Forum Sardegna - EL FORASTERO
    Forum Sardegna

Forum Sardegna
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Nota Bene: Maria Lai, una grande, fantastica e dolcissima ARTISTA Sarda. Nasce a Ulassai il 27 settembre 1919. Nel 1939 lascia la Sardegna per iscriversi al liceo Artistico di Roma con Marino Mazzacurati. Dal 1943 al 1945 frequenta il corso di scultura dell'Accademia di Belle Arti di Venezia con Arturo Martini e Alberto Viani. Nel 2004 le viene conferita la Laurea Honoris causa in Lettere dall'Università degli Studi di Cagliari, discutendo la tesi: Sguardo, Opera, Pensiero. Con gli anni Ottanta la ricerca sui segni e sui materiali assume una più accentuata connotazione ambientale: 1981, il suo straordinario intervento ambientale: Legarsi alla montagna, Ulassai (NU);



 Tutti i Forum
 Libri di Sardegna
 Autori Sardi
 EL FORASTERO
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


    Bookmark this Topic  
| Altri..
Autore Discussione  

robur.q

Utente Senior



Inserito il - 13/04/2012 : 17:28:39  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di robur.q Invia a robur.q un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La pregiatissima editrice cagliaritana CUEC, in collaborazione col Centro di Studi Filologici Sardi, ha pubblicato il romanzo barocco El Forastero di Jacinto Arnal de Bolea, pubblicato per la prima volta in Cagliari nel 1636. La pubblicazione è a cura di Maria Dolores Garcia Sanchez e purtroppo non comprende la traduzione dallo spagnolo che, si dice, sarà gradualmente pubblicata sul sito www.filologiasarda.eu; io, per la verità, non l'ho trovata. Il romanzo non è certo del gusto odierno, incentrata su vicende amorose di nobili cortigiane, e la lingua utilizzata piuttosto forbita e, dunque, non facile. Ciò che interessa è, da quel che ho potuto vedere ad una prima scorza, che la storia è ambientata tra Cagliari e Madrid, con una descrizione geografica ed antropologica della nostra città, in particolare della cattedrale e del santuario di Bonaria e dei "nobili gentiluomini" che la popolano. Per gli amanti delle telenovelas!
Colgo l'occasione per segnalare un'altra ottima pubblicazione dei medesimi di cui sopra, il "Breve di Villa di Chiesa", finalmente in un edizione tascabile e accessibile a tutte le tasche!!






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: assemini  ~  Messaggi: 1124  ~  Membro dal: 06/06/2009  ~  Ultima visita: 04/05/2013

Google Sardegna


Pubblicità

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 15/04/2012 : 17:21:44  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Messaggio di robur.q

..... romanzo barocco El Forastero di Jacinto Arnal de Bolea, pubblicato per la prima volta in Cagliari nel 1636..... Ciò che interessa è, da quel che ho potuto vedere ad una prima scorza, che la storia è ambientata tra Cagliari e Madrid, con una descrizione geografica ed antropologica della nostra città, in particolare della cattedrale e del santuario di Bonaria e dei "nobili gentiluomini" che la popolano. Per gli amanti delle telenovelas!


Non dirmi che verrà fuori che il romanzo è la madre di tutte le telenovelas!!!

Grazie per la ghiotta informazione: sono curiosissima di saperne di più, ad iniziare da Jacinto Arnal de Bolea: chi era???






  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2881  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 01/07/2020 Torna all'inizio della Pagina

Adelasia

Moderatore

Penna d'oro


Inserito il - 15/04/2012 : 17:22:58  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Adelasia Invia a Adelasia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Intanto tengo d'occhio www.filologiasarda.eu





  Firma di Adelasia 

Castello di Burgos

Burgos (Ss)

..un altro meraviglioso angolo di Sardegna

 Regione Sardegna  ~ Città: nuoro  ~  Messaggi: 2881  ~  Membro dal: 23/05/2006  ~  Ultima visita: 01/07/2020 Torna all'inizio della Pagina

robur.q

Utente Senior



Inserito il - 15/04/2012 : 22:11:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di robur.q Invia a robur.q un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Adelasia ha scritto:

Messaggio di robur.q

..... romanzo barocco El Forastero di Jacinto Arnal de Bolea, pubblicato per la prima volta in Cagliari nel 1636..... Ciò che interessa è, da quel che ho potuto vedere ad una prima scorza, che la storia è ambientata tra Cagliari e Madrid, con una descrizione geografica ed antropologica della nostra città, in particolare della cattedrale e del santuario di Bonaria e dei "nobili gentiluomini" che la popolano. Per gli amanti delle telenovelas!


Non dirmi che verrà fuori che il romanzo è la madre di tutte le telenovelas!!!

Grazie per la ghiotta informazione: sono curiosissima di saperne di più, ad iniziare da Jacinto Arnal de Bolea: chi era???


