infatti mia mamma si ricorda le frasi che diceva sua mamma ma neanche la sua generazione (di mia mamma) andava in giro per le case








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Oristano  ~ Città: terralba  ~  Messaggi: 261  ~  Membro dal: 28/09/2008  ~  Ultima visita: 25/08/2010 Torna all'inizio della Pagina

Asinella80
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 29/10/2008 : 10:47:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Asinella80 Invia a Asinella80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E vedi....
Ogni paese ha le proprie tradizioni!!!
Pensa a Bonorva i bambini passano il 1° novembre mentre a Semestene il 2° novembre....









 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Bonorva  ~  Messaggi: 4651  ~  Membro dal: 07/01/2008  ~  Ultima visita: 16/03/2016 Torna all'inizio della Pagina

giuys

Nuovo Utente



Inserito il - 29/10/2008 : 13:29:29  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di giuys Invia a giuys un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
che meraviglia di tradizioni che abbiamo!









 Regione Lazio  ~  Messaggi: 49  ~  Membro dal: 26/09/2008  ~  Ultima visita: 28/01/2013 Torna all'inizio della Pagina

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 29/10/2008 : 18:42:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vero giuys: che patrimonio, e che meraviglia di tradizioni!
Parlarne è un modo per non dimenticarle, considerato che in molte parti (e molti lo hanno testimoniato anche qui) se ne tramanda solo un lontano racconto.
Trovo curiosissima l'apparizione dello spiedo in ciò che scrivono Antoi e Monivale: deve essere davvero legata alle tradizioni lagunari...








  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2881  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 01/07/2020 Torna all'inizio della Pagina

Asinella80
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 29/10/2008 : 20:30:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Asinella80 Invia a Asinella80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Altra tradizione.....
regalare caffè e zucchero.... in ricordo dei morti...
Oggi mia zia li ha portati da nonna e così vi ho pensato....
Ops mi sono dimenticata della foto della cogone...
A crasa!!!









 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Bonorva  ~  Messaggi: 4651  ~  Membro dal: 07/01/2008  ~  Ultima visita: 16/03/2016 Torna all'inizio della Pagina

UtBlocc

Utente Bloccato



Inserito il - 31/10/2008 : 08:37:31  Link diretto a questa risposta  Rispondi Quotando
E crasa tottu a pedire po s'anima e sos moltos







  Firma di UtBlocc 
6169

 Regione Liguria  ~ Prov.: Genova  ~ Città: genova  ~  Messaggi: -1  ~  Membro dal: 08/06/2007  ~  Ultima visita: 07/05/2009 Torna all'inizio della Pagina

Paradisola

Amministratore




Inserito il - 31/10/2008 : 12:45:51  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Paradisola Invia a Paradisola un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nel 2006, in occasione della riapertura al pubblico del Museo Deleddiano – Casa Natale di Grazia Deledda, l’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna ha organizzato numerose manifestazioni per ricordare la scrittrice e diffondere la conoscenza della sua opera e del contesto sociale nel quale è maturata la sua formazione letteraria. Nello stesso anno, in occasione della commemorazione dei defunti, l’Istituto ha inaugurato con straordinario successo la questua detta “su mortu mortu” con la partecipazione di circa tremila bambini.

La manifestazione è stata riproposta con grande successo anche nel 2007 con circa quattromila presenze.

L’Istituto rinnova l’iniziativa anche quest’anno donando a tutti bambini che visiteranno il Museo Deleddiano dal 1° al 5 novembre p.v. dolci e frutta secca che costituiscono l’offerta tradizionale.

Si ricorda che il Museo sarà aperto nei giorni 1 e 2 novembre dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,00, mentre nei giorni 3, 4 e 5, per favorire le visite delle scolaresche, dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 17.00.

L’ingresso è gratuito.

Per una migliore organizzazione delle visite degli scolari si prega di contattare il Museo Deleddiano (tel. 0784 258088).








 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 9778  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 30/11/2020 Torna all'inizio della Pagina

angelok95

Nuovo Utente



Inserito il - 31/10/2008 : 16:39:44  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di angelok95 Invia a angelok95 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nel mio paese si chiama ''su petti coccone''!!!!!!!!!!!







  Firma di angelok95 
angelok95

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Nuoro  ~ Città: irgoli  ~  Messaggi: 6  ~  Membro dal: 22/10/2008  ~  Ultima visita: 04/02/2010 Torna all'inizio della Pagina

ballerina92

Utente Medio


Inserito il - 31/10/2008 : 17:31:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ballerina92 Invia a ballerina92 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
nel mio paese pultroppo questa tradizione e quasi del tutto persa, solo pocchissimi bambini lo fanno ancora, si divertono un sacco.....
bussano in ogni casa e dico "animedas"!
mio fratellino e mio cuginetto sono pazzi per questa tradizione, e infatti stanno organizzando....
anche mia nonna e mia madre nonostante sappiamo che le visite dei bambini quasi sicuramente non ci saranno hanno tutto pronto.....
caramelle, frutta, frutta secca, ecc......
gli anziani comunque tengono ancora in questa tradizione, e i loro occhi quando vedono i bambini arrivare si riempiono di gioia...









  Firma di ballerina92 
ballerina92

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Gesico  ~  Messaggi: 234  ~  Membro dal: 01/06/2008  ~  Ultima visita: 19/01/2010 Torna all'inizio della Pagina

Turritano

Utente Virtuoso




Inserito il - 31/10/2008 : 23:00:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Turritano Invia a Turritano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sarà che gli americani non hanno inventato nulla, neanche l'usanza di "Dolcetti o scherzetti", però, come tante cose, l'hanno diffusa nel mondo: tutto quello che viene dall'America è “moderno” e deve essere imitato….
Non credo che la Sardegna abbia mai avuto nulla a che fare con i Celti, se non per scambi commerciali o tramite popoli di origine comune diffusosi in tutta Europa (teoria dei Popoli del Mare, tanto cara a Leonardo Melis).
In Sardegna per esempio la "Festa della Zucca (culcurìsgia)" (non mi ricordo il nome in sardo) si usa ancora nel Goceano, seppure per commemorarre la distruzione di Bono (fine 1700), paese di nascita di Giò Maria Angioy, da parte dei campidanesi filo-piemontesi.
A Sassari, “Dolcetti o scherzetti”, è una usanza recente, dovuta alle maestre delle scuole d'infanzia ed elementari che l'hanno trasmessa ai loro alunni. Proprio stassera è passato a casa un gruppetto di ragazzini/ragazzine vestiti da maghi e streghe, chiedendo: "dolcetti o scherzetti"!
Quand'ero bambino invece, si usava, tradizione di tutta la Sardegna, penso fin dai tempi neolitici, imbandire la tavola, nella notte fra l'1 e il 2 Novembre, per i morti. ma per quanto ne so, nessuno andava in giro a chiedere niente. Cosa che si faceva invece sino a pochi anni fa, all'inizio dell'anno: gruppi di ragazzini, con faccia sporca di nero-fumo, andavano casa per casa, con arnesi musicali improvvisati (pentole, coperchi e cucchiai) e cantavano le famose e divertenti "gobbule sassaresi", magari improvvisate e, alla fine, dicevano: "alla carigga (pronuncia “gharigga”) lu padrò". "Carigga" vuol dire "fichi secchi", e i padroni di casa divertiti gli davano frutta secca, dolci e soldi. Ma ormai è una tradizione in dususo
Turritano








Modificato da - Turritano in data 31/10/2008 23:19:10

  Firma di Turritano 
Le dominazioni passano ... i Sardi restano!

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Sassari  ~ Città: Sassari  ~  Messaggi: 4480  ~  Membro dal: 13/01/2008  ~  Ultima visita: 04/10/2016 Torna all'inizio della Pagina

nio84

Utente Medio



Inserito il - 31/10/2008 : 23:14:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nio84 Invia a nio84 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
anche a Olbia la tradizione è rimasta, anche ora come facevo io tanti anni fa, ci sono i bambini che la mattina dei morti vanno di casa in casa a chiedere dolci ecc...







  Firma di nio84 
La Sardegna è l'isola più bella del mondo! http://www.sardegnadavedere.it/

 Regione Sardegna  ~ Città: Olbia  ~  Messaggi: 433  ~  Membro dal: 03/09/2007  ~  Ultima visita: 18/01/2013 Torna all'inizio della Pagina

gshow
Salottino
Utente Master



Inserito il - 31/10/2008 : 23:43:07  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di gshow Invia a gshow un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Molto bella questa tradizione, ma concedetemi di dire che è molto meno bello sentire dalle 6 del mattino il campanello suonare, sentire le urla dei bambini e non capire se si sta sognando oppure se le voci sono reali!! Aiuto tra qualche ora mi aspetta tutto ciò!!!
Viva la tradizione









 Regione Sardegna  ~ Città: Paradisola  ~  Messaggi: 2905  ~  Membro dal: 05/05/2008  ~  Ultima visita: 03/09/2016 Torna all'inizio della Pagina

Barbaricina

Moderatore


Jana Ojos-de-Luche



Inserito il - 01/11/2008 : 08:53:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Barbaricina Invia a Barbaricina un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


interrogato la memoria storica di casa ....

i bambini, il 1° novembre, andavano casa per casa chiedendo "pò is animas de su prugatoriu"...
la gente preparava frutta secca...
mentre la bisnonna , quando non aveva niente da offrire, preparava piccole pagnottelle da dare... tutti, anche nella povertà offrivano qualcosa...

altra usanza (che non sapevo)
il campanaro, per tutta la notte del 1 novembre, suonava le campane...








  Firma di Barbaricina 

S'Ena 'e Thomes / Dorgali (NU)
...un altro meraviglioso angolo di Sardegna


 Regione Piemonte  ~ Città: Domodossola  ~  Messaggi: 9893  ~  Membro dal: 11/04/2006  ~  Ultima visita: 15/04/2017 Torna all'inizio della Pagina

Andreaserra
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 01/11/2008 : 13:47:11  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Andreaserra Invia a Andreaserra un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
pardula ha scritto:

io ricordo che nel sulcis i bambini passano nelle case e chiedono "su biddiu longu" e gli si da dolcetti ,sopratutto dolci fatti in casa .





pardulina

la vita è come un racconto;importa non tanto la lunghezza,quanto il suo valore.



Sei sicura..?Io non l'ho mai sentito..!!









  Firma di Andreaserra 
Io non sono nessuno!
ma nessuno è come Me!

 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: Perdaxius  ~  Messaggi: 1129  ~  Membro dal: 19/04/2008  ~  Ultima visita: 11/10/2010 Torna all'inizio della Pagina

drFolk
Salottino
Utente Senior



Inserito il - 01/11/2008 : 13:55:53  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di drFolk Invia a drFolk un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Barbaricina ha scritto:



altra usanza (che non sapevo)
il campanaro, per tutta la notte del 1 novembre, suonava le campane...



Se non ricordo male, varie devozioni popolari insegnano che la notte di tutti i santi le anime meritevoli passano dal Purgatorio al Paradiso.









  Firma di drFolk 
Lollove

Nuoro

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: Cagliari  ~  Messaggi: 1550  ~  Membro dal: 21/11/2007  ~  Ultima visita: 03/06/2020 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 9 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Nuovo Evento      Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000