Non si sa niente di questo signore se non che era segretario del Marchese di Villasor; potrebbe anche non essere nativo, ma certo era legato a Cagliari, dove pubblica.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: assemini  ~  Messaggi: 1124  ~  Membro dal: 06/06/2009  ~  Ultima visita: 04/05/2013 Torna all'inizio della Pagina

Tharros
Salottino
Utente Virtuoso




Inserito il - 17/04/2012 : 09:18:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Tharros Invia a Tharros un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jacinto Arnal de Bolea.

Joaquin Arce lo definì una delle figure più importanti della letteratura sarda-spagnola, se non la migliore. Ignorato per tanto tempo sia dai contemporanei che, in tempi recenti, da Tola e Martini che non lo nominano nei loro dizionari e da Toda y Güell, che non fornisce alcun dato biografico, né un giudizio sulla sua produzione. Infine Francesco Alziator nella sua storia letteraria lo segnala, indicando che non vi è alcuna certezza che si tratti di un sardo. In base alle poche notizie che ci fornisce Arce sappiamo che nel 1635 ottenne un privilegio di nobiltà e che, secondo quanto è riportato nel frontespizio del romanzo, El Forastero, fu Primo Contabile dei conti dei beni di sua Maestà e segretario particolare del Marchese di Villasor.

Una piccola introduzione del Libro, in spagnolo, la traduzione era impossibile da leggere!!

En la mayor pompa de la primavera, en el mayor imperio de los campos, en el mayor lucimiento de las Selvas, en el mayor trono de las flores, en el mayor desperdicio de su fragrancia, Pórfido, y Iaspe hermosamente terços, davan luziente ardorno à varios, y capaces nichos, ocupados de bultos diferentes, con tan raro ingenio perfectos con tan diestra valentia pulidos, que la naturaleza, vencida del Arte, del Sinzel peregrino del artifice, atentamente advertida, si embidiosamente lastimada, hazia reparos justos en su admiracion, que con ultrajes tan violentos huviesen adquirido la vida, que les comunicò alma entonces; aunque disculpava tanto sufrimiento el considerarlos piedra ya más blanda al golpe de su fortuna, haviendo merecido la feliz, que confessavan, casi sensibles, con lenguas de marmor, y alabastro, solicitadores puntuales de la immortalidad, que negociaron clamantes, y adquirieron justificadas entre los siglos.







Modificato da - Tharros in data 17/04/2012 09:19:28

  Firma di Tharros 
E' sempre meglio sembrare stupidi tacendo invece di darne la conferma parlando!!

 Regione Trentino - Alto Adige  ~ Prov.: Trento  ~ Città: Trento  ~  Messaggi: 4702  ~  Membro dal: 02/12/2006  ~  Ultima visita: 22/03/2020 Torna all'inizio della Pagina

robur.q

Utente Senior



Inserito il - 17/04/2012 : 15:35:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di robur.q Invia a robur.q un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tharros ha scritto:

Jacinto Arnal de Bolea.

Joaquin Arce lo definì una delle figure più importanti della letteratura sarda-spagnola, se non la migliore. Ignorato per tanto tempo sia dai contemporanei che, in tempi recenti, da Tola e Martini che non lo nominano nei loro dizionari e da Toda y Güell, che non fornisce alcun dato biografico, né un giudizio sulla sua produzione. Infine Francesco Alziator nella sua storia letteraria lo segnala, indicando che non vi è alcuna certezza che si tratti di un sardo. In base alle poche notizie che ci fornisce Arce sappiamo che nel 1635 ottenne un privilegio di nobiltà e che, secondo quanto è riportato nel frontespizio del romanzo, El Forastero, fu Primo Contabile dei conti dei beni di sua Maestà e segretario particolare del Marchese di Villasor.

Una piccola introduzione del Libro, in spagnolo, la traduzione era impossibile da leggere!!

En la mayor pompa de la primavera, en el mayor imperio de los campos, en el mayor lucimiento de las Selvas, en el mayor trono de las flores, en el mayor desperdicio de su fragrancia, Pórfido, y Iaspe hermosamente terços, davan luziente ardorno à varios, y capaces nichos, ocupados de bultos diferentes, con tan raro ingenio perfectos con tan diestra valentia pulidos, que la naturaleza, vencida del Arte, del Sinzel peregrino del artifice, atentamente advertida, si embidiosamente lastimada, hazia reparos justos en su admiracion, que con ultrajes tan violentos huviesen adquirido la vida, que les comunicò alma entonces; aunque disculpava tanto sufrimiento el considerarlos piedra ya más blanda al golpe de su fortuna, haviendo merecido la feliz, que confessavan, casi sensibles, con lenguas de marmor, y alabastro, solicitadores puntuales de la immortalidad, que negociaron clamantes, y adquirieron justificadas entre los siglos.

HELP!!!!! Che dire.....barocco!!! Anche se a me il barocco spagnolo non mi spiace per niente.






 Regione Sardegna  ~ Prov.: Cagliari  ~ Città: assemini  ~  Messaggi: 1124  ~  Membro dal: 06/06/2009  ~  Ultima visita: 04/05/2013 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
    Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000